AeroportiCalabria.com d’accordo con IATA: SI mascherine, NO posto vuoto in mezzo

Lo Staff di AeroportiCalabria.com sostiene la tesi della IATA che è favorevole all’utilizzo delle mascherine a bordo e delle altre misure di protezione, ma è contraria al posto vuoto in mezzo.

Secondo la IATA il posto vuoto in mezzo è inutile ed è dannoso per i bilanci delle compagnie aeree. Inoltre, nessuno ha dimostrato che il sedile vuoto in mezzo riduca i rischi di contagio.
Sempre secondo la IATA al massimo si riempirebbero il 62% dei posti e come conseguenza dell’obbligo di tenere vuoto il posto in mezzo ci sarebbe un aumento del prezzo dei biglietti.

Pur non avendo alcuna competenza in ambito medico vorremmo esprimere il nostro parere al fine di sensibilizzare i passeggeri e gli esperti che dovranno stabilire le misure di prevenzione. Abbiamo stilato alcuni possibili accorgimenti:

  • In tutti gli aeroporti ci dovrà essere il controllo della temperatura.
  • Per mantenere il distanziamento sociale dovrebbe essere incentivato il web Check-In.
  • Durante tutte le operazioni effettuate in aeroporto (Check-In, transito, imbarco, sbarco, ritiro dei bagagli, controlli di sicurezza, ecc…) si dovrà mantenere sempre la distanza di sicurezza di almeno un metro.
  • Sanificare ed igienizzare le aree aeroportuali anche più volte al giorno.
  • Effettuare l’imbarco, ove possibile, con il jet-bridge (finger) ed in caso di utilizzo della navetta prevedere un limite massimo di passeggeri.
  • Le fasi di imbarco e sbarco dall’aeromobile dovranno avvenire in modo ordinato, per file, mantenendo la distanza interpersonale di un metro.
  • Evitare troppi spostamenti a bordo, evitare i contatti, servire i pasti in maniera alternata.

Teniamo conto che moltissime compagnie aeree hanno elevato gli standard di igienizzazione. Ad esempio Volotea ha rinforzato le procedure di pulizia con disinfettanti antibatterici e per uso ospedaliero in tutti i velivoli. La flotta è munita di filtri HEPA ad alta efficienza (con arresto di particolato ad alta efficienza) che rimuovono le particelle nell’aria perfino eliminando i batteri microscopici e i cluster virali (con efficacia oltre il 99,99%).

Crediamo che volare in tutta sicurezza sia possibile senza incidere negativamente sui conti già in rosso di moltissime compagnie aeree e senza che il passeggero risulti vittima di un aumento dei prezzi dei biglietti.

Lo Staff di AeroportiCalabria.com


Condividi!

Voli
VoloteaEurowingsLufthansa
Motori di ricerca
Skyscanner
Autonoleggio
AvisBudgetEuropcarLocautoMaggioreSixt
Treni
Italo Treno
Bus
TerravisionFlixBus

67 commenti

  1. Commenta per: Altro

    Disinfettanti batterici quando parliamo di virus, nn hanno idea.

  2. Commenta per: Altro

    @ PAOLO:
    quindi quello che ci hanno detto fino ad ora, di usare amuchina e igienizzanti vari è tutto inutile…
    proponiti come consulente…

  3. Commenta per: Altro

    ci sono i virilogi e credo che siano loro e dettare il modo migliore per ripartire . certo dispiace per le compagnie aeree che si trovano tra incudine e martello.

    ita fa l’interesse dei suoi associati . le istituzioni sanitarie. Fanno l’interesse della salute delle persone . mi spiace per le compagnie aeree ma la barzelletta inglese e ancora sotto gli occhi di tutti dove il primo ministro faceva il virologo di turno e metteva l’interesse economico davanti a quello della salute . il regno unito sta pagando a caro prezzo quella scelta. Senza contare che lo stesso ci stava lasciando le penne. Dopotutto se bisognerà pagare il doppio un biglietto aereo lo pagheremo il doppio a Reggio e sempre successo e non è morto nessuno.

  4. Commenta per: Altro

    @ aiofb:
    forse non ti è chiaro che l’aeroporto non avrà voli, il problema non è pagare doppio a reggio (sarà almeno il triplo). il punto è che non ci saranno più voli in italia.
    giaà alitalia ha cancellato per l’estate il new york, significa che non hanno neanche passeggeri da smistare da/per roma.

    le persone non verranno più in italia e chi può dall’italia andrà all’estero (a breve presenteranno il corridoio sicilia-malta).

