Gestione unica per i tre Aeroporti calabresi

Il Piano Nazionale Aeroporti del Ministro Lupi pone come condizione necessaria per la sua applicabilità in Calabria la creazione di un unica Società di Gestione per i tre Aeroporti calabresi. Ogni Aeroporto avrà un suo Piano Industriale che non deve andare in concorrenza con altri scali. Solo la sinergia tra gli scali consentirà al sistema aeroportuale calabrese di sopravvivere.

La palla passa adesso alla Regione Calabria per la creazione della Società unica.


aggiornamento delle ore 20:00

Un aeroporto è considerato di interesse nazionale a due condizioni (non richieste per gli scali che garantiscono la continuità territoriale):

1) che l’aeroporto sia in grado di esercitare un ruolo ben definito all’interno del bacino, con una sostanziale specializzazione (es. aeroporto prevalentemente destinato al traffico merci, city airport, ecc.) Forme di alleanze di rete o sistema tra gli aeroporti saranno considerate elemento prioritario ai fini del riconoscimento dell’interesse nazionale;

2) che l’aeroporto sia in grado di dimostrare il raggiungimento dell’equilibrio economico-finanziario, anche a tendere, purché in un arco temporale ragionevole.

Tra le linee direttrici del piano c’è:

1) l’incentivazione alla costituzione di reti o sistemi aeroportuali, che si ritiene possano costituire la chiave di volta per superare situazioni di inefficienza, ridurre i costi e consentire una crescita integrata degli aeroporti, con possibili specializzazioni degli stessi;

2) Superamento dell’ostacolo della conflittualità fra aeroporti situati a distanze minimali nell’ambito dello stesso bacino terrioriale, che determina situazioni di scarso sviluppo per tutti gli scali.


Condividi!

Prenota online e risparmia!
BookingEuropcarExpediaFlixBusHertzLufthansaMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTrainlineTripAdvisorTrivagoVolotea

64 commenti

  1. Vediamo cosa dice ora sogas che aveva gioito per il pna….

  2. @ Pilota75:
    io credo che sia una cosa corretta e intelligente

  3. L’idea è giusta..ma sarà mai realizzata ??

  4. @ vito migliazza:
    Lo dico ed auspico da anni.

  5. Ho che bello qualcuno Fa Funzionare la Testa , non i Piedi come sempre!!!!! Ho sempre sostenuto che le persone di buona Volontà , da noi vengono messi nel dimenticatoio , questo si chiama Comodo Altrui ! Comunque speriamo in Bene !!!!!Ricordo con un po’ di Ironia , la Penisola comincia da Reggio C .

  6. Anche i sindacati dicono di si!

  7. …e adesso sogas gestore unico degli aeroporti calabresi…:)

  8. Finalmente un’idea intelligente da parte di qualcuno di molto importante e non solo da noi utenti di questo stupendo sito che lo avremo scritto migliaia di volte, la concorrenza provoca solo buchi e non riempimenti.

  9. Perdonatemi ma sono Stanco di sentire M…. Vivo al nord dal 1969 , mai dimenticato le mie Origini, L’italia appare teoricamente unita solo per Comodo ,la realtà è ben altra , Via i Bonzi ! Largo ai giovani di buona Volontà …… lo so,facile da scrivere difficile d’applicare , gli Italia veri non meritano di essere Governati da Bonziiii.

