Reggio Calabria, da domani soppresso il volo per Torino

Riporto da IlDispaccio.it:

Da domani Alitalia non effettuerà più la tratta Reggio – Torino. Nei mesi scorsi era stata disposta una proroga tecnica per mettere a punto un bando di gara per assegnare la tratta. Ma così non è stato. “Non ci sono stati i tempi tecnici necessari”, ha detto oggi pomeriggio il presidente della Sogas, Carlo Porcino

A settembre, durante un incontro,  l’amministratore delegato di Alitalia Gabriele Del Torchio aveva rassicurato il Presidente Scopelliti che, per quanto riguarda la tratta area Reggio Calabria – Torino effettuata da Alitalia, non ci sarebbe stata alcuna interruzione perché la stessa Alitalia avrebbe garantito il servizio in attesa del nuovo bando che sarebbe dovuto essere autorizzato dal Ministero delle infrastrutture. Allora Giuseppe Scopelliti aveva espresso tutta la sua soddisfazione per la disponibilità manifestata dall’Amministratore delegato Del Torchio ed aveva ribadito l’importanza per la Calabria della sinergia con la compagnia di bandiera italiana.

Anche Porcino aveva commentato: “L’intesa di massima raggiunta con Alitalia, come annunciato da parte della Regione, che prevede anche la prosecuzione del collegamento diretto dall’Aeroporto dello Stretto da e verso l’Aeroporto di Torino Caselle è decisamente una notizia rassicurante per la nostra Società di Gestione ma, soprattutto, per le migliaia di passeggeri interessati a questa tratta. Speriamo adesso decidano di aprire nuove tratte, ma soprattutto finisca la politica dei tagli selvaggi”.

Fonte: http://www.ildispaccio.it/reggio-calabria/35731-reggio-da-domani-soppresso-volo-per-torino


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTripAdvisorTrivagoVolotea

66 commenti

  1. questo aeroporto ha bisogno di una vera “scossa” per Trovare una propria localizzazione nell’ambito dello Stretto ho veramente muore

  2. L’ennesima porcata! possibile che la Sogas non riesca a mantenere un collegamento stabile con Torino dove risiedono centinaia di migliaia di calabresi.Così com’era, con frequenza di due voli alla settimana, funzionava bene e garantiva riempimenti di passeggeri in tutti i periodi dell’anno. Dove sono andate a finire le (false ?) promesse dei presidenti Scopelliti e Porcino fatte ad agosto in cui si erano impegnati a garantire la continuità del collegamento. Siamo alla frutta; spero in un miracolo affinchè si faccia avanti qualche nuovo vettore

  3. Ho che Bello! Non esiste più L’Alitalia ? Caro Vito è un problema Nazionale , impossibile migliorare ! Via tutti altrimenti Affondiamo con Loro…. Salutoni Joe .

  4. Vergogna, non riescono a mantenere neanche un volo che viaggia sempre pieno..Scopelliti ormai lo sappiamo fà solo proclami e conferenze stampa, ma di concreto poi il nulla! Vergognatevi tutti!!

  5. @ unico:
    Evidentemente non si mantiene da solo perchè antieconomico. Fanno bene a tagliarlo.

  6. pazzescoi , sarebbe una grande beffa per alitalia se la tratta venisse effetuata da volotea .

  7. @ Pilota75:

    Il motivo è che Alitalia vuole i soldi cioe che la regione finanzi la rotta..la tratta va benissimo e si regge benissimo da sola inutile che fai finta di non capire…Alitalia vuole solo tirare la corda x beccare più soldi

  8. scusate ma se il volo è sempre pieno, per quale follia dovrebbero tagliarlo ?

  9. un articolo che fa preoccupare sul futuro dell’aeroporto e come in effetti la sogas ormai non e` piu` in grado di gestire la troppa ingarbugliata situazione legale e amministrativa dell’aeroporto….

  10. @ Pilota75:
    Con LF dell 85% non mi sembra sia antieconomico

  11. Hanno “rapito” il Reggio-Torino e ora vogliono il riscatto dalla Regione. Possono permettersi di farlo perché chi ci rappresenta politicamente non ha nessun peso a Roma.

  12. Vi dico io a mio modesto parere perché Alitalia senza soldi la taglia. Perché i disgraziati come me dovranno fare REGGIO-ROMA-TORINO sempre con Alitalia e piu caro. Ma si sbagliano perché si potra anche optare sempre con scalo per Blu-Express o prendere un Lamezia-Malpensa di Easyjet. Alitalia= Always Late In Takeoff And Landing Irritating All.

