Aeroporto Reggio Calabria: le eccellenze calabresi in volo

Riceviamo e pubblichiamo:

Il CIT nasce dalla volontà di alcuni imprenditori calabresi, uniti per creare sinergie sul mercato mondiale.

Le aziende associate, Caffo, Caffè Mauro, Monardo, Caccamo, Attinà e Forti, Colacchio e Criserà con un fatturato consolidato di oltre 70 milioni di euro, leader regionali nelle loro produzioni, rappresentano l’eccellenza dell’agroalimentare calabrese.

CIT non è solo eccellenza qualitativa ma anche, e soprattutto, tradizioni familiari tramandate da più di 100 anni, saperi e sapori antichi, identità territoriale, culto del bello e del buono: il meglio della Calabria nel mondo, presente in oltre 50 paesi.

La Germania, con circa 688.000 italiani residenti, di prima, seconda e terza generazione, insieme agli Stati Uniti, rappresenta uno dei principali mercati target del consorzio, che con una vasta gamma di prodotti rappresentativi replica orologi del made in Italy, si rivolge ai consumatori che sono in cerca di profumi, aromi e fragranze che “sanno” di Italia.

La qualità dei prodotti CIT è garantita dalle certificazioni possedute dalle aziende associate e dall’esperienza pluriennale nel settore di riferimento di donne e uomini che svolgono il loro lavoro con passione e dedizione coniugando la tradizione delle più antiche ricette con i più innovativi strumenti produttivi.

Ci trovate nell’area Gate dell’Aeroporto di Reggio Calabria tutti i giorni della settimana.

Sito: http://www.citcalabria.com/

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/citcalabria


Condividi!

Voli
VoloteaBlu Express (Blue Panorama)Air ItalyLufthansaEurowingsTransavia
Motori di Ricerca
SkyscannerMomondo
Autonoleggio
AvisBudgetEuropcarGoldcarMaggioreSixtRentalcars
Hotel
Hotels
Bus
TerravisionFlixBus

8 commenti

  1. Grillo sparlante

    WA me sembra la stessa iniziativa di 18 mesi fa… Solo che mi sembra che allora stavano sopra…

  2. Beh, almeno hanno aperto dopo anni e anni un negozio nell’area sterile che si aggiunge al bar già presente. Rispetto al passato dove una volta superati i controlli potevi morire di sete è sicuramente un piccolo passo in avanti.

  3. @ Flyreg:
    Mi sa che è da tanto che non voli da reggio. Anni fa ci stava il bar. Dopo sogas il bar ha chiuso e ci sono i distributori automatici, non si è mai morti di sete.

  4. Nicola tortorella

    Ahhh pilota

  5. @ Nicola tortorella:
    ho detto qualcosa di sbagliato?

  6. Nicola Tortorella

    No no assolutamente pilota mi è piaciuto come hai risposto a flyreg..

  7. @ Pilota75:
    Da Reggio volo circa ogni 3 mesi, e stavo semplicemente constatando che dopo anni di nulla finalmente ci sono 2 locali commerciali nell’area sterlile. Ho usato l’espressione “morti di sete” perchè mi è capitato alcune volte che nei distributori fosse finita l’acqua e avendo una coincidenza stretta a Roma mi avrebbe fatto comodo poter comprare una bottiglietta d’acqua. Non c’è bisogno di avere sempre questo atteggiamento anticostruttivo…

  8. @ Flyreg:
    veramente anticostruttivo è il tuo visto che per una volta senza acqua hai parlato di morire di sete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni commentatore si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.