Ryanair a Reggio Calabria? Per ora c’è solo un preaccordo

Frenate l’entusiasmo e tornate con i piedi per terra. Per il momento con Ryanair vi è solo un preaccordo.

Alla low cost irlandese fanno gola i 7 milioni di Euro, ma prima c’è da risolvere il problema delle limitazioni della pista di Reggio Calabria, ovvero l’abilitazione degli equipaggi e le limitazioni relative al vento al traverso dovranno essere eliminate da Enac, altrimenti non se ne fa nulla. Facile a dirsi, difficile a farsi…

Diretta dello Staff di AeroportoRC.com:

11:20 – È cominciata la conferenza stampa. Presenti il Governatore Scopelliti, in rappresentanza di Sogas Franco Giovinazzo e il Comandante Molteni.
11:25 – Scopelliti: Abbiamo effettuato un incontro tecnico con Ryanair per valutare le condizioni operative. Su Reggio Calabria esistono limitazioni tali da non poter operare al momento. Una volta eliminate si potrà discutere di un arrivo.
11.30 – Giovinazzo: Rimuoveremo le limitazioni tramite un self-training via web con un visual realizzato in collaborazione con Alitalia.
11.50 – Al momento il confronto è circa la qualificazione dell’aeroporto. Puntiamo a qualificazione di tipo B con abilitazione non in loco.

100D8285

Riprese di MNews.it:


Condividi!

Prenota online e risparmia!
BookingEuropcarExpediaFlixBusLufthansaMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTrainlineTripAdvisorTrivagoVolotea

61 commenti

  1. fossi in voi disabiliterei i commenti per questa notizia…
    cosa dovremmo commentare? Una cosa che sanno anche le pietre!

  2. ma non si era già detto che la pista non poteva essere allungate ulteriormente?

  3. Chissenefrega di Ryanair. Puntiamo su compagnie low coast di qualità come EasyJet.

  4. Io dico solo e ripeto che tempo fa Roberto ci ha dimostrato come nel 2006 sono atterrati a reggio i B 737-800 della compagnia Travel Service e la pista credo fosse un pò di corta..ora hanno fatto questi lavori e hanno recuperato meno di 100 metri forse ma che ancora non sono stati diciamo collaudati..

  5. E cera bisogno di fare una conferenza stampa per dire ste 4 cavolate che sanno tutti da almeno 10 anni ??? Mah…

  6. Ah dimenticavo… soprattutto c’era bisogno di andare a Londra (Scopelliti e Porcino) per farsi ripetere le stesse cose ??

  7. VER-GO-GNA!!!

  8. Scusate, forse dirò una banalità …. ma perché non puntare (almeno per alcuni dei possibili nuovi voli)su Volotea che già opera dal Tito? …. oppure provare anche con EasyJet.?
    Lo hanno fatto … e noi non sappiamo niente? Perchè insistere tanto con Ryanair???

    E non parliamo poi delle solite conferenze stampa “FOTOCOPIA”.

  9. Invito tutti a visionare i 50 minuti di Video, altrimenti i commenti risulteranno superflui.

  10. @ Migrante:

    Perchè Scopelliti nei 50minuti della conferenza (che ho visto qui sotto ) ha detto chiaramente che EasyJet non ci vuole venire neanche pagata, quindi ormai è inutile nominarla..su atre compagnie si può discutere.

  11. @ unico
    OK! grazie … non ho visto tutto il video della conferenza 🙂

  12. @ Migrante:

    Prego 🙂

  13. Togliendo quindi Easyjet che non verrà mai e Ryanair che ribadisce le limitazioni della pista, quali altre compagnie si potrebbero contattare per altre rotte?