  10. non vorrei smorzare gli entusiasmi ma non credo che un ministro possa far nascere delle spa oppure fondere delle spa. Poi ha detto Lupi la composizione azionaria che si auspica? Chi avrà la maggioranza, la regione oppure si distribuirà fra i comuni dove sorgono gli apt?
    Ipotesi: ammettiamo che nasca domani. Il comune di RC non partecipa (chi gli da i soldi) quindi si suppone che l’ente Principe super partes sia la regione che mi sembra non abbia proprio trattato benissimo il nostro territorio. Allora, a mio avviso, ci potrebbero essere due ipotesi:
    a) la nuova società unica è fortemente condizionata dal socio privato che vuole guadagnare, quindi dato che per fare questo deve aumentare i numeri complessivi, mette in opera un sistema aggressivo per intercettare il bacino messinese (voli a tariffe scontate, collegamenti seri e stabili, impiegati con voglia di lavorare, operazione di marketing per valorizzare e far conoscere il minniti, charter con le eolie e tutto quello di cui abbiamo parlato in questi anni. In questo caso cresce il tito e l’apt, avendo un ruolo ben definito resterà per sempre “nazionale”)
    b) seconda ipotesi. La guida è della regione (quindi politica) con a capo il Loiero di turno (cioè un antirc). La società servirà a piazzare un po’ di amici e quando la stessa regione non avrà più soldi per foraggiare i vari FR (come sta avvenendo a trapani e in qualche modo in puglia) per garantire i 2 milioni di pax a suf chiuderanno REG.
    Comunque stiamo qui a parlare di un piano di un ministro che forse non mangerà la colomba…altro grosso problema italiano.
    P.S. noi ci immaginiamo una società unica come la sacal e se fosse come la sogas?

  11. @ mistero64:
    Peggio di così non ci può andare, quindi ben venga la Società unica.
    Gli Enti pubblici non potranno più accollarsi nulla, quindi credo che la maggioranza andrà ai privati ed il resto alla Regione.

  12. @ mistero64:
    Società unica significa liquidazione delle 3 società o fusione per incorporazione. Sicuro peggio di sogas non può fare nessuno.

  13. Cosa dirà adesso domenico che dice sempre brava sogas, bravo ministro, bravi tutti….riusciamo ad avere un commento sensato o davvero pensi che basta dire bravi affinchè cambino le cose?

  14. @ xxx:
    Può dire quello che vuole, tanto fra meno di 3 mesi non sarà neanche più vp della regione.
    Perchè non ha il coraggio di dire che il ministro dice il falso?

  15. @ Pilota75:
    La gestione unica e` la giusta via da seguire ma non penso che verra` mai attuata se non prima cambiera` il modo di fare politica nel territorio e finche` nn ci sara` una nuova e giovane generazione di politici pronti a pensare ed agire senza campanilismo ma per il bene comune della Calabria.
    rgds

  16. @ Gabs:
    ahiiiiiii , facciamo la fine di crotone e se proprio dobbiami dirla tutta di brescia .

    vabbe speriamo che mesina ci tolga dai pasticci perchè il minniti è un aeroporto che serve due città di due regione diverse …………( area integrata dello stetto ) .

  17. @ aiofb:
    I messinesi vanno a catania, taormina (prov di messina) ha come riferimento catania. Basta con sta storia dell’area integrata….ci odiamo, quale integrazione!

  18. @ aiofb:
    Non credo, Crotone e Brescia sono due realta` diverse.

    Messina? Ho i miei dubbi, non mi sembra che fino a oggi ci sia stata una concreta sinergia politica o finanziaria per aiutare a risolvere in primis il problema del trasporto veloce via mare con l’aeroporto…..In realta` Catania fa` piu` comodo alla maggioranza dei messinesi.
    rgds

  19. Per essere più precisi:

    Un aeroporto è considerato di interesse nazionale a due condizioni (non richieste per gli scali che garantiscono la continuità territoriale):

    1) che l’aeroporto sia in grado di esercitare un ruolo ben definito all’interno del bacino, con una sostanziale specializzazione (es. aeroporto prevalentemente destinato al traffico merci, city airport, ecc.) Forme di alleanze di rete o sistema tra gli aeroporti saranno considerate elemento prioritario ai fini del riconoscimento dell’interesse nazionale;

    2) che l’aeroporto sia in grado di dimostrare il raggiungimento dell’equilibrio economico-finanziario, anche a tendere, purché in un arco temporale ragionevole.

    Tra le linee direttrici del piano c’è l’incentivazione alla costituzione di reti o sistemi aeroportuali, che si ritiene possano costituire la chiave di volta per superare situazioni di inefficienza, ridurre i costi e consentire una crescita integrata degli aeroporti, con possibili specializzazioni degli stessi. Superamento dell’ostacolo della conflittualità fra aeroporti situati a distanze minimali nell’ambito dello stesso bacino terrioriale, che determina situazioni di scarso sviluppo per tutti gli scali.

