Aeroporto Reggio Calabria: dettagli dalla Conferenza dei servizi per i voli su Torino, Bologna e Venezia

Icona AeroportiCalabria.com Sintesi a cura dello Staff di AeroportiCalabria.com

Tipo di rotta

L’attuale bacino di utenza dell’Aeroporto di Reggio Calabria, comprende 58 comuni della Città Metropolitana di Reggio Calabria, (39 dei 97 Comuni della Città Metropolitana, ricadono nel bacino di utenza dell’Aeroporto di Lamezia Terme) e il comune di Messina, in quanto l’Aeroporto di Reggio Calabria risulta poco distante e facilmente raggiungibile dagli abitanti del Comune di Messina. I Comuni della costa jonica a Sud di Messina, invece, rientrano nel bacino di utenza dell’Aeroporto di Catania in quanto lo stesso è raggiungibile in tempi brevi. Gli abitanti di alcuni Comuni situati lungo la costa tirrenica della Sicilia, potrebbero raggiungere l’Aeroporto di Reggio Calabria in tempi leggermente inferiori rispetto a quanto occorre per raggiungere l’Aeroporto di Palermo, ma considerando il tempo di traghettamento ed i relativi costi tale percorso risulta essere meno appetibile. Dunque, in assenza di un sistema di trasporti integrato, dei Comuni Siciliani, nel bacino di utenza dell’Aeroporto di Reggio Calabria è stato considerato solo il Comune di Messina, che si estende su una superficie di 213,75 kmq per una popolazione totale di 220.094 unità al 1° gennaio 2022 [dati ISTAT 2022].

Per precisione, per la definizione del limite dell’area di bacino di attrazione sono stati rilevati nel dettaglio i tempi di accesso da tutti i comuni della Calabria ai tre aeroporti calabresi. I Comuni per i quali il tempo di accesso all’Aeroporto di Reggio Calabria è risultato inferiore rispetto ai tempi di accesso agli altri aeroporti sono stati associati all’area di attrazione dell’Aeroporto di Reggio Calabria. La popolazione residente nella Città Metropolitana di Reggio Calabria e afferente al bacino di utenza dell’aeroporto in esame, è stimata in circa 520.000 abitanti (519.775, dati ISTAT al 1° gennaio 2022) che rappresenta oltre il 28% dell’intera popolazione calabrese. Se si considera anche il Comune di Messina, il bacino di utenza si attesta a circa 740.000 utenti (519.775 abitanti del bacino di utenza interno alla Città Metropolitana di Reggio Calabria e 220.094 abitanti del Comune di Messina, dati ISTAT al 1° gennaio 2022). Secondo l’Eurostat, la Calabria ha il PIL (prodotto interno lordo) pro capite più basso d’Italia. Secondo la statistica, rilevando i dati analizzati, esistono le enormi disparità fra le varie regioni dell’Unione Europea. In basso alla classifica abbiamo la Calabria (56%), che è citata insieme ad altre regioni europee che hanno un PIL pro capite inferiore alla media UE [Eurostat – 2020].

Aeroporti alternativi

Lamezia Terme (SUF)

131 Km – 1h 20m, in autovettura (assumendo la definizione di bacino di utenza definita nella Comunicazione della Commissione “Orientamenti sugli aiuti di Stato agli aeroporti e alle compagnie aeree” del 2014, i bacini di utenza degli Aeroporti di Reggio Calabria e Lamezia Terme sono prevalentemente non sovrapposti).

L’Aeroporto di Crotone è significativamente più distante (216 Km – 2h 31m in autovettura) e non costituisce in alcun caso una alternativa di viaggio rispetto all’Aeroporto di Reggio Calabria.