  14. La risposta su Consulta è a mio avviso semplicemente terrificante sconcertante, in virtù della carica ricoperta attualmente e ai tempi della vicenda da questo signore

  15. Come volevasi dimostrare… Ma puntare sulla buon vecchia Volotea? 7Milioni farebbero piacere a qualunque compagnia, pure a BV. Di tutte le scelte perchè spingere per forza su Ryanair e EasyJet? Ci sarebbe anche la falsa Low Cost di AirOne che potrebbe collegare Pisa e Malpensa.
    Myers, sai se si parlava di 7 milioni annui o da spalmare in due o tre anni? (scusa ma non ho potuto vedere la conferenza causa problemi di connessione… )

  16. @ FlyReg:
    Non si è parlato di contributi, anzi se ne è parlato ma… vediti il video 😉

  17. è una vergogna!!! questi problemi di pista x me non esistono, alitalia atterra da anni volotea atterra air malta ed altre lo hanno fatto, è una buffonata, dicessero chiaramente che lo scalo di punta deve essere Lamezia punto e basta invece di tirare fuori cretinate che non stanno né in cielo e né in terra. Ma quale compagnia rifiuterebbe davvero 7 milioni di euro adducendo problemi di pista? Di questi tempi e con questa crisi? Sicuramente la verità è un’altra

  18. Reggio Calabria – Tel Aviv sarebbe davvero una perlona di volo *.* della serie: i reggini non vanno a Sharm e andavano in Israele….
    4 Milioni di passeggeri in tutta la calabria l’obbiettivo… Dopo 20 minuti ho dovuto chiudere… non ho retto il colpo di cazzate di fila… :O
    …che li diano a Volotea o a Blu Express quei soldi per gli stessi voli…

  19. Il sottoscritto ha cercato di esporre nel suo intervento le sue perplessità peccato che le risposte non siano state soddisfacenti, anzi si è sviato completamente oppure rispondendo con fumosità su questione di numeri, non parlando invece dei problemi infrastrutturali reali dell’aeroporto, al di là delle limitazioni, perchè parliamoci chiaro 2100m di pista sono oggi con le limitazioni e lo saranno domani senza (forse) limitazioni.
    Poi sulla questione dei numeri tirata fuori come scusa, se si programma in maniera decente, offrendo un servizio ottimale all’utenza, i voli si riempono Ryanair o non Ryanair. Il resto è drogare il mercato ed il sottoscritto ricorda bene i casi Forlì e Rimini e i tanti aeroporti spagnoli costruiti per Ryanair che attualmente vedono volare solo rovi.

    P.S. E sia chiaro che servizio ottimale all’utenza significa anche voli incentivati, magari non usando quell’obrobrio che sono stati gli oneri sociali. E non per forza un servizio decente deve essere assicurato solo con Ryanair. A proposito di EasyJet, ci è stato detto che si è parlato 3 anni fa. Magari sarebbe utile discuterne ora, le carte in tavola sono cambiate. E se non c’è EasyJet, c’è Volotea, c’è Vueling che è appena entrata sul mercato nazionale. Si dialoghi con loro. E poi chi dice che i passeggeri si fanno con i voli low cost, quando i numeri si potrebbero fare benissimo con la charteristica. Peccato che intorno all’aeroporto è tutto brullo, non c’è una cavolo di struttura turistica decente, la più vicina si trova a Tropea. A ora che mi rendo conto, ci siamo fatti la domanda e dati la risposta.

  20. Io credo che se i voli verranno messi non sono per il turismo. Chi deve venire a Reggio che non ci sono alberghi e attrazioni?!?!
    I voli se li metteranno saranno solamente per gli emigrati reggini del nord Italia e del nord Europa.
    Se si vuole puntare al turismo, bisognerebbe cambiare mentalità, lavorando su strutture e attrazioni nuove per la gente che vuole venire a vedere Reggio.

    Per quanto riguarda il caso ryanair, io credo che sia una cazzata la scusa della pista…!!
    …e poi se ricordo bene io avevo visto che era stata allungata o mi sbaglio?!
    Mah!!! Voglio tanto vedere quando con sto aeroporto i politici che ci stanno dietro diventano concreti!!!!

  21. Bravissimo Franco, hai centrato un altro punto, quello di fare turismo con i voli per Bergamo, Bologna e Pisa.Qui non si è capito che con questa operazione non si fa altro che intercettare una componente di traffico etnico che attualmente vola da altri scali. La componente leisure sarà sempre quasi nulla, cosa c’è da fare e vedere ATTUALMENTE a Reggio Calabria?