  20. @ Roberto Sartiano:
    Appunto, reggio voli per roma, milano e qualche altro scalo nazionale.
    Costituzione di rete uguale società unica.
    È tutto scritto.
    Per portare a questo risultato enac centrale ci sta già lavorando.

  21. Se i messinesi trovassero le stesse condizioni che trovano a catania preferirebbero Reggio. E poi chi l’ha detto che ci odiamo? Solo calcisticamente, forse. Personalmente sento più vicino un messinese di un cosentino o di un catanzarese.

  22. BENE adesso la Società Unica Aeroptuale Calabrese (SUAC S.p.A.) avrà la Sede Legale e Sociale nella Città di Reggio Calabria come per Legge ed ovviamente tutti gli altri invidiosi Calabresi dovranno venire a Reggio Calabria a lemosinare un posto di lavoro o qualche incarico altrimenti, NISBA!

    Avete capito l’antifona?

    Così è sempre stato per Reggio Calabria, la Storia è Mestra di Vita, come dicevano i Nostri Padri!

    Ecco perchè Brava Sogas: ha raggiunto l’obiettivo certamente senza il contributo dei soliti detrattori e nefasti sapientoni che abbondano sempre!

    Adesso vediamo dovrà avrà la Sede Legale e Sociale questa Società Unica, così sapremo come andranno le cose presenti e future.

    Un Saluto a Tutti Voi da Domenico.

  23. ‘A Domenico (alla romana) ma secondo Te dove sarà la sede legale dell’istituenda società unica….nel luogo più centrale della Calabria, del Mediterraneo nonchè ombelico del mondo….La legge si cambia, e se non si cambia perchè non c’è tempo, ma in questo caso non credo che si farà comunque in fretta, per gli amici si interpreta mentre per gli altri si applica.

  24. A me pare che la Provincia non sia tanto contenta di quest’idea del ministro Lupi di creare una società di gestione unica per gli aeroporti calabresi.Loro(Sogas) sono convinti di poter andare avanti da soli nel gestire lo scalo di Reggio pk come dicono(gli illusi prestigiatori)il “Tito é vivo”…..
    chi vuole si faccia una risata..

  25. Francesco Turak

    Ai reggini deve piacere da morire mettersi a 90 gradi e prenderla in quel posto…
    Adesso e’il turno dell’aeroporto…come se la storia a partire dal ’70 fino ad oggi non avesse insegnato nulla…
    Che popolo di cogxxxxx (detto da un reggino, beninteso)

    D’altronde e’pure vero che nessuno rimpiangera’ mai la SOGAS…

  26. @ Francesco Turak:
    Come hai ragione! Ho l’impressione che ci siano molti giovani che non conoscono o non ricordano gli innumerevoli torti subiti (alcuni li chiamano scippi) da parte di catanzaresi e cosentini coalizzati! Per la gestione dell’aeroporto molti criticano l’attuale Governatore della Calabria (che probabilmente trova un muro di gomma in questo settore), ma bisognerebbe ricordare lo scempio operato da tutti i suoi predecessori, senza alcuna eccezione, sia di destra che di sinistra. Meditatelo bene prima di gioire per la gestione unica, anche se in questo fallimento, chiamiamo le cose con il loro vero nome, le responsabilità della Sogas sono evidenti. La verità è che l’aeroporto di Reggio sarà ancora più penalizzato perché in nessun caso potrà fare concorrenza a Lamezia; Pilota75 potrà essere soddisfatto.

  27. Questa mattina ho incontrato casualmente il Dott. Porcino abbiamo scambiato alcune impressioni su quanto argomentato in questo Forum!

    In teoria la Società Unica Aeroportuale Calabrese potrà portare benefici a tutti i tre aeroporti ma in pratica per forza di cose avvantaggerà un solo Aeroporto peccato che non sarà il “Tito Minniti” .