    Volotea, é la tua occasione e tirerebbe molto piu del Genova

  13. volevo solo segnalare che oggi i voli AZA1196 (Torino-Reggio) e AZA1197 (Reggio-Torino) sono schedulati, quindi la sospensione non è da oggi 10/01/2014

  14. @ Ingegnere90:

    Commento perfetto

  15. @ PaoloS.:
    Devi vedere gli yeld, se tutti i biglidtti sono venduti a 70 euro non gli conviene tenerlo. Cmq puoi sempre andare a lamezia.

  16. e quelli che hanno fatto il biglietto???

  17. @ antonio:
    Rimborso o riprotezione

  18. ma bisogna chiamare quei cocomeri di alitalia?????

  19. Come sempre a Torino si lamentano..qua i nostri cari concittadini alla regione se ne stanno strainfischiando

  20. Ho il volo prenotato per il 21 gennaio, non mi hanno comunicato nulla

  21. Volo ripristinato grazie a Sagat, menomale che ci pensano gli altri perchè da noi non sono in grado di fare nulla!!

  22. @ unico:
    Ripristinato? Dicono che vogliono soldi dalla regione che mi auguro proprio non dia. C’è già il lamezia….

  23. @ Pilota75:

    Se per questo c’è pure a Catania e a Palermo..gli diamo il premio ??

  24. @ unico:
    Buono! Visto che hai subito trovato l’alternativa?

  25. Cose da pazzi!!!
    ma non si poteva evitare questa figura del cavolo.
    P.S. nessun plauso ai politici …
    http://wwew.ildispaccio.it/reggio-calabria/35833-l-annuncio-di-scopelliti-tra-qualche-giorno-nuovamente-operativo-il-reggio-torino-di-alitalia

  26. @ Migrante:QUESTA SI CHIAMA”MOSSA ELETTORALE SCOPELLITI”

  27. quanti casini che fa alitalia per una rotta che funziona , ma per viaggiare senza contributi che vorrebbe?

  28. @ aiofb:
    Non la vorrebbe affatto. È una rotta palesemente in perdita.

  29. @ Pilota75:
    Ah quindi hai le carte e non ce le vuoi fare vedere? Hai lo yield per dire che è una rotta in perdita?

  30. @ Roberto Sartiano:
    Non è che si può sempre dire tutto. Vi basta il fatto che alitalia l’ha chiusa per capire che è in perdita e non credo proprio la riattiveranno.

  31. @ Pilota75: Dici e non dici.. come al solito. O come si dice a Reggio: tiri a petra e mucci a manu.

  32. @ Pilota75:
    Ti spiego il meccanismo.
    Alitalia ha il coltello dalla parte del manico e minaccia di sospendere il volo. Lo fa a Gennaio mese morto trasportisticamente parlando. E’ chiaro che la strategia è quella di riprendere il finanziamento da 600 mila Euro annuali e guadagnarci anche dalla vendita dei biglietti visto l’86 % di load factor. A queste condizioni non è una rotta in perdita. Tutti ricordiamo le rotte in continuità territoriale di Alitalia da Crotone per Fiumicino dove viaggiavano 15 passeggeri. Lì Alitalia dichiarò di essere in perdita, quì per il Torino – Reggio Calabria non l’ha mai detto.

  33. @ Roberto Sartiano:
    Non lo dice esplicitamente, ma cosa intende quando dichiara che se non ha i contributi non vola? Cmq non lo riattivano più, troppi costi.

  34. @ Pilota75:
    Dice solo che gli conviene di più volare con i contributi e che siccome ci sono (se la Regione Calabria si decide a sbloccarli) è logico che punta ad averli.
    Se non ci fossero i contributi Alitalia ha come base di partenza degli ottimi riempimenti vendendo i biglietti a 100 Euro solo andata che come prezzo di mercato non è poco. Non può dire di riempire l’aereo applicando tariffe da 30 Euro (altrimenti nessuno li compra) e quindi generare delle perdite.

  35. @ Roberto Sartiano:
    No, perchè già sanno che ai prezzi di mercato sarebbe un flop. Gli conviene che le persone vadano via fco.

  36. @ Pilota75:
    Invece sai che ti dico. Che se Alitalia decide di non operare la rotta si tira da sola la zappa sui piedi. Dopo aver visto che i riempimenti ci sono, vedrai come ci saranno compagnie a prendersi la rotta, tra cui Volotea. Quindi vedrai come oltre a perdere i passeggeri diretti Alitalia perderà anche una percentuale di passeggeri che faranno il transito a Fiumicino.
    Come vedi sono tante le cose da tenere in considerazione.

  37. @ Roberto Sartiano:
    Vedremo….

  38. @ Roberto Sartiano:
    anche io penso che alitalia debba pensarci un pò prima di liberare la rotta , la torino reggio sembra calzare a pennello a volotea , credo anche meridiana ci popssa fare un pensierino.

    mi chiedo se alitalia abbia fatto tutti questi calcoli quando è andata a far concorrenza a ryanair sulla pisa lamezia .

  39. sembra somigliare tanto alla tattica usata nelle bancarelle per la contrattazione del prezzo (ma al contrario in questo caso: Alitalia va via, e la Regione a pregarla di restare, dandole più soldi). che tristezza!

  40. @Cristina
    Il probblema non é la tratta per Torino,tanto alla fine un accordo ci sarà, con o senza altalia,ma la domanda da porsi é: quale futuro per il nostro aeroporto?
    La Sogas é morta e sepellita,enti locali,politici, e quant’altro che fanno giusto un bla bla bla..per i loro interessi,ma a livello nazionale/regionale non hanno potere.L’unica cosa sarebbe trovare(cosa difficile)dei privati professionisti e qualificati nel settore aviazione/territorio,che vogliono investire nel nostro aeroporto.
    Io lo spero…

  41. @ Tony:
    Senza concessione non troverai mai un privato.
    L’unica è sperare finisca come rimini.

  42. @tony: lo auspico anch’io, nonostante il panorama locale, in fatto privati professionisti qualificati nel settore sia fortemente desolante 🙁

  43. Reggio deve diventare (se ne è capace) il collegamento veloce con il Nord Italia (per l’area dello stretto, perchè parte della jonica ed il tirreno alto arrivano prima a lamezia)
    Crotone può aspirare al massimo (se vi è un riscontro economico) al charterismo per la Jonica alta – anche CS-)
    Lamezia deve diventare l’unico vero aeroporto calabrese ove concentrare tutti i low-cost o non se ne esce.
    ma davvero possiamo pensare che in Calabria si possa fare due voli settimanli per l’Inghilterra ? (per la Cornovaglia neanche per Londra)o per sperdute e sconoscute località germaniche?
    le somme regionali non vanno utilizzate a fini elettorali ma vanno utilizzate per individuare nuovi mercati che non possono non convergere nell’unica struttura discreta e baricentrica all’intera regione

  44. @ vito migliazza:
    scusami ma di che baricentro parli?

    catanzaro fa 88.700 abitanti
    lamezia 70.350 abitanti
    crotone 59.000 abitanti
    vobo 34.000 abitanti
    cosenza 68.000 abitanti
    totale 320.050 abitanti

    reggio calabria ,si trova al centro di una più grande Area metropolitana in continuità territoriale, culturale, sociale ed economica con l’area metropolitana di Messina (separata solamente da un braccio di mare largo poco più di tre chilometri). Con essa costituisce l’Area Metropolitana Integrata dello Stretto o Città Metropolitana dello Stretto, area che in totale conta oggi circa 885.000 abitanti.

    se a reggio e messina si svegliassero un pò , forse il minniti viverebbe anni migliori .

    chiedo scusa agli abitanti di crotone se li ho inseriti negli utenti di lamezia , purtroppo l’igordiagia catanzarese ha ridotto il sant’anna ad un aeroporto fantasma , per colpa degli alberi troppo alti che impediscono a ryanair di atterrare .

  45. @ aiofb:
    In pratica per reggio consideri anche la provincia, per le altre città solo il capoluogo….che dire…lavori in sogas?

  46. @ Pilota75:

    ok reggio fà 180.000 abitanti.

    ma i numeri non dicono che lamezia è il baricentro .

    della calabria , era solo una risposta a vito , certo mettendo tutti gli abitanti dell’area integrata dello stretto ho esagerato ( ma il nemero 885.000 rendeva l’idea di baricentro).

    non lavoro in sogas , forse sull’argomento sogas ho un parere simile al tuo .

  47. @ aiofb
    baricentro nel senso di centralità regionale (geografica e trasportistica)
    equamente distante da 4dei cinque capoluoghi di provincia

    e dalla maggior parte del bacino demografico calabro

  48. quello che mi sforzo di far capire è che se tutti gli inutili tentativi di avere un volo in più (se internazionale è meglio perchè cosi “ci cambia la vita”) bisognerebbe verificare per la Calabria (di Messina me ne frego – con rispetto- ma sono Calabrese)-se ogni aeroporto calabrese individusse il proprio limite dimensionale e si verificasse se lo stesso è o meno economicamente valido- quale è l’aeroporto sul quale far convergere più voli
    io ritengo sia lamezia proprio perchè al centro della Calabria (attaccato alal stazione, allo svincolo A3 e alla superstrada dei due mari, alla città capolguogo di Regione, etc)
    tre voli per Londra (uno per aeroporto) non li avremo mai, però, forse, potremmo incrementare quello che si basa su Lamezia

  49. (scritto malissimo ma credo renda l’idea)

  50. ma il volo lo riattivano o no??????

  51. @ aiofb:
    I numeri invece dicono proprio quello…lamezia è al centro della calabria. Ti sarebbe bastato guardare una carta geografica per capirlo…

  52. @ antonio:
    No. Ma dicono di si per problemi elettorali.

  53. A proposito della situazione di Alitalia a livello nazionale, se possibile (e spero che gli amministratori non cancellino il commento) vorrei segnalare quest’articolo:http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/01/15/fiumicino-compagnie-low-cost-divorano-spoglie-di-alitalia/838300/

  54. @ Pilota75:
    io guardo la cartina , reggio e messina sono attaccate e possiamo fare sitema per uscire dall’isolamento.

    ma evidentemente la pensiamo in modo diametralmento opposto,

  55. @AIOFB Quoto appieno quanto da Te scritto!

    Ogni cosa è baricentrica basta sapere da quale punto la si vuole guardare!

    Questo Teorema è stato ampiamente sperimentato sulla pelle di TUTTI I REGGINI – Punto!

    ALITALIA ha riattivato il Volo Torino-Reggio Calabria e viceversa per tanti motivi in primisis perchè ha un buon riempimento e poi vengono le altre considerazioni: pressione politica ed altro ect ect…

    Però un critica alla SOGAS deve essere fatta DEVE FARE DI PIU’ in ogni campo di sua pertinenza: Voli – Infrastrutture e Collegamenti ma anche gli ALTRI SOGGETTI devono fare di più.

    Un Saluto a Tutti Voi da Domenico.

  56. @ Cristina:
    la realtà è che Alitalia si “mangia” da sola ed in Italia non viene fuori una vera compagnia low cost non sostenuta dalle nostre tasse ma asolo della capacità della stessa di sopravvivere e fare futuro

  57. @aifob
    visti gli incontri che si stanno tenendo a livello istituzionale è indubbio che in molti hanno capito che il centro che a noi deve interessare per motivi culturali economici e storici è quello dell’asse reggio messina. Bisognerebbe avere a reggio un sindaco in gamba come quello di messina così da fare quell’unione politica che, in qualche modo, è stata anticipata dal consorzio tra confindustria reggio e confindustria messina. Quindi concordo su tutto con te; il resto viene dopo

  58. Lamezia é l’aeroporto del capoluogo di Regione, Catanzaro, ma noi non dobbiamo rincorrere una dimensione che non possiamo avere. Messina ha Catania come riferimento, solo una minoranza sceglie Reggio Calabria. Massimo un milione di pax possiamo fare, ma finché ci sarà la Politica di mezzo non vedremo nulla.

  59. @ Roberto Sartiano:

    Concordo appieno con il tuo commento (no.60). Inoltre come da me espresso in un post precedente, quando si tratta di collaborazione politico-economica con la Sicilia e in particolare Messina, Reggio giocherà sempre un ruolo di dipendenza questo facendo le dovute comparazioni socio-economiche tra le due regioni e in particolare Reggio con Messina e la sua industria del turismo ben consolidata. Finchè al Tito Minniti non si risolveranno i problemi del trasporto pubblico, via terra,ferroviario e servizio veloce via mare dall’aeroporto con la Sicilia e inutile continuare a sperare l’impossibile. Senza poi menzionare gli altri problemi che tutti noi ben conosciamo che affliggono Reggio e il suo disordinato territorio.
    rgds

  60. @ Roberto Sartiano:
    Ma no che dici….i messinesi usano reggio, solo che vengono in incognito…..

  61. @Roberto sartiano
    il mio ragionamento non era rivolto all’aeroporto ma a un fare sistema globale tra le due città dello stretto.
    Mi sembra che autorevoli personaggi come il sindaco di messina e i presidenti delle due confindustrie siano su questa linea d’onda. D’altronde mi sembra che con le nuove realtà nascenti si stia superando il concetto di regione come d’altronde è stato già fatto in europa (che poi ci abbiano messo sullo stesso piano di napoli e bologna può anche essere discutibile però prendiamoci quello che arriverà).
    p.s. il sindaco di messina ha detto chiaramente come si debba partire dai trasporti per integrare le due realtà)
    @gabs può anche essere vero quello che dici però pensa a quello che ha fatto la regione calabria (ultimo loiero con la conferenza dei servizi per il bando congelata se vogliamo restare in termini di apt) nei confronti della città in tutti questi anni (complici anche i politici reggini beninteso)

  62. Aeroporto o no il concetto non cambia. Speriamo sempre che siano gli altri a darci una mano quando invece i primi a distruggere sono i nostri amministratori. Speravamo pure nella privatizzazione o no? Aspetta e spera…

  63. @ mistero64:
    Detto da un sindaco no ponte, no tav, no tutto è proprio sinonimo di coerenza…come la vorrebbe questa mobilità tra le due sponde, in zattera a remi per non inquinare?
    Il bello è che c’è gente che crede a quel soggetto…

  64. @ Pilota75:
    soggetto ????

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.