Catania (CTA)

Reggio Calabria – Messina: 14 Miglia Marine pari a circa 26 Km, con un tempo di percorrenza, in aliscafo, di circa 30 minuti. Messina – Catania: 99 Km – 1h 10m, in autovettura. Complessivamente la tratta da Reggio Calabria a Catania, comporta un tempo di viaggio pari a circa 1h 40 m, mentre la sola tratta da Messina a Catania 1h 10m (assumendo la definizione di bacino di utenza definita nella Comunicazione della Commissione “Orientamenti sugli aiuti di Stato agli aeroporti e alle compagnie aeree” del 2014, i bacini di utenza degli Aeroporti di Reggio Calabria e Catania sono prevalentemente non sovrapposti). Volendo quantificare il solo tempo di percorrenza da Messina a Reggio Calabria (Aeroporto dello Stretto), il tempo stimato è pari a 30 m per il traghettamento, e 15 m in bus (gli orari delle partenze dei bus dal porto di Reggio Calabria da e verso l’Aeroporto dello Stretto, sono coordinati in coincidenza con quelli degli arrivi degli aliscafi da Messina), per complessivi 45 minuti. Pertanto i tempi per raggiungere l’aeroporto dello stretto dalla città di Messina, sono più brevi rispetto a quelli per raggiungere, sempre da Messina, l’Aeroporto di Catania.

Reggio Calabria – Bologna

  • Frequenze settimanali: 3 con 6 voli A/R (REG-BLQ);
  • Tariffa massima: 50,12 Euro al netto di diritti e tasse per i residenti nella Regione Calabria; 40,12 Euro al netto di diritti e tasse per i residenti nel comune di Messina;
  • Offerta minima di posti disponibili: 145 posti a sedere.

Per i due anni di esercizio (eventualmente prorogabili) relativi alla gara per l’affidamento in esclusiva del servizio aereo di cui alla presente imposizione, si è previsto di offrire una compensazione finanziaria massima complessiva, al netto di IVA, pari a €. 3.003.302, per complessivi €. 3.303.632,20 al lordo d’Iva.

Reggio Calabria – Torino

  • Frequenze settimanali: 3 con 6 voli A/R (REG-TRN);
  • Tariffa massima: 50,12 Euro al netto di diritti e tasse per i residenti nella Regione Calabria; 40,12 Euro al netto di diritti e tasse per i residenti nel comune di Messina;
  • Offerta minima di posti disponibili: 133 posti a sedere.

Per i due anni di esercizio (eventualmente prorogabili) relativi alla gara per l’affidamento in esclusiva del servizio aereo di cui alla presente imposizione, si è previsto di offrire una compensazione finanziaria massima complessiva, al netto di IVA, pari a €. 4.636.388, per complessivi €. 5.100.026,80 al lordo d’Iva.

Reggio Calabria – Venezia M. Polo

  • Frequenze settimanali: 3 con 6 voli A/R (REG-VCE);
  • Tariffa massima: 50,12 Euro al netto di diritti e tasse per i residenti nella Regione Calabria; 40,12 Euro al netto di diritti e tasse per i residenti nel comune di Messina;
  • Offerta minima di posti disponibili: 133 posti a sedere.

Per i due anni di esercizio (eventualmente prorogabili) relativi alla gara per l’affidamento in esclusiva del servizio aereo di cui alla presente imposizione, si è previsto di offrire una compensazione finanziaria massima complessiva, al netto di IVA, pari a €. 4.064.242, per complessivi €. 4.470.666,20 al lordo d’Iva.

Calcolo tariffa media

tariffe medie

Calcolo della compensazione

calcolo compensazione

Si ipotizza per la data di sabato 27/05/2023 quale giorno di inizio del servizio onerato.

Dai dati del monitoraggio 2021 realizzato dalla SACAL acquisiti con profilazione del campione di utenza intervistato, si evincono i motivi di viaggio:

motivo viaggio

Icona AeroportiCalabria.com Nota di AeroportiCalabria.com

Leggendo la documentazione allegata non possiamo che avere qualche perplessità su diversi passaggi. Ne elenchiamo solo alcuni:

  • L’offerta minima tra le rotte risulta essere differente: in particolare su Torino e Venezia vengono richiesti 133 posti disponibili e su Bologna 145. L’offerta indicata su Bologna non è coerente con il numero di posti con cui è configurata la maggior parte degli Airbus A319 in dote alle compagnie aeree, ovvero 144 posti (la configurazione a 156 posti, c.d. ad alta densità, è utilizzata dai soli vettori low cost quali Volotea ed EasyJet). Considerati i load factor delle rotte in passato, avremmo optato per abbassare ulteriormente la capacità minima richiesta portandola a 115 posti per tratta, così da far rientrare anche i vettori che utilizzano gli Embraer E190-E195. Questo aspetto potrà essere comunque ridefinito in fase di scrittura del decreto di imposizione.
  • Sebbene vi sia qualche perplessità sul modello utilizzato per la stima di domanda attesa, le predizioni di passeggeri sembrano sottostimate per quanto riguarda la Reggio Calabria – Torino, coerenti per la Reggio Calabria – Venezia e assolutamente sovrastimate per la Reggio Calabria – Bologna. Qualcuno si è chiesto come mai arriviamo ad una capacità di 419 posti (Ryanair+WizzAir) per direttrice sulla Lamezia Terme – Torino in inverno, mentre su Bologna si rimane stabili con un volo giornaliero e una capacità offerta di 189 posti per direzione?
  • I costi medi attesi risultano essere in linea con il velivolo Boeing 737-500. Peccato che poi il dimensionamento della capacità delle rotte è fatta su aeromobili più capienti.
  • A causa delle stime di passeggeri sovradimensionate per la rotta Reggio Calabria – Bologna, i ricavi lo sono altrettanto con ovvi impatti sulla compensazione prevista.

In conclusione, a nostro avviso si è scelto di sottostimare il coefficiente di riempimento teorico previsto per la rotta Reggio Calabria – Torino, portandolo al 58%, in modo da destinare una maggiore compensazione (€. 4.636.388 in 2 anni) tale da rendere il rapporto costi/ricavi quasi bilanciato, garantendo un appena sufficiente margine al vettore e rendendo leggermente più appetibile l’imposizione di oneri. Essendo il budget a disposizione di circa 16 milioni di Euro (13 messi dalla Regione Calabria e circa 3 di fondi statali non spesi per la vecchia continuità territoriale) e non essendo stata applicata una ridistribuzione equa di tale importo sulle 3 destinazioni è chiaro che destinando qualcosa in più sulla rotta per Torino bisognava trovare un’altra rotta, tra le altre due, da “sacrificare”. Scopri di quale rotta si tratta nel prossimo paragrafo.

Sulla rotta Reggio Calabria – Bologna è stato indicato un coefficiente di riempimento teorico a nostro avviso sovrastimato, pari all’82%, prevedendo di conseguenza una compensazione sottodimensionata (€. 3.003.302 in 2 anni). Il calcolo della compensazione è una semplice e banale formula: utile (perdita) di esercizio + margine d’utile ragionevole per il vettore. L’utile (perdita) è data dalla differenza tra costi e ricavi: se sovrastimiamo i ricavi è ovvio che l’utile sarà più alto (la perdita più bassa) e la compensazione sarà ridotta. Per le ragioni esposte, essendo la compensazione prevista sottodimensionata rispetto alle reali necessità, la gara per la Reggio Calabria – Bologna ha maggiori possibilità di andare deserta.

Ad avere più possibilità è la Reggio Calabria – Venezia con un coefficiente di riempimento teorico del 65% ed una compensazione (€. 4.064.242 in 2 anni) più bilanciata in termini di costi/ricavi. Potrebbe garantire addirittura maggiori margini rispetto al volo su Torino.

Ovviamente, gli eventuali vettori interessati faranno girare i numeri nei loro algoritmi e decideranno se destinare i loro aeromobili agli oneri di servizio pubblico su Reggio Calabria, con un margine di utile annuale stimato di circa 100.000 €/rotta, o dedicarli ad operazioni più redditizie. Siamo sicuri che chi gestirà questi business case sarà così ottimista riguardo la domanda stimata sulle rotte? Staremo a vedere.

Chi eventualmente parteciperà e si aggiudicherà questi collegamenti avrà comunque un onere importante: ricostruire commercialmente, da zero, rotte che non sono operate in maniera continuativa da molti anni. Il lavoro da fare sarà tantissimo.