    Ciò alla fine porterà alla morte certa per annientamento ovvero per chiusara prematura degli altri due scali perchè lo zampino della Regione e quindi della Politica rimmarrà e sarà ancora più potente.

    Peccato che la Politica in questa Regione (la si può definire ancora così)non è MAI stata benevola verso i Reggini e del LORO Territorio ove vivono e dormono!

    Orbene nei PALAZZI Della UNIONE EUROPEA vi è un orientamento di riorganizzazione territoriale della Unione Stessa su Base delle Aree Metropolitane anzichè sulle Regioni in poche parole nel futuro conteranno di più le Aeree Metropolitane anzichè le vecchie Regioni : una Area Metropolitana ben servita di infrastrutture (porti, AEROPORTI, ferrovie, autostrade, metropolitane ect ect. ) sarà sempre più ricca e più attenzionata dai Burocrati Europei!!!

    Adesso AVETE CAPITO, questo è il vero pericolo!

    Un Solo Grido un Solo Allarme Reggini Stringiamoci a COORTE e facciamo quadrato SUI NOSTRI DIRITTI!

    Un Saluto a Tutti Voi da Domenico.

  28. @ Franco41:
    soddisfatto è una parola grossa, diciamo che è stato reso onore al merito.
    @ DOMENICO:
    di quali diritti parli?

  29. immagino che lamezia oltre i 2 milioni e mezzo di pax non possa andare, nonostante tutti i soldi che sborsa la regione. i 600mila pax del tito minniti saranno pure pochi, ma a lamezia faranno almeno superare senza problemi la soglia dei 3 milioni di pax. + passeggeri ha lamezia, + soldi e investimenti riceverà da regione etc.
    senza contare che dall’altra parte catania non vuole assolutamente perdere messina, eolie e costa tirrenica messinese. però del resto se Reggio non è capace a tenersi quello che ha, c’è poco da fare. il mondo è dei furbi. peccato perdere un’infrastruttura così importante come l’aeroporto. è sempre la solita storia del Signore che dà il pane a chi non ha i denti… e i reggini, anche quelli che criticano a prescindere, un giorno rimpiangeranno anche i 3 voli per roma e quell’unico volo per milano…

  30. @ DOMENICO:
    l’unica opportunità per reggio è la città metropolitana, che PERO’ senza aeroporto ne uscirà gravemente azzoppata. infatti ricordiamoci come hanno preso i politici catanzaresi e cosentini l’istituzione di reggio città metropolitana. ovviamente sapere che a reggio dovrebbero e sottolineo dovrebbero arrivare + contributi dall’europa, contributi che bypassano la regione, manderebbe in tilt tutta la regione calabria, che campa esclusivamente per amministrare le briciole che arrivano da roma. a catanzaro e cosenza ovviamente fa orrore il solo pensiero che a reggio possano arrivare briciole extra. ricordiamoci tutte le proposte di legge avanzate dai catanzaresi dopo il colpaccio di reggio città metropolitana: catanzaro capitale ( portata in parlamento ), catanzaro-lamezia città metropolitana etc. insomma, prima di parlare di logiche di libero mercato, ricordiamoci che siamo in calabria, dove il libero mercato NON ESISTE e mai esisterà. gioire per la gestione unica è gioire per la chiusura definitiva del tito minniti. sfottevamo i messinesi che si dovevano sciroppare 110 km per arrivare a fontanarossa e dovevano partire da casa 3 ore prima per prendere un volo. a Reggio sarà molto peggio, perché lamezia sta a 135 km…comunque, chi è causa dei suoi mali pianga se stesso.

  31. @ lukas:

    @ Pilota75:
    i diritti dei cittadini dell’areea metropolitana dello stretto (reggio e messina) , sò che tu sei l’avvocato del baricentrico pensiero catanzarese , ma ti sei mai chiesto perchè reggio , napoli e bari sono state nominate città metropolitane?

  32. Reggio Calabria non partirà come Città Metropolitana, potrà farlo solo dal 2016 in poi a condizione che i debiti del Comune saranno risanati (cosa molto improbabile).

