Anche l’Airbus A330 Alitalia con la livrea dei Bronzi per promuovere la Calabria

Dopo l’Airbus A320 – 216 marche EI – DSM, anche l’Airbus A330 – 202 marche EI – EJG esce dall’hangar ridipinto con i Bronzi di Riace e lo slogan “Gira e rigira, la Calabria ti sorprende sempre“. L’aeromobile sarà impiegato per le rotte intercontinentali.

Parlando con alcuni tecnici del settore, mi facevano notare che gli adesivi incollati sulla fusoliera non avrebbero avuto vita lunga poiché non si tratta di vernice come si usa per le livree. Come volevasi dimostrare è bastato un solo volo per far staccare un pezzo di adesivo proprio sulla fronte di un Bronzo di Riace. E pensare che abbiamo pure pagato…

Vedremo se questa campagna di promozione turistica della Regione Calabria produrrà gli effetti sperati. Intanto i tedeschi non sono voluti venire in Calabria per tutto il mese di Aprile, attendiamo di capire cosa succederà a Maggio. Dei nuovi voli annunciati in conferenza stampa circa 20 giorni fa, molto probabilmente si è in attesa di chiudere gli ultimi accordi. Ancora nessuna compagnia (a parte il volo su Genova di Volotea), ha messo in vendita i voli ed è probabile che l’inizio possa posticiparsi a Giugno. Infine sembra che le ultime vicende Regionali abbiano fatto slittare anche la seconda convocazione per la Conferenza dei Servizi in merito agli Oneri di Servizio Pubblico da destinare per due destinazioni dall’Aeroporto di Reggio Calabria.


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTripAdvisorTrivagoVolotea

14 commenti

  1. Soldi buttati

  2. Ma dal 10 al 31 maggio voletea opera un collegamento settimanale per Venezia solo il sabato??vorrei info perché dovrei prenotare in quel periodo

  3. @ Xxx889:
    Si sembrerebbe sia così dal loro sito.

  4. Volotea ha ridotto troppo la sua presenza a Reggio? Che dicono a fare che hanno avuto buoni risultati a Reggio quando invece di incrementare cancellano voli?

  5. Cioè l’anno scorso ha operato su venezia sempre, in inverno con un 2xw e poi via via incrementando sino a 5 o 6 xw..ora in inverno non ha operato e ora riduce..bel modo di incrementare però..

  6. I Tedeschi sono grandi viaggiatori ma molto attenti anche
    sul centesimo da spendere!

    Spesso vedo la ZDF ed ascolto altri canali e posso dirvi che la situazione tedesca non è rosea come la si vuole fare credere!

    Secondo Voi perchè dovrebbero venire in Calabria in questo periodo se negli anni passati NESSUNO ha parlato Loro di questa stupenda terra?

    Quanta pubblicità mirata è stata fatta nella Repubblica Federale?

    Ed in ultimo bisogna tenere in conto che la CRISI ha toccato tutte le famiglie (i diversi Lander stanno sovvenzionando e sopportanto tutti gli sforzi, adirittura la Chiesa Luterana (Confessione di Stato nei Lander Protestanti) ha lanciato l’allarme sociale; E’ in questo contesto si comprende bene quante persone possono farsi una vacanza al di fuori della solita e molto economica Spagna!

    Avete compreso adesso?

    Un Saluto a Tutti Voi da Domenico.

  7. Francesco Turak

    Una mia osservazione legata strettamente a questa campagna pubblicitaria: mi sembra che manchi un sito web di riferimento per coloro che, notando, questo messaggio possano essere interessati ad approfondire l’aspetto Calabria da un punto di vista turistico. A mio avviso questo e’ un grosso “errore” di comunicazione/marketing… dietro tutta l’iniziativa
    In una simile iniziativa della Regione Friuli Venezia Giulia invece il sito Turismo FVG viene visualizzato sulla fusoliera dell’aereo.

  8. Anche la livrea del Friuli Venezia Giulia su di un A319 Alitalia

  9. perché i tedeschi non vengono in Calabria: proprio oggi la Calabria ha un collegamento diretto con monaco

  10. @ Vito:
    non bengono a reggio, il che è differente.
    A lamezia ci sono ben 3 compagnie di linea tedesche. Lufthansa, Germanwings e air berlin; oltre a diverse compagnie charter.

  11. @ DOMENICO:
    Anch’io saltuariamente sfoglio qualche quotidiano tedesco on line, e qualche volta mi e` capitato di veder pubblicati articoli che riguardano il Sud Italia. Devo dire e credo altri concorderanno con me, che quando parlano della Calabria o nel caso specifico di Reggio e il suo territorio i temi principali sono la ndrangheda, la corruzione, la disorganizzazione e tutto cio` che puo` influenzare in modo negativo la scelta dei tedeschi per farsi una vacanza a Reggio o nei suoi dintorni. Inoltre da quando c’e` stata la famigerata strage di Duisburg questo triste episodio ha contribuito e continua a contribuire ulteriormente e in un modo estrememente deleterio a rendere quasi del tutto vani i pochi tentativi (male organizzati) che si son fatti a suon di milioni di euros per incentivare la presenza dei turisti tedeschi in altre zone del territorio reggino.
    Condivido con te sul fatto che la situazione economica tedesca non e` rosea per come si vuol far credere e che “purtroppo” si e` distanti anni luce per poter, anche in modo marginale, competere con quello che offre la Spagna con le sue innumerevoli offerte di vacanze a prezzi stracciati che vengono offerti in Germania ed anche qui in GB.
    rgds

  12. @ GABS Hai indovinato appieno il nocciolo duro della questione!

    Occorre dire che per il momento la Provincia di Reggio Calabria non ha un grande investitore turistico che possa invogliare una moltitudine di Turisti ma offre chicche di nicchia che se ben sfruttate possono contribuire a far uscire questo territorio dall’anonimato!

    Sono stato a Londra (ahimè solo per tre giorni), ma ho avuto tempo per visitare il British Museun ed ho visto il primo trattato di amicizia nella Storia tra Atene e Reggio Calabria una colonna alta appena 50 cm circa ma qui a Reggio e dintorni quasi nessuno lo sa figuriamoci nel resto dell’Europa per rimanere nei nostri paraggi, questo incide anche nel complesso!

    Speriamo sempre in bene, per il futuro di TUTTI NOI che resistiamo qui in modo eroico!

    Un saluto a Tutti Voi da Domenico.

  13. @ DOMENICO:
    Il trattato d’amicizia tra Atene e Reggio l’ho messo sul mio timeline il 26 maggio del 2011 e per molti miei amici e` stata una sorpresa. Tu pensa (questo avviene regolarmente con altri musei italiani, inclusa la galleria degli uffizi) a uno scambio temporaneo di opere d’arte,inclusi i Bronzi,tra il British Museum e il museo della Magna Grecia quanti benefici questo porterebbe alla citta` di Reggio Calabria e l’aeroporto ma no i “politicanti” reggini hanno paura che i bronzi possano essere clonatio chissa` cosa!!
    rgds

  14. Interessanti gli ultimi due paragrafi con i commenti sui vari enti nazionali e regionali per come in malomodo gestiscono i fondi altresi` destinati allo sviluppo del turismo in Italia e i dati sui voli dalla Germania per la Spagna e il Sud d’Italia.
    rgds
    http://italians.corriere.it/2014/04/17/detesto-lespressione-i-panni-sporchi-si-lavano-in-famiglia/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.