Lo Staff di AeroportiCalabria.com


Condividi!

Voli
Eurowings
Prenota
Da Lamezia a
Colonia • Düsseldorf • Salisburgo • Stoccarda
Condor
Prenota
Da Lamezia a
Düsseldorf • Francoforte sul Meno • Monaco di Baviera
Lufthansa
Prenota
Da Lamezia a
Francoforte sul Meno • Monaco di Baviera
Swiss
Prenota
Da Lamezia a
Zurigo
Motori di ricerca
Skyscanner
Autonoleggio
EuropcarLocautoSixt
Bus
TerravisionFlixBusItabus
Treni
Italo Treno
Hotel
BookingExpediaHotelsHRS

21 commenti

  1. Commenta per: Reggio Calabria

    interessante.
    si conferma ciò che scrivo da anni, il bacino di utenza di Reggio e di molto inferiore al milione di persone e non comprende le province di reggio e messina.
    Nella popolazione presa a riferimento ci stanno ovviamnete neonati, detenuti, persone che non si muovono.
    se arriviamo a 300.000 pax è grasso che cola.

    si conferma anche il fatto che praticamnete andranno deserte (bologna sicuro)
    forse torino ma il prezzo farà rimpiangere la libera concorrenza, quindi si volerà da lamezia.
    amen

    su tutto il resto sono cose che scriviamo da anni, mi sembra inutile ripeterle.
    Almeno adesso abbiamo anche la certificazione enac

  2. Commenta per: Reggio Calabria

    direi che possiamo fermarci qui. o mettono un aliscafo veloce che in 20 minuti fa da Messina all’aeroporto direttamente, senza altro mezzo, oppure di cosa stiamo parlando.

    “Reggio Calabria – Messina: 14 Miglia Marine pari a circa 26 Km, con un tempo di percorrenza, in aliscafo, di circa 30 minuti. Messina – Catania: 99 Km – 1h 10m, in autovettura. Complessivamente la tratta da Reggio Calabria a Catania, comporta un tempo di viaggio pari a circa 1h 40 m, mentre la sola tratta da Messina a Catania 1h 10m (assumendo la definizione di bacino di utenza definita nella Comunicazione della Commissione “Orientamenti sugli aiuti di Stato agli aeroporti e alle compagnie aeree” del 2014, i bacini di utenza degli Aeroporti di Reggio Calabria e Catania sono prevalentemente non sovrapposti). Volendo quantificare il solo tempo di percorrenza da Messina a Reggio Calabria (Aeroporto dello Stretto), il tempo stimato è pari a 30 m per il traghettamento, e 15 m in bus (gli orari delle partenze dei bus dal porto di Reggio Calabria da e verso l’Aeroporto dello Stretto, sono coordinati in coincidenza con quelli degli arrivi degli aliscafi da Messina), per complessivi 45 minuti. Pertanto i tempi per raggiungere l’aeroporto dello stretto dalla città di Messina, sono più brevi rispetto a quelli per raggiungere, sempre da Messina, l’Aeroporto di Catania.”

  3. Commenta per: Reggio Calabria

    Quindi puntano ad incentivare Torino (con condizioni tali da renderla appetibile a qualunque compagnia), sperando che chi partecipi provi a farci un pensierino anche per Venezia.
    E ora come si procede? Le compagnie interessate presentano domanda e giorno tot si saprà se qualcuno ha partecipato?

    E’ un po’ un rebus chi potrebbe partecipare, perchè attualmente nel panorama nazionale la situazione è abbastanza stabile: ITA fa solo voli da FCO e LIN; FR a Reggio non ci viene neanche riempita d’oro (e 738 son troppo capienti); Wizz non sembra tanto interessata alla continuità; Volotea aveva vinto la continuità sarda, ha già operato la REG-VCE ed ha in flotta gli A319; Aeroitalia sta provando a raccattare rotte insolite qua e là, ma è un terno al lotto se arriva al panettone; secondo voi, quali altre compagnie potrebbero essere interessate a partecipare ipoteticamente? A meno di non basare un aereo a Reggio (cosa improbabile), dovrebbero fare delle rotazioni a W da TRN o VCE (o BLQ se andasse in porto quella).

  4. Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com)

    Commenta per: Reggio Calabria

    @ Pilota75:
    In effetti la premessa iniziale sembra scritta da te.

    @ Flyreg:
    Torino e Venezia sono quasi sullo stesso piano. Non abbiamo scritto che sono appetibili a qualunque compagnia. Ancora devono uscire i bandi.

  5. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Flyreg:
    ora enac dovrà fare i bandi.
    se tutto va bene per aprile 2023 si saprà qualcosa

    non parteciperà nessuno

  6. Commenta per: Reggio Calabria

    Bologna è una tratta che in questo momento potrebbe benissimo essere sacrificata, ben più importante sarebbe coprire nord est e nord ovest con Venezia e Torino.
    Forse sarebbe stato meglio destinare una consistente parte dei contributi su Bologna per Torino e Venezia.
    Non si capisce piuttosto perché vincolare il bando ad un numero di passeggeri per volo che pare sproporzionato e che limita l’utilizzo di aerei di dimensioni medio- piccole.
    Volevo chiedere se in aggiunta alle tariffe, le compagnie potranno comunque aumentare i ricavi tramite la vendita del posto e bagaglio in stiva e se è possibile stimare questi ulteriori ricavi per volo. Grazie

  7. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Cavaliere:
    il limite dei posti si mette per evitare che partecipino micro compagnie che poi chiudono il giorno dopo.
    la compagnia che si aggiudicherà la tratta (ammesso che parteciperà qualcuno) dovrà vendere il biglietto comprensivo di tutto quello previsto dal bando.
    considera che a quella tariffa (al netto del ribasso) vanno aggiunte iva e tasse varie (20/25 euro in più).

  8. Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com)

    Commenta per: Reggio Calabria

    @ Pilota75:
    Quindi arriviamo a circa 150 € A/R e gli amici di Cavaliere continueranno a volare da Lamezia per andare a vedersi la Juventus.

  9. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com):
    mi sa di si….
    la ct è negativa, non lo vogliono capire.

  10. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com):
    Mah, con 150 euro A/R magari qualcuno intelligente si fa due calcoli e tiene in debita considerazione la differenza che intercorre tra questo importo e le spese per arrivare e tornare da Lamezia che si aggirano dalle 30 alle 50 euro ( sempre che non si lasci l’auto al parcheggio a pagamento), il tempo necessario per andare e tornare, il pericolo di incidenti lungo l’autostrada, la presenza di eventuali autovelox che non consentono di trasformarsi in piloti per arrivare prima.
    Forse pensandoci bene i miei amici delle Juve si accorgeranno che la differenza tra un biglietto A/R 60/80 euro da Lamezia e quello di 150 euro da Reggio non è nell’ordine di 100 euro circa ma parliamo di scarse 50 euro complessive che se consideriamo il tempo perso ed i contrattempi eventuali di cui sopra forse qualche trasferta potranno anche organizzarla da Reggio. Un altro fattore da tenere in forte considerazione inoltre, come sapete meglio di me, è dato dagli orari previsti per i voli che a volte cambiamo il destino di una buona o meno riuscita di una tratta.
    Ma sono sicuro che semmai partiranno questi voli, questo sito avrà modo di fare anche un’analisi sui costi reali sostenuti per raggiungere uno dei tre aeroporti da parte di un qualsiasi passeggero calabrese in modo da aiutarlo a scegliere uno scalo piuttosto che un altro.
    Sicuramente da parte mia ( e non solo mia) cercherò il più possibile di far passare questo tipo di messaggio rimanendo sempre del concetto che se ho la possibilità di viaggiare a 40 euro a/r da uno scalo distante da me 120 km contro i 180 euro di quello sotto casa allora è da stupidi non farlo.

  11. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Cavaliere:
    Al momento le tue sono solo ipotesi visto che non esistono questi voli e dubito ci saranno.

  12. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Pilota75:
    Quali sarebbero queste ipotesi? Che per andare e venire da Lamezia con il mezzo proprio ti costa almeno 50 euro e che quindi il famoso biglietto che paghi 50 euro di fatto è come se lo hai pagato 100? Senza considerare il tempo necessario per andare e tornare? Queste sono ipotesi o dati di fatto?
    Le ipotesi di cui parli tu sono per esempio gli incidenti che potresti incontrare o subire lungo il tragitto oppure la nebbia che potresti incontrare nei pressi di San Elia di Palmi… queste sono ipotesi.
    Vedremo se ci saranno i nuovi voli o meno, ne abbiamo fatto a meno per più di 10 anni, vivremo lo stesso, ed in caso si troveranno i correttivi e le soluzioni puoi starne certo, ovviamente giusto in tempo prima della chiusura dello scalo ( 2023/24 mi pare di aver letto da qualche parte) come previsto dal PNA

  13. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Cavaliere:
    Le ipotesi sono che qualcuno si metta a fare i mille ragionamenti di cui parli tu.
    I bandi andranno deserti, il resto sono ipotesi.
    Chi vuoi che spenda 150€ a/r per un Reggio Torino….

  14. Commenta per: Lamezia, Reggio Calabria

    @ Cavaliere:
    Benzina? Autovelox? Parcheggio?
    Ma che m***hia me ne f**te a me! Io il volo lo pago 50€ e mi faccio accompagnare e prendere su Lamezia…. Cit.

    Questo sarà il ragionamento medio

  15. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Paul9:
    Esatto, le persone non ci stanno troppo a pensare

  16. Commenta per: Altro

    Restando in tema una mia amica andrà a Torino partendo da Reggio via Roma
    Nonostante ci fossero i diretti da Lamezia tenendo conto costo aggiuntivo bagaglio a mano, benzina/parcheggio e tempo di viaggio alla fine ha deciso di partire da REG. Non è vero che la gente non si fa due conti…

  17. Commenta per: Reggio Calabria

    Io due conti me li faccio e se sono a RC, preferisco pagare fino a 60 euro in più di Lamezia per lo stesso volo, se poi il volo partisse di mattina presto da Lamezia, pagherei anche 80 euro in più per un REG equivalente.

    Purtroppo il problema di REG è il bacino di utenza. Chi abita a Reggio o nel basso ionio può anche accettare sovraprezzi ma nessuno fa fatica per volare da REG venendo da fuori (come succede a Lamezia) perché oltre sl danno sasebbe la beffa.

    Perché un vibonese o un messinese dovrebbero accollarsi un sovrapprezzo per volare da REG piuttosto che da SUF o Catania? A fronte di quali vantaggi?

  18. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Francesco:
    con il tempo di viaggio dello spezzato faceva prima a prendere il treno….
    il trn/reg con ITA conviene solo se in tariffa giovani

    @ Salvo:
    ma infatti, non capisco questa cosa che devo stare a fare calcoli per volare da reggio come se fosse un problema volare da un altro aeroporto.
    uno prende atto che dall’aeroporto di reggio calabria ci sono difficoltà, non è che perchè ha il nome della citta allora devo usarlo per forza

  19. Commenta per: Reggio Calabria

    @Pilota

    Io intendevo dire che a me abitante di RC o del basso ionio potrebbe anche convenire volare da Reggio, anche a fronte di un sovrapprezzo.

    Però la stess cosa non può dirsi per gli altri calabresi (neppure vibonesi o abitanti della Piana) e per i messinesi.

    Per rilanciare Reggio ci vuole un bacino e Rysnair per il punto a punto.

    Alternativa, potenziare i voli FCO e Malpensa di ITA in ottica feederaggio hub per collegamenti internazionali. Poi qualche low cost su Linate e charter estivi

  20. Commenta per: Altro

    @ Pilota75:
    Parli senza sapere. Senza offesa

  21. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Salvo:
    lo avevo capito, il fatto è che gli abitanti di reggio non sono sufficienti a mantenere l’aeroporto aperto.
    non andrà mai oltre i 300.000 pax/anno

    @ Francesco:
    sei tu che hai fatto l’esempio.
    se non volevi fosse commentato non lo scrivevi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni commentatore si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.