  33. @ aiofb:
    e quale diritto gli sarebbe negato?
    Ma mi spieghi cosa sarebbe questa area metropolitana? In pratica però non con discorsi farlocchi.
    Ti faccio un esempio: i trasporti pubblici non sono integrati, quindi se io lavoro a messina e vivo a reggio dovrò fare abbonamenti all’autobus distinti.
    Se volessi andare a cena a messina senza la macchina non potrei tornare a reggio.
    devo continuare?
    Mi dici cosa abbiamo di integrato con messina?
    e finiamola…

  34. @ Pilota75:
    Esatto a riempirsi la bocca sono bravi tutti, poi a passare dalle parole ai fatti… ZERO.

  35. non è con gli atteggiamenti alla “boia chi molla” che si salverà iil tito minniti ma trovando agli aeroporti calabresi una propria specifica vocazione

    la gestione unica sarà appunto “unica” e potrà solo migliorare la situazione (con meno sprechi)

  36. @ DOMENICO and @ Franco41
    Su questo argomento ho già espresso la mia opinione come da miei post n.16 e 19 quindi non voglio ripetermi . Voglio solo aggiungere che con estremo campanilismo e i risentimenti verso Catanzaro e Cosenza non si va da nessuna parte anzi il percorso si rende più tortuoso. I Reggini devono recitarsi un mea culpa per i molti mali che affliggono la città . Il futuro con una possibile rinascita della città e del territorio dipende solo da chi rappresenta e rappresenterà gli abitanti di Reggio e provincia nelle varie Istituzioni quindi alle prossime elezioni votare solo per chi è preparato, determinato a perseguire scopi prefissati e dimostrare che è possibile raggiungere questi obbiettivi senza imbrattarsi le mani nel sudiciume del sistema politico calabrese e sopratutto, votare per persone giovani (non i soliti ultracinquantenni politicanti di carriera) che hanno entusiasmo e sopratutto la dovuta energia e coraggio per trovare soluzioni ad aiutare i loro coetanei ad avere un lavoro dignitoso nel proprio territorio.
    rgds

  37. @ Gabs:
    deve essere un auspicio non solo per Reggio ma per tutta la calabria

  38. @ vito migliazza:

    Si, ho detto questo nel mio post n.16.
    rgds

  39. @ Pilota75:
    qui non si tratta di riempirsi la bocca , il decreto e del 2012 , i risultati si vedranno nei prossimi anni .

    io sono straconvinto che la società unica porterebbe lamezia a 3.000.000 da passeggeri e reggio se tutto va bene fa la fine di crotone , a me spiace passare per campanilista ma un abitante di melito porto salvo con il minniti chiuso è tagliato fiori dal mondo.

  40. A CADDARA IN COMUNI NON BUGGHI MAI.

  41. @Roberto
    la nascita della città metropolitana non è legata ai debiti del comune ma al permanere del commissario al comune stesso. In effetti, prevedendo il procrastinarsi del commissariamento il decreto del rio sposta tutto in avanti. Se non c’è proroga si potrebbe partire insieme agli altri come ha riferito allo stesso ministro il presidente di confindustria reggio in quanto perderemmo i finanziamenti mirati alle città metropolitana nel 2014-2020 (il decreto del rio si può modificare in quanto deve fare un secondo passaggio parlamentare).
    Poi non facciamo confusione: per ora è istituita solo la città metropolitana di Reggio calabria (con presidente non necessariamente il sindaco di reggio) che però si può espandere ad aree vicine con il tempo (e qui la pala passa alla regione sicilia). Tutto vero per il grido di dolore di cz e cs ( ma soprattutto cz) al nascere della nostra città metropolitana

  42. @ aiofb:
    vabbè ho capito, inutile discutere visto che sei convinto.
    giusto per fare un parallelo, un abitante della provincia di latina, di viterbo di campobasso…anche loro sono tagliati fuori dal mondo?
    vi piace fare le vittime, continuate…

  43. @ mistero64:
    Ok, facciamo finta che domattina siamo città metropolitana, cosa cambia? magicamente aumentano i pax? ma riflettete…

  44. @ Pilota75:
    Che dire? Anche se la realtà dice ben altro, ancora ci sono persone accecate dalle promesse dei Politici.