  5. Commenta per: Altro

    @ Pilota75:
    Partiamo dal presupposto che esistono protocolli sanitari internazionali a cui devono attenersi, poi ogni volo bisogna santificare le persone gli indumenti dove i virus possono risiedere nn basta l aereo, loro possono volare ma si devono assumere la responsabilità di un eventuale contagio.Poi ripeto ognuno è responsabile delle proprie azione, come te che uscivi per andare a cena o altri che nn vogliono mettere la.mascherina. A parte l italia nn vedo molti voli nelle altre nazioni.

  6. Commenta per: Altro

    @ PAOLO:
    dovrebbero essere, secondo te, responsabili se mi contagio stando seduto?
    e come dimostro che non l’ho preso stando seduto (sempre ammesso che sia una maniera di contagio) in aeroporto?
    ma ti rendi conto di quello che dici?
    quindi il supermercato dovrebbe essere responsabile del’eventuale contagio attraverso il carrello?

    la mascherina non è obbligatoria, lo riesci a capire?
    la mascherina serve solo a chi è malato per non contagiare altri, non viceversa.

  7. Commenta per: Altro

    @ Pilota75:
    1.Supermercato bene primario quindi vuoi o nn vuoi nn puoi stare senza , nn veicola persone da ogni parte del mondo ma solo zone limitate di varie aree, puoi gestire la situazione hai tutto il tempo di sanificare i carrelli.
    Farmacie gli stessi ospedali sono beni primari
    Se io sono asintomatico e nn porto la mascherina sono un potenziale veicolo di infezione.
    L’aereo in caso di pandemia si deve fermare e lo hai visto anche perché veicola persone da ogni parte del mondo spostando il virus velocemente quindi nn fare paragoni stupidi.

  8. Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com)

    Commenta per: Altro

    @ PAOLO:
    Ma quali studi dimostrano che su un aereo un solo infetto può infettare tutti gli altri 150 passeggeri a bordo?
    Se prima di imbarcarti ti misurano la temperatura vuol dire che la mina vagante è solo l’asintomatico. L’asintomatico te lo puoi ritrovare in qualsiasi posto, non solo negli aeroporti ed in aereo.

  9. Commenta per: Altro

    @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com):
    Roberto la pandemia secondo te da dove è partita??, l aereo sposta velocemente le persone ed è un veicolo Esempio io infetto asintomatico prendo l aereo Reggio Roma infetto il passeggero di lato io proseguo per Madrid l altro Parigi questo è il problema è un veicolo veloce dove puoi replicare velocemente la diffusione del virus, ma come treni ed altro , esiste RSI che è un regolamento sanitario Internazionale dove troverete tutto scritto.

  10. Commenta per: Altro

    @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com):
    L’indice di contagio. Che deve essere inferiore a 1 per andare verso una ‘eliminazione’ del virus. Se una persona positiva contagia già i 2 passeggeri che ha al fianco sarebbe già 1 contaggia 2 e si va verso una crescita esponenziale del numeri di casi. Ecco perché è così importante la distanza. Attualmente in Italia siamo intorno allo 0,5 ma in Germania è appena risalito sopra la soglia del punto percentuale.

  11. Commenta per: Altro

    @ PAOLO:
    certo che vi hanno proprio indottrinato bene.
    al supermercato ci sono molto più di 150 persone, non controllate e il rischio è maggiore.
    ma poichè è “bene primario” magicamente non mi infetto.
    io al supermercato sono sempre andato, senza mascherina e guanti, come me molte altre persone.
    non è successo nulla.
    l’aereo è più sicuro.
    del RSI me ne sbatto, è per i governi.

    @ Jacques:
    l’indice è una cretinata, lo sanno anche i “virologi”
    se oggi ci sono zero positivi e domani 1 (su una popolazione di 2 milioni) la statistica dirà che l’indice è raddoppiato…
    facciamo come per i crotonesi che orgogliosi dichiaravano di essere il primo aeoporto per crescita del 140% perchè erano passati da 0 (zero) a 200 pax?
    https://www.scienzainrete.it/articolo/r0-mito-da-superare/stefania-salmaso/2020-04-21

  12. Commenta per: Altro

    @ Pilota75:
    Infatti stanno volando tutti questi aerei.
    Cmq inutile stare a discutere con te che metti link di pagine internet.
    Poi il RSI è per i governi , perché tu nn vivi in uno stato con delle leggi, ah vero tu nn le seguì.

