Porcino: A Novembre 10 mila passeggeri in più rispetto al 2011

Riporto da Strill.it:

Di seguito nota dell Sogas: Positivi segnali di ripresa per il traffico passeggeri dell’Aeroporto dello Stretto. Buoni risultati che seguono, a dire il vero, la leggera flessione negativa del mese di ottobre (-10%) in linea con il riepilogo di Assaeroporti attestatosi al -4,7% su scala nazionale.
Nel solo mese di Novembre, secondo la stessa Società di Gestione, sono ben 46.986 i passeggeri che hanno scelto di viaggiare dall’Aeroporto dello Stretto Tito Minniti. Un dato significativo se confrontato ai 37.938 passeggeri del novembre 2011 e, soprattutto, se consideriamo la crisi economica che spinge verso il basso il traffico di passeggeri. A Reggio Calabria, invece, sono quasi diecimila le persone in più che hanno scelto l’Aeroporto dello Stretto. Il che rappresenta un più che lusinghiero +23,85% aumento di passeggeri.  Certamente – dichiara il Presidente Sogas Carlo Alberto Porcino – la coincidenza della avvenuta chiusura temporanea dello scalo di Fontanarossa avrà pure giovato a questo incremento di passeggeri.  Noi dal canto nostro, come Aeroporto dello Stretto, con i mezzi di cui disponiamo ce l’abbiamo messa tutta per informare i passeggeri di Messina e provincia sulla offerta e sui servizi che offriamo alla clientela.   La nostra scommessa  – prosegue Porcino – sarà vinta se questa importante clientela messinese continuerà a scegliere la comodità e la vicinanza territoriale dell’Aeroporto dello Stretto.
Molto c’è ancora da fare. Infatti se guardiamo l’attuale offerta dei voli e delle destinazioni esistenti sicuramente anche noi  di Sogas – ammette Porcino – riteniamo che le stesse meriterebbero di essere maggiori e ben più variegate. Stiamo incalzando molte compagnie invitandole ad investire sul nostro scalo indipendentemente da qualsivoglia forma di incentivo economico. I fattori che spingono una compagnia aerea ad operare presso uno scalo sono infatti molteplici. Il lavoro che stiamo facendo volto al superamento delle limitazioni tecniche applicate allo scalo da Enac va appunto nella direzione di creare tutte le condizioni affinché tutte le compagnie aeree non abbiano più scuse da accampare ed inizino ad operare da Reggio Calabria. L’Aeroporto dello Stretto ha dimostrato in questi mesi che ha una clientela che risponde bene alle novità, che ha voglia di volare.
Proprio per questo accogliamo con particolare favore la scelta di Volotea che – come peraltro comunicato dalla stessa compagnia low cost –  a partire dal 20 dicembre fino al 6 gennaio 2013 aumenterà l’offerta dei collegamenti disponibili dallo scalo calabrese, in direzione di Venezia: partire sarà quindi ancora più facile, comodo e conveniente per tutti coloro che vogliono approfittare del break invernale per decollare alla scoperta di una destinazione affascinante e suggestiva, come Venezia o per raggiungere facilmente rinomate località sciistiche del Paese come Cortina o le Dolomiti. Nel dettaglio, da Reggio Calabria verso Venezia sono previsti voli quotidiani dal 20 dicembre al 6 gennaio, ad eccezione del 25, 28, 30 e 31 dicembre e del 2 gennaio, quando non sarà effettuato alcun collegamento.

Fonte:


Condividi!

Prenota online e risparmia!
BookingEuropcarExpediaFlixBusLufthansaMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTrainlineTripAdvisorTrivagoVolotea

11 commenti

  1. Quanto siamo bravi 10.000 pax in piu’ in mese. Sarebbe meglio dire abbiamo sottratto il 2% dei pax che normalmente fa Catania nel mese di novembre!

  2. Ogni figatu i musca è sustanza

  3. Sono anni che sento parlare di “superamento limitazioni tecniche” e gradirei sapere quanto tempo debba ancora passare prima di ottenere tali autorizzazioni da parte di Enac,grazie.

  4. @ giuseppe:
    ..forse poco(incrociamo le dita).

  5. @ giuseppe:
    se non sono stati in grado di fare 80 metri di pista, secondo te potranno mai avere tolte le limitazioni?

  6. Sarei curioso di conoscere il metro di giudizio che alberga nella mente di porcino o chi per lui.
    La flessione del 10% di ottobre, per lui è leggera ed in linea col nazionale (4,7% quindi più del doppio del dato nazionale).

    L’aumento del 23,85% con Catania chiuso diventa lusinghiero e carico di significato che solo lui riesce a trovare.
    Perchè non dice che negli ultimi 10 anni il dato è sempre lo stesso e che quindi la sua gestione non ha fatto nulla di più?

  7. Sui vincoli (atavici) da rimuovere che penalizzano lo scalo reggino, c’è chi sta lavorando alacremente.

  8. @ francesco65:
    Nessuno mette dubbio che si stia lavorando, lo dicono da quasi due anni ormai….io parlo dei risultati che sono quelli che contano.
    Ricordate l’intervista di porcino sui lavori in pista, maggiore lunghezza, bla bla bla? Quanto tempo è passato? Le distanze sono cambiate? NO

  9. @ francesco65:
    Solo per aggiungere che non sono affatto atavici ma del 2000-2001

  10. Non “da due anni”!? Purtroppo la bacchetta magica non c’è. Parlare è facile, anzi facilissimo. LA realtà è un’altra, difficile, ma stanno cercando di ridisegnarla. Vedremo…

  11. @ francesco65:
    Da meno di due anni? Da prima della gestione porcino?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.