  45. @ Roberto Sartiano:
    non c’è più nulla da dire…lasciamoli cuocere nel loro brodo, tanto il destino della sogas è segnato!

  46. @ Pilota75:
    Poi io vorrei capire una cosa. E’ colpa del libero Cittadino il fatto che il comando della Regione è nelle mani di Catanzaro? E’ colpa mia? Sono andato io a dirgli prendetevi tutto? Si può dire che a livello POLITICO i loro rappresentanti contano più dei nostri a livello locale? Hanno vinto una battaglia, sono stati più bravi, amen… Non è che ogni volta ci dobbiamo sentire vittima di tutto. Ci si fa forza e si va avanti cercando di migliorare ciò che si può.

  47. @Roberto
    veramente reggio città metropolitana è legge dello stato e non una promessa
    @pilota
    ammettiamo che siamo domani città metropolitana e si debba fare la società unica, sicuramente non aumentano i pax ma siamo l’unico ente pubblico con i soldi, quindi abbiamo un ruolo e non siamo alla mercè della regione calabria.
    mi sembra di capire che la preoccupazione di molti sia la nascita di una società unica che fa morire reggio in modo da garantire i pax a suf anche in periodo di vacche magre (fine delle vacanze regalate ai tedeschi e regalie a FR). Siete in grado di confutare questa preoccupazione?

  48. @ mistero64:
    Parlavo in generale. Apprendo ciò che dici, ma stai parlando di un qualcosa per ora di virtuale che se non ci saranno intoppi diventerà realtà tra 2 anni. Forse non ci possiamo permettere di aspettare tanto tempo, in 2 anni cambia il mondo al giorno d’oggi.

    La Società unica Aeroporti di Puglia gestisce Bari, Brindisi, Foggia e Taranto. A parte Taranto che è militare e cargo e Foggia che per limiti di pista corta non può fare molto, qualcuno ha modo di confutare i numeri che registrano Bari e Brindisi? Una Società unica che si trova in mano ben 3 Aeroporti che sono una ricchezza enorme e che non capita tutti i giorni di avere, secondo voi si mette a dire oggi ne chiudo uno e domani ne chiudo un altro per fare dispetti? Una Società unica se composta da 51 % di privati ha tutto l’interesse a valorizzare il patrimonio che ha.
    Quando la Volkswagen si è comprata Audi, Seat e Skoda che ha detto, le faccio fallire così vendo solo le mie auto?

  49. Il miglior amico di Reggio Calabria si è fatto sentire:

  50. @ Gabs:
    Non sono un campanilista, ma ne ha viste troppe per concedere la fiducia, in una questione così importante, a chi ha sempre perseguito, anche con la complicità di tanti nostri inetti politici, disegni di ridimensionamento (è un eufemismo) del ruolo della nostra città. Se serve fare economia di onerosi incarichi societari, vedrei bene una gestione unica con Crotone, che ha problemi di sopravvivenza ancora peggiori dei nostri, ma persino l’acquisizione da parte di un grande aeroporto nazionale (ove fosse possibile) sarebbe preferibile alla gestione unica con Lamezia. Ti assicuro non è campanilismo, è una difesa da chi ha sempre posto il proprio campanile innanzi a tutto.

  51. @ mistero64:
    FR sta a lamezia finche la regione sgancia le palanche (palache e non l’indimenticato palanca), dal giorno in cui la regione non sgancia più FR e associati salutano e ringraziano e in calabria avremo sogas disperata e sacal inguaita , dopo si che si farà una bella siocietà unica ( un grande stipendificio in attesa di un aereo che decolli).

  52. @roberto
    laparmalat ha chiuso l’aranca a salice (era un gioiello e produceva utili con l’idea del supersucco in lattina)
    il tuo post su loiero conferma le preoccupazioni: i campanilisti non ci sono solo da noi.