  13. Commenta per: Altro

    @ PAOLO:
    il fatto è che tu non capisci che l’aereo ha una legislazione un attimino diversa.
    che norma deve seguire un aereo di nazionalità irlandese operato da una compagnia inglese che vola in quinta libertà tra italia e romania?
    gli aerei non volano non per le cretinate dell’rsi ma perchè in molti stati esiste la quarantena di 14 gironi per chi arriva da fuori.
    ma all’interno degli stati volano.
    sai i giochini che devono fare gli equipaggi dei voli cargo per fregare queste stupide limitazioni?

  14. Commenta per: Altro

    @ Pilota75:
    A parte il fatto che l’articolo non dice che è una cretinata ma che è difficile calcolarlo senza avere la data di insorgergenza dei primi sintomi ma comunque è uno dei parametri fondamentali per misurare la velocità di trasmissione del virus e non lo dice Stefania Salmaso o Pilota75 ma l’ISS.
    https://www.iss.it/primo-piano/-/asset_publisher/o4oGR9qmvUz9/content/id/5268851

  15. Commenta per: Altro

    @ Pilota75:
    Cretinate dell RSI possiamo chiudere la conversazione , i voli cargo sono differenti dal volo che trasporta passeggeri, le norme aeronautiche nn le conosco ma in una legislazione di emergenza passano in secondo piano e devono attenersi a protocolli governativi.

  16. Commenta per: Altro

    @ PAOLO:
    governativi in italia, nel resto d’europa quello degli altri paesi.
    per me possiamo chiuderla qui.
    basta che poi non vi lamentate perchè reggio chiude…
    @ Jacques:
    ah bè se lo dice l’iss…per me va bene, però vale anche quando l’iss dice che di covid muore solo una persona su 1000.
    il resto muore di altro.

  17. Commenta per: Altro

    @ Pilota75:
    Che chiude reggio mi dispiace , ma io faccio tutt altro lavoro, se funziona bene altrimenti mi sposto.

  18. Commenta per: Lamezia, Reggio Calabria, Crotone, Altro

    Vi invito a leggere un articolo scientifico del 2003 pubblicato sul New England Journal of Medicine, accessibile a tutti, intitolato “Transmission of the Severe Acute Respiratory Syndrome on Aircraft”:

    https://www.nejm.org/doi/full/10.1056/nejmoa031349

    Questo articolo riguarda la possibilità di trasmissione del (vecchio) coronavirus sugli aerei. Per intenderci si parla della precedente epidemia di SARS.
    Poichè trattasi sempre di coronavirus, credo che possa essere un interessante spunto di lettura, tenendo però a mente che il SARS-CoV-2 ha dimostrato velocità di diffusione maggiore.

  19. Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com)

    Commenta per: Altro

    Sempre secondo IATA:

    Questa limitazione porterebbe l’occupazione massima consentita a salire al 62%, una percentuale molto inferiore rispetto al 77% richiesto per un volo redditizio. L’unica opzione sarebbe quella di applicare un drastico aumento delle tariffe. Per raggiungere un punto di equilibrio, il prezzo medio del biglietto dovrebbe aumentare tra il 43% e il 54%, a seconda della regione.

  20. Commenta per: Altro

    @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com):
    Già la situazione è drammatica, se alzano i prezzi voleranno ancora meno persone, quindi se ci saranno restrizioni chi può permettersi un volo prenderà l aereo chi no troverà altre alternative.

  21. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com):
    quindi IATA ci ha finalmente certificato quello che diciamo da sempre riguardo ai voli “sempre pieni” ma che poi chissà perchè cancellano.
    Per iniziare a guadagnare ci vuole quasi l’80% di LF.
    il bologna e il torino forse arrivavano al 60…

  22. Commenta per: Altro

    @ PAOLO:
    in realtà il problema p solo di alitalia, unica compagnia a volare all’interno del paese.
    Oggi air france, british e eurowings hanno comunicato che voleranno verso alcune mete italiane (per portare i turisti nei loro paesi) ovviamente solo con mascherina, nessuna distanza inutile.