    *Leisure: traffico vacanziero puro. Turisti.
    *etnico: traffico passeggeri emigrati, fuorisede di rientro.

  22. Per me Ryanair non può atterrare chi rinuncerebbe a sette milioni di euro,poi chi ha parlato non è un dilettante ma il com.Molteni è stato chiaro devono togliere le limitazioni per operare.

  23. @ Franco:
    concordo in toto: per fare turismo, bisogna pirma cambiare radicalmente mentalità ,altrimenti non si va da nessuna parte. E prima di fare turismo, mi sia consentito dirlo, è necessario dotarsi dei servizi essenziali minimi che, purtroppo, stando diventando eccezione anche per i normali cittadini come noi

  24. Scusate, proviamo a restare sul “pezzo” : le “limitazioni” e non “criticità” quando saranno rimosse!!?? C’è un cronoprogramma!!?? E’ stato calendarizzato un incontro romano? La vicenda è pure politica. Alle “Infrastrutture” non ci sono avversari politici!? E’ l’ora dei fatti, il resto, per dirla col compianto Franco, è noia.

  25. Don Peppino Scopelliti che parla in dialetto in conferenza stampa e’ comico…..ancora piu’ comico quando parla di turismo in Calabria… ma l’ha vista la spazzatura in strada e gli scarichi fognari che riversano in mare lungo le coste calabresi?

  26. Ottimo intervento di Giuseppe (AZ Airport) e pronta risposta del navigato Scopelliti. La mia prima domanda è perchè questa conferenza stampa? Il motivo? A mio modo di vedere Sogas e Regione erano convinti di portare a casa qualcosa in più di un preaccordo con Ryanair e si sono trovati a parlare delle note problematiche del Tito.
    Ora il punto è un altro: ci sono dei soldi da spendere per lo scalo perchè non distinguere (qualora si possa fare, visto che disconosco il motivo per il quale vengono erogati e da chi)quota parte da destinare alla mobilità dei reggini e quota parte destinata all’incremento turistico?
    Per le rotte “etniche” dal Tito si può parlare delle note Pisa, Bologna, aerea milanese e poco più. Basta non fissare i paletti che taluni avevano fissato nel precedente bando di incentivi per la continuità territoriale e secondo me c’è spazio per compagnie tipo Volotea e Airone.
    Per le rotte necessarie ad incrementare il turismo ripetiamo da anni che ci dovrebbe essere una strategia pianifica tempo prima con il coinvolgimento dei principali attori territoriali (Comuni, Province, Camera di Commercio, rappresentanze albergatori etc) e se non si riesce a combinare nulla di buono abbiamo un’altra carta da sfruttare: Sicilia, Eolie, Taormina, Crociere, Tropea. A chi importa(arrivati ad un certo punto) se non riusciamo a far decollare il turismo nelle nostre zone? Un buon amministratore di Sogas, avendo attorno a se tanti attori sordi, per il bene dell’azienda che amministra pensa anche e soprattutto di avere introiti (voli e passeggeri e attività non-core) indipendentemente dal contentino locale (Pisa ne è un esempio, per un decennio è stata fatta passare come aeroporto di Firenze da Ryanair in primis e dalle compagnie charter poi).