  53. @ Roberto Sartiano:
    totalmente concorde con te sarebbe assurdo che il gestore unico facesse fuori uno dei tre aeroporti

  54. Societa’ Unica Calabrese Aeroportuale (S.U.C.A.)

  55. RISPONDO A TUTTI

    La mia è stata una semplice costatazione e non campanilismo!

    Di sicuro avere conoscenze storiche di come è stata intesa la Politica in questa benedetta Regione non significa affatto campanile ma presa di coscenza di una realtà storico fattuale! Punto!

    DIRITTI?
    Si, certamente, diritto di una Area Metropolitana ancora monca ma AREA tout court, a parte l’invidia delle altre sorellastre che scimiottono le città moderne ma sempre paesazzi sono. Punto!

    Capisco che purtroppo l’influenza di appartenenza politica fa distorcere ancora il naso ma che colpa ha Reggio Calabria?
    Infatti storicamente la Sinistra è stata sempre contro Reggio Calabria, e l’intervento dell’ex On.le Loiero lo conferma fino in fondo!

    E la dice lunga perchè la Regione non ha mai mosso un dito per raddrizzare la Sogas ma ha sempre caldeggiato e raddrizzato la Sacal tanto da farla planare dolcemente nel regime Societario oggi vigente, da Tutti osannato però con i Nostri allora Lirette, bravi bravi da fare l’applauso!

    E direte Voi la Sogas? Niente paura lasciata vivere come una palla al piede della Provincia reggina! Col CAVOLO la Regione Calabria entrava in quota societaria e poi faceva lo stesso lavoro che ha fatto con la vecchia Sacal!! Là Cosentini e Catanzaresi hanno fatto quadrato, tutto qui, ed ecco i risultati, AMEN!

    Ma essere Reggini significa lasciare da parte le proprie tendenze politiche e fare quadrato su ogni fronte solo così si può ottenere qualche risultato, come nei fatti i Cosentini e i Catanzaresi ci hanno insegnato negli ultimi 40 anni di Storia Regionale.

    Per i digiuni di Storia Politica, un piccolo rinfresco.

    I Politici di Sinistra di allora (anni 70 del XX Secolo scorso) hanno fatto una piccola Yalta Calabrese: Cosenza ottiene il passaggio dell’Autostrada da Cosenza anzichè da Paola inoltre per compensare il Capoluogo a Catanzaro ha ottenuto l’Università Campus (tanti posti statali ndr); Catanzaro il capoluogo regionale (ossia un mare di oceano di posti statali) e a Reggio Calabria che cosa? Niente visto che allora la Destra non contava un fico secco nel Parlamento Nazionale a Roma!!

    Ma il pacchetto Colombo diede sulla carta a Reggio Calabria la Vocazione Industriale (mero contenuto vuoto di idiozie) e SOLO GRAZIE ALLA GUERRA CIVILE DEL XIV LUGLIO 1970 ha ottenuto il Consiglio Regionale (art. 2 Statuto Regionale)! Perchè il Palazzo è intitolato a Campanella e non XIV LUGLIO come sarebbe stato giusto?

    Poi la Storia recente credo che TUTTI la conoscono: soliti giochetti poco e niente per Reggio Calabria se non ci fosse stato l’intervento dello Stato Nazionale (altro capitolo di storia). Punto.

    La Regione Puglia ha una altra Storia !
    BARI non ha MAI odiato le altre città pugliesi (eccetto BARLETTA che ha resistito allo scippo della Fiera del Levante spostata a Bari!).
    Ma nonostante ciò anche gli altri Aeroporti pugliesi mal sopportono la Gestione Unica è sufficiente frequentare i vari circoli politico culturali di Brindisi e Foggia per comprendere e capire!

    ADESSO passiamo a NOI.

    Credete Voi che il Lupo ha perso il pelo e non il vizio??

    E’ stata abolita la Regione?

    Credete Voi che liberi imprenditori non saranno MAI influenzati dal Potente Politico di Turno?

    Certamente lo sciocco e stupido cittadino non esiste più in Italia e a maggior ragione a Reggio Calabria!!