  23. Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com)

    Commenta per: Reggio Calabria, Altro

    @ PAOLO:
    Se devono volare ai prezzi del Pre-Covid allora non voleranno proprio, si chiude e basta. Le alternative all’aereo saranno sempre costose se si applica il distanziamento.

    @ Pilota75:
    Si, più o meno lo sapevamo che sotto il 75% di riempimento si vola in perdita.

  24. Commenta per: Lamezia

    Ryanair conferma che non userà distanziamento a bordo.

    https://www.ryanair.com/it/it/info-utili/manteniamo-leuropa-in-volo-e-in-salute

  25. Commenta per: Altro

    @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com):
    E se c’è un guasto all’aereo al motore o al sistema di ventilazione e rimane bloccato sulla pista di rullaggio senza aria come è successo parecchie volte (anche a me sfortunatamente) immaginate il rischio che corrono senza distanza di sicurezza?
    @ Pilota75:
    Muore una su 1000 delle persone sane questo ometti di dirlo..(senza patologie pregresse).
    Basta un “banalissimo” diabete (solo in Italia ci sono oltre 3 milioni di persone diabetiche) e il rischio morte sale al 25%. La vita di una persona sana vale quanto quella di una persona diabetica.
    Altrimenti mandiamo i medici in vacanza chiudiamo gli ospedali e cu campa campa.

  26. Commenta per: Altro

    @ Jacques:
    no, muore uno su mille di contagiati che non ha patologie pregrese.
    gli altri 999 hanno altre malattie. es. eri già ricoverato per cancro, te lo sei preso in ospedale e vieni dichiarato morto di corona invece che di cancro.

    se c’è un guasto al motore non si vola.
    Stai confondendo la climatizzazione con il ricambio di aria.
    non sei obbligato a volare.

    @ PAOLO:
    bravi i greci! la spagna è meglio però.

  27. Commenta per: Altro

    @ Pilota75:
    La Spagna quest anno mi sa che ne vedrà pochi di turisti.

  28. Commenta per: Altro

    @ PAOLO:
    non credo proprio, i voli riprenderanno a breve, hanno già accordi con germania e inghilterra.
    https://europa.today.it/attualita/croazia-spagna-coronavirus-turisti.html

  29. Commenta per: Altro

    @ Pilota75:
    Ha chiesto al consiglio sanitario interterritoriale ancora nn hanno aperto niente leggi meglio gli articoli,

  30. Commenta per: Lamezia

    @ PAOLO:
    i voli riprenderanno in data 1 luglio, già in vendita su ryanair e tutte le compagnie europee (tranne alitalia).
    ci sono i vari comunicati in rete con le norme da seguire (nessun posto libero centrale)

  31. Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com)

    Commenta per: Lamezia, Crotone, Altro

    @ Pilota75:
    Bene per Ryanair, vediamo adesso le altre compagnie aeree cosa faranno.

    @ Jacques:
    Abbiamo i dati in termini percentuali per sapere quante volte l’impianto di areazione risulta non funzionante prima del decollo? Grazie.

  32. Commenta per: Lamezia, Reggio Calabria, Crotone, Altro

    Il problema non c’è.
    Posto centrale o no nessuno prenderà l’aereo per turismo
    La gente è impaurita.
    I paesi incentivano il turismo a casa loro con mezzi diversi
    Meno inquinanti.
    Il futuro è Alta velocità con impatto ambientale quasi zero.

  33. Commenta per: Altro

    @ Pilota75:
    Bene per Ryanair e per chi ci lavora, normale mettere in vendita i voli, ma nn è detto che li effettueranno se nn ci saranno le condizioni in Spagna per mantenere un certa sicurezza.Ti ricordo che la penisola iberica è la seconda nazione al mondo più colpita dal virus.Poi per i posti centrali farà come meglio crede la compagnia.

  34. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Sempreverde:
    parli degli italiani, il resto del mondo non ha questi problemi.
    cosa c’entra l’inquinamento?
    @ PAOLO:
    la spagna ha già riaperto, solo alitalia lascia vuoto il posto centrale, una invenzione tutta italiana.
    la paura è solo in italia, nel resto del mondo non frega a nessuno di questa influenza.

  35. Commenta per: Altro

    @ Pilota75:
    Che cosa ha riaperto che chi arriva da fuori dal paese deve andare in quarantena obbligatoria, ma tu le cose te le inventi bello mio.

  36. Commenta per: Lamezia, Reggio Calabria, Crotone, Altro

    L’aereo è il mezzo che inquina più
    Di tutti.
    Il 12% delle emissioni totali.
    In Inghilterra se ne parla da in po.
    Per questo ci saranno meno aerei
    E prezzi alti.

  37. Commenta per: Altro

    @ PAOLO:
    ma dove? solo in italia!
    dovete leggere le norme.
    secondo te perchè da lunedì ripartono in tutta europa tranne che in italia?
    ma scusa, se hai così paura di volare, nessuno ti obbliga, ma non mettere in mezzo influenza, quarantena e altre cose che non c’entrano nulla.

    @ Sempreverde:
    ok, relazione con il coronavirus?
    dall’inghilterra pensi di andare in vacanza ad ibiza col treno? mah

  38. Commenta per: Lamezia, Reggio Calabria, Crotone, Altro

    @ Pilota75:
    A ibiza si andrà in aereo ma invece di 50 euro si pagherà 500 euro.
    Chi non ha i soldi farà la vacanza in Cornovaglia.
    Sarà cosi in ogni paese.
    Sarà meno inquinante per tante ragioni.

  39. Commenta per: Altro

    @ Pilota75:
    https://www.google.com/amp/s/www.agi.it/estero/news/2020-05-12/spagna-coronavirus-quarantena-8588279/amp
    Così la finisci di baviare.
    Ripeto per me possono volare da tutti i posti, e poi di cosa mi devo spaventare che tratto già pazienti che hanno contratto il virus, e che nn capisci che se ci sarà un altra pandemia faremo la fame.

  40. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Sempreverde:
    veramente i prezzi sono normali.
    @ PAOLO:
    E’ stato messo oggi questo limite, fino a ieri non c’era.
    Cmq le baleari essendo autonome hanno già fatto accordi e li si potrà andare.
    Non c’è alcuna pandemia, tutti dati farlocchi.
    fprse non vivi a reggio, ma qui andiamo al bar, a cena da amici, dal 18 ristorante e pizzeria. I lidi stanno per aprire!

  41. Commenta per: Altro

    @ Pilota75:
    Tutti dati farlocchi….parla di aviazione che è meglio, i lidi solo uno ne stanno costruendo sul lungomare, e ancora nn sa cosa deve fare, purtroppo nn ho tutto il tempo tuo per andare in giro a prendere i caffè o mangiare con gli amici.Cmq vedremo quanta gente volerà da qui a fine anno.

  42. Commenta per: Lamezia, Reggio Calabria, Crotone, Altro

    @ Pilota75:
    Al momento i prezzi son gli stessi,
    Ma non ci va nessuno manco se li dimezzano o ti fanno volare gratis.
    Aspetta qualche mese poi vedrai
    Che viaggiare a 20 euro è solo un ricordo.
    Bisognerà pagare una supertassa
    Sull’inquinamento e molti aerei rimarranno a terra.

  43. Commenta per: Reggio Calabria, Altro

    Desidero riallacciarmi all’argomento posto vuoto a bordo aeromobili per applicazione norma del distanziamento.
    Come noto – i grandi Vettori quali IAG ( British , Iberia ecc. ) – KLM-Air France-
    Lufthansa , Alitalia , SAS ecc – stanno per ricevere fior di miliardi di euro quale contributo per la sopravvivenza.
    Perfino mr Branson proprietario al 51% (Delta al 49%) di Virgin Atlantic – uomo straricco – ha chiesto sovvenzioni al governo inglese subito bacchettato
    dal vulcanico O’Realy di Ryanair che ha chiesto pubblicamente in una intervista su Euronews che Branson provveda col proprio patrimonio a ripianare i debiti.

    Non si comprende dunque perchè vettori low cost quali Ryanair, Easy Jet, Wizzair non debbano essere sovvenzionati proporzionalmente dai vari Governi
    per l’italia ricordo che tali Vettori (ed altri minori ) impiegano centinaia di piloti, aa/vv tecnici, impiegati italiani e che per via della crisi corovid-19 rischiano il posto e non potranno in gran parte far uso di coperture quali cigs ecc.
    Richiamo dunque l’attenzione sul permettere l’utilizzo di tutti i “sedili” ciò permetterebbe voli non in passivo (che alla ripresa ovviamente ci potrebbe essere comunque) e di far fronte alla concorrenza dei Vettori foraggiati
    D’altronde Enti quali ICAO, EASA, IATA, nulla prescrivono in merito mentre
    rimarcano l’importanza delle protezioni mascherina, guanti ,termoscanner ecc.
    Non si dimentichi inoltre che l’aria a bordo viene completamente rigenerata ogni 2/3 minuti (il B737-800ng rigenera 1 mc d’aria al secondo)
    L’aria passa attraversa i filtri HEPA che hanno la capacità di bloccare batteri,
    microbi e virus con diametro superiore a 0,01 micrometro quindi bloccano anche l’eventuale corovid-19 che ha un diametro tra 0,08 e 0,16.
    Inoltre indossando per tutto il volo le protezioni come suggerito da studi originanti dal periodo coronavirus SARS del 2003 e proseguiti nel tempo
    basterebbe azionare a velocità minima la fuori uscita dell’aria dai singoli bocchettoni posti sopra la testa per creare un ulteriore schermo protettivo.
    Infine evidenzio che tranne variazione dei prossimi giorni il posto vuoto a bordo degli aa/mm è solo una solitaria scelta del ns governo. Molti vettori stanno infatti volando senza limitazioni di posti.
    Quindi sensibilizziamo in merito i ns rappresentanti politici per il seguito di competenza ricordando che l’aria a bordo è più salubre di quella di molti uffici e abitazioni..
    Servono decisioni sagge, coraggio e fortuna
    Scusatemi per la lunga esposizione e grazie per la cortese attenzione

  44. Commenta per: Reggio Calabria, Altro

    A chiarimento di quanto riportato nel precedente post intendevo dire che i vettori low cost dovrebbero essere anch’essi proporzionalmente aiutati economicamente seppur per un brevissimo periodo, qualora rimanga in vigore il limite dei posti, in caso contrario, ovvero utilizzando il pieno carico, sarebbero in grado di fagocitare una buona fetta di concorrenti ( leggasi SAS, Norvigian ecc)
    Ricordando che togliere errate limitazioni, nel rispetto di tutte le azioni di salvaguardia della salute, quali sanificazione infrastrutture e aa/mm, dotazioni guanti, mascherine, percorsi di sbarco/iimbarco separati, rilevamento temperatura alla partenza e all’arrivo (evitando cosi il triste accadimento di poco tempo fa quando la pax dei voli MXP-FCO-CTA ha superato il chk alla partenza
    ma tre giorni dopo è deceduta per coronavirus !! ) consentirà la ripresa del comparto turismo con benefici rilevanti essendo – il turismo – voce importante del PIL

    Ma evitare che gli accompagnatori entrino inutilmente all’interno delle aerostazioni creando per coloro che necessitino di una qualsivoglia assistenza
    dei punti ad hoc esterni ??
    Ringrazio per la cortesia e pazienza
    Cordiali saluti

  45. Commenta per: Altro

    @ Bruno Luigi:
    concordo al 100%
    Purtroppo in italia ci sono i “talebani” del coronavirus.
    Convinti che sia la nuova peste e che se andiamo a cena in 3 persone, tutte sane e senza virus in corpo, magicamente ci contagiamo.
    Contro queste persone c’è poco da fare se non una pernacchia, infatti ryanair ed il resto delle compagnie alla fine stanno facendo questo, delle pernacchie.
    Non possiamo volare in italia? amen…pagate la CIGS ai nostri dipendenti in italia e noi voliamo all’estero.

    d’altronde cosa ne sanno in icao, iata, easa di virus….sono solo le maggiori organizzazioni mondiali sul volo; mica hanno chiamato burioni a fare una consulenza…eh eh.

  46. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Bruno Luigi:
    in realtà già la legge italiana prevede che in una aerostazione debba entrare solo chi ha un biglietto e non i parenti.
    basterebbe fare come nel resto del mondo in cui se stai più di 15 minuti in sosta paghi 50 euro, vedi come ti passa la mania stupida di stare fin quando non decolla l’aereo…

    le misure di cui tu parli sono già attuate in tutti gli aeroporti del mondo.

  47. Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com)

    Commenta per: Altro

    @ Bruno Luigi:
    Sono d’accordo, grazie per il tuo commento.

  48. Commenta per: Reggio Calabria, Altro

    Gent.mo Pilota 75
    Grazie

    ad ulteriore e giuro ultimo intervento, riporto quanto segue che mai come in questi tempi è pura verità

    Quelli che sanno, fanno .
    Quelli che non sanno, insegnano.
    Quelli che non sanno, che non insegnano, coordinano.
    Quelli che non sanno, che non insegnano, che non coordinano, dirigono..
    Quelli che non sanno, che non insegnano, che non coordinano, che non
    dirigono… quelli sono i Ministri e la loro vastità di consulenti !!
    cordialmente

  49. Commenta per: Reggio Calabria, Altro

    Gent.mo Ing. Sartiano
    la ringrazio
    e ringrazio tutti i partecipanti che mantengono viva
    l’attenzione sui ns tre importanti aeroporti.

  50. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Bruno Luigi:
    perchè ultimo?
    abbiamo bisogno di persone come te.

  51. Commenta per: Altro

    @ Pilota75:
    Ma li sai leggere gli articoli prima di scrivere fesserie??

  52. Commenta per: Altro

    @ PAOLO:
    sentiamo, la fesseria quale sarebbe? lo capisci che a sostenere che esista una epidemia siete in 4/5 in tutta italia?
    ma ti affacci dalla finestra? i bar con la gente, le auto in doppia fila, il corso pieno, li vedi o no?
    lo capisci che è tutto finto?
    dal 25 riaprono anche le palestre…

  53. Commenta per: Altro

    @ Pilota75:
    L economia deve ripartire altrimenti muore tutto, qui nn ci sono stati casi come nel nord altrimenti eravamo fottuti alla grande perché nn hai i posti di terapia intensiva che ci sono su, lo sai che i morti di infarto sono aumentati al 13% dopo febbraio, purtroppo tu come i tuoi amici nn vivendo nel mondo sanitario nn avete neanche la minima idea.
    Nessuno è contento di stare a casa tutti vogliono uscire, ma stai certo che un altra botta di questa e siamo nella merda.

  54. Commenta per: Altro

    @ PAOLO:
    Ti ho fatto una domanda: quali sarebbero le fesserie che ho scritto e che non ho capito dell’articolo?

    si aggiunge anche la commissione europea ma non essendo virologi e non contando nulla, lascia il tempo che trova…AHAHAH
    https://it.reuters.com/article/topNews/idITKBN22P19Z

  55. Commenta per: Altro

    @ Pilota75:
    Per quanto riguarda il posto centrale ti ho detto che per me possono viaggiare a tappo, per le vacanze all estero leggi bene l articolo che hai postato invece di ridere.Leggi soffermati e cerca di capire se nn capisci che cosa posti gli articoli se leggi solo il titolo.

  56. Commenta per: Altro

    @ PAOLO:
    ma invece di fare il aputello, puoi dirmi la cretinata che avrei detto?
    pensa che ieri lo hanno anche chiesto a conte cosa ne pensa del fatto che italia e spagna quest’anno non vedranno un turista straniero!

    dovresti fare pace col cervello…hai chiesto tu le linee guida ed ora dici che non ti interessano le misure adottate dalle compagnie? mah

  57. Commenta per: Lamezia

    @ Bruno Luigi:
    nel decreto approvato ieri ci sono soldi anche per ryanair e le altre compagnie. Aiuti anche per loro.

  58. Commenta per: Altro

    @ Pilota75:
    A parte che l articolo dice che stanno cercando di aprire attuando dei protocolli ,cercano delle corsie preferenziali con la Germania ma sempre dietro ad un controllo sanitario che esclude la positività del virus, per quanto riguarda le linee guida ti ho detto che le compagnie si devono assumere responsabilità se qualcuno si dovrebbe infettare nn mantenendo gli standard di sicurezza, tu dovresti disinfettare un aeromobile ogni volo soprattutto se viaggi in zone rosse esempio Bergamo in Italia Madrid Spagna tempo nn idonei per Ryanair . Poi volano o no a tappo questi sono problemi loro come io in automobile potevo far salire anche 4persone.

  59. Commenta per: Altro

    @ PAOLO:
    ma scusa come fai a provare che te lo sei beccato sull’aereo e non in aeroporto o sul treno per arrivarci?
    sopratuto, perche me lo dovrei beccare?
    io non ho mai usato protezioni, sono sempre uscito e non l’ho preso; significa che è raro.
    tutto allarmismo.
    basta controllare la temperatura, si fa in 3 minuti.
    il virus è una normale influenza, con l’esttae sparirà, se ne riparla a novembre.
    non succede nulla.

  60. Commenta per: Altro

    @ Pilota75:
    Ognuno o con la sua opinione

  61. Commenta per: Reggio Calabria, Altro

    Gent.mo Pilota 75
    grazie per la segnalazione
    hai sottomano il link di rimando all’art. che cita l’accesso ai fondi x low cost
    mi eviteresti di perdermi nei meandri voluminosi del decreto in divenire

    Intanto a te e a tutti chiedo di leggere l’articolo interessantissimo riportato
    su La Stampa di ieri dal titolo Alitalia 3 miliardi per la (rischiosa) ripartenza

    inoltre leggete su Corsera l’’articolo di Leonard Berberi dal titolo
    coronavirus aerei semi vuoti per volare in sicurezza: perchè è difficile
    applicare le indicazioni sanitarie

    buongiorno e buona lettura

  62. Giuseppe Imbalzano (Co-Fondatore di AeroportiCalabria.com)

    Commenta per: Altro

    @ Bruno Luigi:
    L’articolo è il 201 del DL Rilancio

    Art.201 Istituzione fondo compensazione danni settore aereo
    1. In considerazione dei danni subiti dall’intero settore dell’aviazione a causa dell’insorgenza dell’epidemia da COVID 19, è istituito presso il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti un fondo, con una dotazione di 130 milioni di euro per l’anno 2020, per la compensazione dei danni subiti dagli operatori nazionali, diversi da quelli previsti dall’articolo 79, comma 2, del decreto – legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito con modificazioni dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, in possesso del prescritto Certificato di Operatore Aereo (COA) in corso di validità e titolari di licenza di trasporto aereo di passeggeri rilasciati dall’Ente nazionale dell’aviazione civile, che impieghino aeromobili con una capacità superiore a 19 posti. L’accesso al fondo di cui al presente comma è consentito esclusivamente agli operatori che applicano ai propri dipendenti, con base di servizio in Italia ai sensi del regolamento (UE) 5 ottobre 2012 n. 965/2012, nonché ai dipendenti di terzi da essi utilizzati per lo svolgimento della propria attività, trattamenti retributivi comunque non inferiori a quelli minimi stabiliti dal Contratto Collettivo Nazionale del settore stipulato dalle organizzazioni datoriali e sindacali comparativamente più rappresentative a livello nazionale. Con decreto di natura non regolamentare adottato dal Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico e il Ministro dell’economia e delle finanze, sono stabilite le modalità di applicazione della presente disposizione. L’efficacia della presente disposizione è subordinata all’autorizzazione della Commissione europea ai sensi dell’articolo 108, paragrafo 3, del Trattato sul Funzionamento dell’Unione europea.

  63. Commenta per: Reggio Calabria, Altro

    @ Giuseppe Imbalzano (Co-Fondatore di AeroportiCalabria.com):
    Grazie
    mi hai evitato di leggere 464 pg
    notizia del tg di mezz’ora fa manca ancora l’ok della Ragioneria di Stato
    per mancata copertura di alcune voci di spesa quindi decreto
    non ancora su G.U.
    speriamo bene

  64. Commenta per: Lamezia

    Anche EASA ha pubblicato linee guida in cui non obbliga la distanza a bordo.
    Messa la parola fine della stupidità italiana; da domani FR viaggerà a pieno carico e alitalia fallirà di nuovo.

  65. Commenta per: Lamezia

    segnalate, segnalate..AHAHAHA
    Secondo ENAC una compagnia ungherese dovrebeb applicare un DPCM italiano…ahahah; non lo applichiamo noi, figurati loro.
    https://www.corriere.it/cronache/20_maggio_18/aerei-wizz-air-torna-volare-italia-forse-troppi-passeggeri-bordo-b0329466-991a-11ea-8e5b-51a0b6bd4de9.shtml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni commentatore si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.