  27. Il meeting con Ryanair a Londra…!? Assolutamente una perdita di tempo e di denaro visto che gia` il tutto si sapeva, potevano invece organizzare una video-conferenza per quello che c’era da chiarire.
    Ho avuto l’impressione che il presidente Scopelliti abbia anche usato la conferenza stampa per confermare,in un modo indiretto, che al momento non si vuole o non si puo` investire nel territorio(Reggio e provincia) per aumentare le strutture ricettive necessarie per un turismo più o meno di massa /low-budget. Mi sembra di aver capito che le centinaia di migliaia di passeggeri (turisti) che eventualmente arriverebbero con Ryanair troverebbero delle strutture adeguate, sufficienti e competitive per il loro soggiorno? Inoltre, se ancora ho capito bene, in questi tempi di crisi globale questa è la soluzione per risollevare l’industria del turismo e il suo indotto nei territorio di Reggio e provincia?
    Inoltre lui stesso e i rsponsabili al turismo per la Regione Calabria non devono lavorare duro per promuovere il turismo, molto meglio promuovere questo in un modo indiretto tramite Ryanair o altre compagnie low-cost. In altre parole pronti a elargire fondi a terzi per cercare di trovare senza sforzi una soluzione…….ovviamente tutto va a farsi friggere se non prima si risolvono i problemi con l’aeroporto.
    Correggetemi se ho capito male.
    Tks and rgds

  28. @ Gabs:
    Tu hai capito molto bene.
    Il problema è che il 70% delle persone, compresi molti frequentatori di questo sito vogliono fr per due motivi.
    Il primo è la gelosia nei confronti di lamezia (loro si e noi no, uffa!).
    Il secondo è che vogliono andare a londra con 30 euro (ammesso che ciò sia mai possibile).
    Del turismo, del fatto che ryanair non incrementerebbe la ricettività, che qui non ci sarebbero i posti per accogliere queste persone, non frega un tubo a nessuno…

  29. @ francesco65:
    le limitazioni non verranno mai rimosse, da quanto ho capito dalla conferenza stampa a breve si incontreranno in enac, gli diranno che non c’è nulla e tutto cadrà nel dimenticatoio.

  30. @ Pilota75:
    Mai dire mai….

  31. @ Pilota75:
    Trapani, Brindisi!?

  32. Non si baratta la sicurezza, né per 1 né per 100 voli in più. E’ stata tutta una operazione di facciata per prendere in giro gli elettori reggini e dare la colpa ad altri del mancato decollo del Tito. Prima questa gente se ne torna a casa, meglio è. Purtroppo troveranno sempre gente che li voti, perché la madre dei cretini…

  33. Sono stato presente alla Conferenza indetta presso il Consiglio Regionale (rectius Parlamento Regionale) Sala “Giuditta Levato” .
    Tanti giornalisti, ho visto e salutato i Ragazzi del Sito (che appunto dò il mio grande applauso) , qualche politico regionale e pochi referenti di altre Compagnie Low Cost.

    Argomenti per altro risaputi ma EVIDENZIATI ancora una volta.

    Unica Novità viene da parte Sogas (Dott. Giovinazzo): un grande sforzo per ovviare queste problematiche aeroportuali (speriamo che veramente ciò possa accadere).

    E’ stato spiegato a modo loro perchè Ryanair e no altre Low Cost per il Nostro Aeroporto.

    Sono seguite alcune interessanti domande ma con laconiche risposte.

    Dopo tanti saluti a tutti.

    Tutto qui punto.

    PERTANTO a mio modesto avviso il resto è solo mera speculazione ed inutile dietrologia.

    Condivido appieno quanto scritto dagli AMICI: @GIUSEPPE IMBALZANO (MYERS) – @FRANCO – @FABIO SURACI (TRASPORTISTA) – @GABS .

    Però devo segnalare che a Reggio Calabria si è creata una situazione molto particolare: Tanti B&B anzi si sono moltiplicati in modo esponenziale da fare vera c oncorrenza al concetto tradizionale di Albergo (vedi Excelcior che sta licenziando personale per carenza di clientela).

    Personalmente ogni giorno vedo intorno al mio Studio (almeno 6 strutture di B&B) pieno di gente : Canadesi francofoni, Coreani, Italiani del Nord, Tedeschi, Francesi ed altre nazionalità e, sovente, quando sono in strada, devo dare Info che generalmente competano alla Polizia Locale o a quella Turistica; PERO’ che VERGOGNA vedere la città piena di cartacce, cicche, e sacchetti di spazzatura abbandonati ai cigli dei marciapiedi, questa è inciviltà tout court!

    Adesso speriamo bene che almeno UNA LOW COST possa operare da Reggio Calabria.

    SOGAS FAI PRESTO E BATTI I PUGNI perchè REGGIO CALABRIA e la sua PROVINCIA non possono più aspettare!

    Un Saluto a Voi Tutti da Domenico.

  34. @ francesco65:
    cosa significa: trapani, brindisi?

  35. a proposito di voli e compagnie low cost, desidero segnalare quest’articolo pubblicato questa mattina: http://www.repubblica.it/economia/2013/05/19/news/decolla_il_prezzo_dei_biglietti_il_volo_non_pi_low-cost-59063243/

  36. @ cristina:
    i prezzi non sono aumentati “ultimamente” per via ad esempio di addizionali assurde (carta di credito, etc.) semplicemente i giornalisti se ne sono accorti solo ora… anzi quest’anno ryanair ha tolto quella odiosissima tassa sulla carta di credito (a meno di non usare la loro carta).

  37. Comunque secondo me per reggio servono voli charter abbinati a pacchetti vacanze… un po quello che succede ad esempio in egitto, vista la cronica mancanza di infrastrutture ci vuole qualcuno che prenda i turisti e li porti ad esempio a tropea, nelle isole eolie, etc. io vedo molto bene i russi (i nuovi ricchi) che verrebbero anche nei mesi invernali.

  38. @ Enzo:
    la storia della carta di credito l’avevo sentita già da un pò (e ho tratto le mie considerazioni personali). Non ti nascondo però che giorni fa ho simulato un volo Lamezia Pisa e devo dire che quanto detto dall’articolo rispondeva a verità

  39. @ Enzo:
    se paragoni l’industria turistica egiziana a quella inesistente reggina significa che non sei mai andato in egitto.

  40. @ cristina:
    re: Articolo su repubblica
    ….quello che a me fa arrabbiare di più è che quasi tutte queste compagnie pagano tasse irrisorie o addirittura non pagano nulla al fisco italiano poiche` le transazioni vengono fatte via i loro headquarters operanti e registrati overseas.
    Purtroppo questo e` uno dei risvolti negativi dell’uso, ormai arrivato all’eccesso, di offrire tutti i servizi(anche quelli pubblici) tramite internet. La gente in generale e principalmente i giovani, cascano nella trappola del “quick and cheap” infatti dobbiamo far tutto noi incluso la stampa di tutti i necessari moduli,tickets etc. e infine, un assurdo, dobbiamo anche pagare dei costi di amministrazione!!? Il paradossale è che poi ci si lamenta che non ci sono sufficienti posti di lavoro…ma nessuno (incluso i politici con le loro promesse di lavoro e che sanno di non poter mantenere) commenta sul fatto che oggigiorno, cosa normale, tutte le compagnie private e tutte le pubbliche istituzioni riducono il personale e i costi perchè implementando sempre di più la vendita e il servizio on line.
    rgds
    rgds

  41. @ Pilota75:
    sono stato in egitto ed anche in altri paesi del terzo mondo… appunto perche’ le infrastrutture turistiche reggine sono quasi inesistenti (anche l’egitto manca totalmente di infrastrutture, ma tanto vengono a prenderti in pulmino e tu neanche te ne accorgi) bisogna che i turisti siano “accompagnati” fino a destinazione… alcune localita’ sarebbero attrezzate ad accogliere turisti (es. tropea) pero’ bisogna che chi atterra a reggio non sia lasciato solo… bisogna poi ovviamante cambiare la mentalita’, vedere il turista come una risorsa, anzi come l’unica risorsa per creare ricchezza (spero prima o poi finisca l’epoca dell’assistenzialismo che invece che aiutare ha rovinato il sud) in una terra che ha tante risorse e non come un ‘rompiscatole’ ma per questo forse ci vuole tempo…

  42. @ Enzo:
    secondo me non sei stato in egitto se sei convinto che sia terzo mondo e che non abbia infrastrutture.
    i turisti vengono accompagnati per motivi di sicurezza.
    Gli hotel presenti in egitto ce li sogniamo, fiumicino in confronto all’aeroporto del cairo è uno sputo in quanto a modernità, pulizia e servizi!
    Per non parlare della mentalità turistica, voglio vedere quanti commessi italiani parlano inglese, arabo e russo….