    E’ chiaro il concetto?

    Un Saluto a Tutti Voi da Domenico.

  56. @ DOMENICO:
    solo in una regione come la Calabria può succedere chela sede del consiglio regionale non si trova nel capoluogo di regione (con i risultati di sepsa da tutti sotto gli occhi)
    Domenico: Reggio può diventare anche capoluogo del mondo ma chi va a mare a Cosenza ed a Catanzaro (e a Vibo e nella Jonica ) non sbarcherà mai al Tito Minniti ma cercherà la centralità geografica che solo Lamezia ha

  57. @ DOMENICO:
    Ma cosa dici…la regione ha più quote nella sogas che non nella sacal…ma perchè non parlate con dati di fatto invece che con proclami….
    @ mistero64:
    Perchè dovremmo essere l’unico ente pubblico con i soldi?
    Io non posso confutare un pensiero senza fondamento…se tu sei convinto che la società unica farà morire reggio a vantaggio di lamezia, non so cosa dirti.
    A lamezia dicono l’esatto contrario…vedi tu!

  58. @ DOMENICO: Your post no.57

    Beh! Poichè dici che il tuo non è “campanilismo” diciamo allora che tu hai un’estrema “devozione” per Reggio e che il tuo enciclopedico commento non dimostra risentimenti di alcun genere verso Catanzaro,Lamezia, Cosenza o in generale per i calabresi residenti a nord della linea di demarcazione della provincia di Reggio…OK! Visto lo sconcerto e il degrado generale che sta vivendo la città e il suo aeroporto a causa dei suoi inetti politicanti presenti e passati vediamo come i reggini voteranno alle prossime elezioni per far si che Reggio risorga.
    rgds

  59. @pilota
    come enti pubblici la regione è indebitata da pazzi. Considera che non siamo sommersi dalla spazzatura in calabria più di quanto lo siamo già perché c’è l’interruzione di pubblico servizio (solo la società che gestisce Pianopoli deve avere 40 milioni di euro e la veolia è scappata da Sambatello preferendo di fatto rimetterci il pregresso che continuare a lavorare senza essere pagata). gli enti locali sono al dissesto (il prossimo è proprio Lamezia), quindi soltanto un ente “vergine” può avere una qualche disponibilità economica derivata dai fondi per la città metropolitana 2014-2020.
    Il pensiero trova fondamento, purtroppo, nelle confessioni del sig. Loiero che candidamente afferma che, invece, di aver fatto il governatore della calabria ha fatto quello della provincia di cz favorendo clamorosamente quest’ultima ( e non parlo solo dell’apt con la famosa conferenza dei servizi che non veniva mai convocata ma anche con il trasporto urbano in cui ha ridisegnato le quote, poi bocciate dalla magistratura amministrativa, in cui ridimensionava reggio malgrado per estensione sia il terzo in italia).
    p.s. l’assurdo è che l’assessore ai trasporti in quel periodo era reggino…inutile dire il nome

  60. @ mistero64:
    convinto te….

  61. solo in un regione come la calabria può succedere che un paesello su un cocuzzolo di montagna diventi capoluogo regionale quando per tutte le altre regioni è stato scelto come capoluogo regionale la città + grande, + popolosa e + importante. reggio è stata scippata del capoluogo e non contenti, voi catanzaresi, volete scipparla di qualsiasi altra cosa. dài che con la gestione unica è la volta buona che lamezia arriva a 3 milioni e poi potrete cambiare anche denominazione a suf: aeroporto internazionale di catanzaro.
    lo sapete, no, che c’è una bella disputa in corso tra lamezia e catanzaro per cambiare denominazione all aeroporto….@ vito migliazza:@ vito migliazza:

  62. @ zeb_79:
    sono passati quaranta anni (già ridevo quando studiando a Rc sul corso c’era l’insegna Comitato Reggio Capoluogo figurati ora)
    l’aeroporto principale della Calabria va chiamato come ul personaggio più importante della Calabria: San Francesco
    (ps non alcuna simpatia per Cz)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *