Aeroporto Reggio Calabria: Avv. A. Chizzoniti, “unico scalo a non usufruire di voli mattutini per Roma e Milano”

Riceviamo dall’Avv. A. Chizzoniti e pubblichiamo:

Non può e non deve sottacersi l’improvvida autoesaltazione del Presidente della SACAL Arturo De Felice, in ambiguo tandem con l’On.le Francesco Cannizzaro, che “urbi et orbi”, recentemente, hanno enfatizzato un evidente fallimento, candidamente spacciato per uno splendente e contaminante traguardo, connesso con la pur tardiva ripresa dell’attività presso l’aeroporto di Reggio, da parte dell’Alitalia. Soltanto perché, la stessa, a far data dal primo luglio, ovvero fra due mesi, con appena due voli giornalieri uno per Roma (prima, almeno, erano due) e l’altro per Milano, esclusivamente pomeridiani, riaprirà i battenti, al contrario di quello di Lamezia, mai chiuso, ove la stessa compagnia, dal primo giugno, opererà con tre voli giornalieri per Roma e due per Milano. Ri-emerge, quindi, la mortificante condizione di assoggettamento e sudditanza cui sono fatalmente condannati i disorientati viaggiatori dell’area dello Stretto, nonostante il “Tito Minniti” sia stato più volte dichiarato strategico da parte dell’ENAC. Quanto precede emerge da un comunicato ministeriale del 01/05/2020, che conferma la chiusura fino al 17 maggio degli aeroporti di Reggio e Crotone, mentre, in Calabria, continuerà a funzionare soltanto quello della “baricentrica” Lamezia, che traduce il subdolo declassamento dello scalo di Reggio ad un mesto, riduttivo ruolo semi-stagionale. In questa annebbiata cornice, sorprende l’effervescenza dell’On.le Cannizzaro che co-inneggia, insieme al Presidente De Felice, al “successo” conseguito con gli striminziti due voli giornalieri e con orari pomeridiani per Roma e Milano, che richiamano il brocardo secondo cui “quod superat date pauperibus…”. Infatti, nonostante l’ostentata spettacolarità dei predetti riferimenti istituzionali, l’Aeroporto dello Stretto resta l’unico scalo nazionale a non usufruire di voli mattutini né per Roma e tanto meno per Milano, centrando, attraverso “facta concludentia”, il cinico obbiettivo, aliunde pianificato, di declassare, a prescindere, il “Tito Minniti”. La Chiesa, i sindacati, gli Ordini professionali, i comitati aeroportuali all’uopo costituiti, i cittadini tutti, da tempo combattono la persistente anatomia del mistero (ma non tanto…) aeroportuale, mentre la politica, alquanto pavida e tentennante, anziché allontanarle, alimenta ansie e speranze dilaganti in città e provincia. Gli On.li Santelli, Cannizzaro, il Presidente De Felice, la deputazione parlamentare reggina, il Sindaco Falcomatà (quello che in Cattedrale il 17/09/2019 ha solennemente recitato “Ho fatto rinascere la città…”), tutti coralmente afflitti ed affetti da inquinante e contagiosa letargia, avranno l’amabilità di “scoprire”, finalmente, che, nel panorama del trasporto aereo, non esiste solo l’Alitalia o l’esibita teatralità della mai vista Ryanair, inutilmente ispirata dal Dott. De Felice, convergendo coralmente verso il non più eludibile, doveroso rilancio dell’Aeroporto dello Stretto. Agli stessi, conclusivamente, rammento deferentemente il profondo, efficace e graffiante pensiero dantesco: “Qui si parrà la tua nobilitate…”.


Condividi!

Voli
VoloteaLufthansa
Motori di ricerca
Skyscanner
Autonoleggio
AvisBudgetEuropcarMaggioreSixt
Treni
Italo Treno
Bus
TerravisionFlixBus

5 commenti

  1. Commenta per: Reggio Calabria

    Premetto che leggo sempre con interesse quanto scrive l’Avv Chizzoniti sia per contenuti e sia per lo stile inconfondibile.
    Leggevo proprio ieri un interessante articolo sulla Nuova Alitalia pubblicato questa settimana sul Corriere della Sera che mi fa concludere che molto probabilmente la riduzione a due voli giornalieri dall’aeroporto dello Stretto sara` dovuta a una riduzione, pittosto consistente, della flotta che sulla carta consistera` di 92 aerei ( correntemente 113aerei) ma agli inizi della nuova gestione potrebbero ancora essere molti di meno quelli messi in servizio.

    https://www.corriere.it/economia/aziende/20_maggio_04/piu-locale-aerei-chiamata-cosi-sara-nuova-alitalia-9050b2dc-8dde-11ea-b08e-d2743999949b.shtml

  2. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Gabs:
    esatto, l’o avevo scritto tempo fa; ovviamente sono stato insultato…poi però tutti a piangere che non ci stanno i voli.

  3. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Pilota75:
    Mandi gli altri a studiare l’ italiano e poi il primo a non saper scrivere sei tu.
    “Il bue dice cornuto all’ asino”…as usual.

  4. Commenta per: Reggio Calabria

    Seguo e stimo l’avvocato Chizzoniti dagli anni 90 in cui insieme al general Pata riuscirono a far arrivare gli MD80 a Reggio ridisegnando la curva di atterraggio lato sud

    L’avvocato fa bene ad evidenziare la necessita’ per l’utenza che usa lo scalo di Reggio di avere una serie di collegamenti che permettano il rientro in serata con partenza al mattino almeno su Roma e Milano

    Io personalmente su Milano Malpensa vedrei molto bene Easyjet con un A319 in partenza al mattino presyo e rientro in serata…

    Altresi, guardando ai numeri che nella loro freddezza dicono molte piu delle belle interviste rilasciate da De Felice senza valido contraddittorio, e’ innegabile il fallimento dell’amministrazione SACAL sullo scalo reggino.
    Se Reggio avesse una programmazione dei voli regolare e pianificata nel tempo, come tutti gli aeroporti, la gente avrebbe la possibilita’ di organizzarsi in tempo con numeri migliori di quelli degli ultimi 3 anni.

    Mi sembra che la SACAL in questo contesto abbia dimostrato tutta la sua incapacita’ manageriale.
    Ricordo gli annunci trionfali dei nuovi voli Blu-Express su Bologna & Torino… che durarono manco due mesi, senza contare la barzelletta dell’arrivo a Reggio di Ryanair raccontataci sempre da SACAL & Co

    Onestamente non immaginavo mai che saremmo arrivati a rimpiangere la SOGAS.. Il che e’ tutto dire

    “Preoccupa” il silenzio del nostro sindaco sceriffo sempre prodigo con la sua parlantina a “cazziare” i Reggini…
    Dovrebbe essere lui a farsi sentire nel suo ruolo di primo Cittadino… e non l’Avvocato Chizzoniti…

    Saluti, Francesco

  5. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Francesco:
    non è la società di gestione che fa la programmazione delle compagnie aeree.
    i voli sono durati due mesi perchè non ci volava nessuno.
    non c’è mercato tra reggio e bologna, forse qualcosa con torino, ma numeri molto scarsi.
    la capacità manageriale è rivolta alla gestione dell’aeroporto, non certo aumentare i voli.

    easyjet non è interessata a reggio, è evidente.
    Poi se vuoi chiamarli tu, puoi sempre provarci…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni commentatore si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.