  43. @ Pilota75:
    Il fatto che ci siano alberghi di lusso non vuol dire che non sia terzo mondo…prova a girare di solo in egitto o ad avere qualche problema sanitario. I potenziali turisti che verrebbero in calabria non lo farebbero per stare in un albergo lussuoso ma per vedere una varieta’ di cultura e un posto dal territorio molto vario (mare, montagna). Ultimamente sono stato in peru’ e ti assicuro che ho spesso dovuto dormire in bettole (non sono attrezzati per un turismo che cresce da 10 anni a ritmi del 15%/anno). Ho visto gente (spesso giovani) dormire in posti senza acqua calda e con igiene pessimo (non mi dilungo nei particolari..). Quanti peruviani parlano inglese??? I turisti se vogliono si adattano… il punto e’: quanti stranieri (o quanti italiani o quanti calabresi) sanno cosa c’e’ di bello da vedere in calabria?

  44. @ Enzo:
    certo che qui gli stereotipi vanno a mille…mi sembra inutile ribattere a chi è davvero convinto che l’egitto sia terzo mondo, che se si ha un problema sanitario lì chissà cosa succede (da noi invece…il top!), che se si gira da soli ti ammazzano (da noi sempre tutti tranquilli…ti invito ad andare alle 9 di sera nella zona questura centro città).
    Quella della cultura…wow…un museo chiuso da anni, i siti archeologici usati come discarica…si si c’è cultura da noi!

  45. @ Pilota75:
    al cairo la gente dorme nei cimiteri perche’ non ha i soldi per stare un una casa…basta questo per definire l’egitto “terzo mondo”. Per quanto riguarda la “cultura”, si potrebbe ad esempio offrire un tour con scolacium, locri, villa di casignana, etc. mangiando in agriturismo sotto gli ultivi (i russi sarebbero ben felici di passare dai loro -30°C ad un’atmosfera di questo tipo). E poi non a tutti piacciono hotels a 5 stelle, molti turisti preferiscono andare in un posto (anche arretrato) che gli dia qualcosa di diverso. mi e’ capitato di dover andare ad helsinki in novembre e c’era da suicidarsi per il grigiore continuo del cielo.

  46. @ Enzo:
    ahah come sei superficiale…ti invito ad informarti sulla città dei morti prima di banalizzarlo a semplice cimitero!
    Meglio li che non il 208 e tutti gli altri quartieri dove vivono gli zingari.
    ma che giri a fare il mondo se ne hai una visione ottusa e non documentata…è normale che a helsinki a novembre sia buio…vacci ad agosto e trovi la luce fino a mezzanotte!

  47. non sto banalizzando, forse per te sarebbe un bel posto dove vivere?
    Quello che intendevo e’ che i mesi autunnali-invernali nel nord europa sono orribili mentre il sud italia risulta piacevole, e’ secondo me quello il periodo da sfruttare per attrarre turisti con il patrimonio culturale (mal gestito sicuramente, ma c’e’).

  48. Per la cronaca al 208 non ci sono zingari.Una volta c’erano .

  49. @ airfly:
    lo so ma sono stati trasferiti in un nuovo 208…vai a ciccarello idem (sparano alla polizia se si permette ad entrarci…); reggio è piena di baracche!

  50. @ Enzo:
    ma dimmi, onestamente, lo vedi molto diverso da un 208 che c’era fino a qualche anno fa o rispetto a ciccarello?
    Ora non siamo più terzo mondo solo perchè lo abbiamo smantellato?
    Parli dei luoghi turistici…fatti una passeggiata in questi luoghi che tu chiami culturali e poi vediamo se te la senti di portare un turista.

  51. Allora scrivi Ciccarello ,poi posti come questi è pieno in tutte le città del mondo. Comunque non capisco tutta questa paura che hai degli zingari.Io passo milioni di volte al giorno prendo il caffè in un bar del posto e mai nessuno mi ha mai detto niente.

  52. sinceramente questi luoghi sono tenuti molto bene e ci sono anche persone che gratuitamente ti accompagnano a visitarli. Anzi, la cosa assurda e’ che spesso non si paga il biglietto! Ritorno sempre al punto, quante persona sanno dell’esistenza di questi luoghi? Mio cognato e’ emiliano ed e’ rimasto entusiasta quando li ha visitati. Io abito a Bologna anche se di origini calabresi, in tutte le citta’ ci sono zone dove con accampamenti di zingari e che salgono sugli autobus rendendo l’aria irrespirabile!

  53. @ Pilota75:
    Fermo restando le lacune locali in ambito ricettivo (sono cresciuti comunque i B&B) non mi pare che Trapani e Brindisi (150 mila abitanti in due) surclassino Rc nel merito.

  54. @ francesco65:
    le conosci come zone? mai sentito nominare erice, marsala, san vito lo capo? ci sei mai stato? se ci hanno svolto l’america’s cup li e non a regiio un motivo ci sarà…

    stesso discorso per brindisi, devo farti l’elenco di tutte le località turistiche lì vicino?

    sa noi l’unica conosciuta, forse, è scilla…poi un turista chiede come raggiungerla e lì si impunta il carro!

    Ragazzi…aprite gli occhi…viviamo in un cesso di posto…non so che esperienze abbiate avuto nella vita ma siete davvero convinti di vivere in un paese civile? ma dai!

  55. Sondaggio easyjet su facebook… x nuove tratte, votiamo Reggio, non servirà ma comunque proviamoci!!
    https://www.facebook.com/questions/10151680639521412/

  56. @ Antonio:
    speriamo di no, non mi piace u2

  57. @ Pilota75:
    Se allarghiamo gli orizzonti all’hinterland locale (visto che parli delle zone limitrofe a Trapani e Brindisi) allora i nostri numeri (posti letto) tengono.
    Trapani nel 2007, se non vado errato, è balzato da 200mila passeggeri circa a poco più di un milione. Val la pena provare…

  58. @ francesco65:
    ripeto…trapani e la sue località limitrofe erano pronte ad accogliere questo numero di pax, reggio lo è?
    immagina che sbarchino il venerdì il volo da berlino con 110 pax, quello da bergamo sabato mattina con altri 80, pisa e bologna idem…dove li metti?

    La verità sai qual è? che questi voli, tranne il berlino, servono solo alla mamma ad andare a trovare il figlio ogni 15 giorni e viceversa…ed io dovrei mantenere con le mie tasse questi voli? ma finiamola!

  59. ugualmente manteniamo i voli anche se non vengono a Rc.a sto punto pago le addizionali ma usufuisco del volo nell’ aeroporto piu’ vicino.

  60. I voli per la mamma no, quelli per andare a trovare la ragazza neanche, quegli altri ancora per rivedere i parenti nemmeno, quelli per i potenziali vacanzieri si, ma non c’è il posto letto. E poi c’è la spazzatura, mancano gli altri collegamenti, si ma per vedere cosa!?
    Leopardi era un dilettante…

  61. @FRANESCO65 BRAVO BRAVO.
    Mamma mia quanto livore per Reggio Calabria !!

    Tutto questo perchè Rayanair non deve volare dal Tito Minniti.

    Per Info la Città di Reggio Calabria è stata una delle prime a livello europeo a dare una concreta sistemazione alloggiativa e di accoglienza al Popolo Rom quando all’Est Europa (Comunismo imperante) era persino loro vietato aprire bocca sui mezzi pubblici (una per tutti la Romania di Ceaucescu).

    Poi se i Rom hanno interpetrato male il loro ruolo ed hanno fatto di testa loro non è colpa della Città di Reggio Calabria!

    Bisogna dire che la SOGAS per il momento si stà muovendo bene e pertanto auguriamo tutto il possibile per riuscirci!

    Un Saluto a Tutti Voi da Domenico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.