Aeroporto Crotone: le compagnie aeree vogliono soldi per volare

Riportiamo da “IlCrotonese.it”:

Per ingaggiare una compagnia e farle effettuare i voli sull’aeroporto di Crotone la Sacal pretende che sia il Comune di Crotone insieme ad altri della provincia a mettere i soldi. Perché la società di gestione degli scali calabresi non ha più risorse. E’ quanto sta emergendo dall’incontro attualmente in corso alla cittadella regionale tra il presidente Sacal Arturo De Felice, il sindaco di Crotone Ugo Pugliese accompagnato da altri primi cittadini del crotonese e dai componenti delle associazioni di categoria e dei cittadini. Presente il governatore calabrese Mario Oliverio che in precedenza ha avuto un colloquio riservato con il solo De Felice durato alcune ore.

Un confronto durissimo quello che sta andando in scena alla cittadella, soprattutto tra Pugliese e De Felice. Il sindaco ha rinfacciato al presidente Sacal di non aver fatto nulla fino ad oggi per la ripresa dei voli sul Sant’Anna ed a questo punto si è sentito rispondere che la società di gestione non ha risorse e che ha già speso troppo per lo scalo di Crotone. Quindi ha detto chiaramente che ha bisogno del contributo dei comuni per sostenere le spese che ammontano – a suo dire – a 60 mila euro al mese. Almeno nella fase iniziale. Di compagnie, ovviamente neanche a parlarne. Intanto il 20 marzo prossimo scadono i contratti con il personale che era stato assunto da Sacal per l’aeroporto di Crotone. Contratti che, senza il contributo preteso dai comuni, non saranno rinnovati.

E’ quindi intervenuto il presidente Oliverio che ha garantito un finanziamento della Regione di 570 mila euro per coprire l’ingaggio con la compagnia aerea che dovrà effettuare i voli ma ha esplicitamente chiesto ai sindaci di dare anche il loro contributo per le spese di gestione dello scalo. Altre soluzioni – ha concluso Oliverio – non ce ne sono.

La proposta finale, avanzata da De Felice, dovrebbe dunque prevedere un contributo dei Comuni di quarantamila euro al mese per i prossimi sei mesi prima che lo scalo vada a regime. Il tutto dovrebbe essere formalizzato in un accordo tra Regione, Sacal e Comuni.

Fonte: http://www.ilcrotonese.it/aeroporto-per-volare-su-crotone-la-sacal-vuole-i-soldi-dal-comune/


Condividi!

Voli
VoloteaBluExpressAirItalyLufthansaEurowingsTransavia
Motori di Ricerca
SkyscannerMomondoTrivago
Hotel
Expedia
Autonoleggio
AvisBudgetEuropcarMaggioreSixtRentalcars
Bus
TerravisionFlixBus

12 commenti

  1. ma scusate ma Pilota75 non aveva detto che la politica non c’ entra niente ?? mah!!

  2. A sto punto Regione e comuni iniziano a dare contributi alla sacal per poter sviluppare il trasporto aereo calabrese o la sacal avrà seri problemi di gestione.

  3. @ carmelo:
    Lo ribadisco.
    Visto, però, che la politica insiste a entrarci, la sacal ha dato l’unica risposta possibile (che io avevo già anticipato): volete i voli? Pagate!
    Non è di competenza della sacal creare il traffico aereo.
    La sacal deve essere pagata per i servizi, non pagare!

  4. Sono sempre convinto che hanno voluto la società unica perché la Sacal non navigava in buone acque, infatti ora emerge che non ha più soldi e cerca di racimolare contributi per sostenere gli altri due aeroporti. Ma come non era una società solida economicamente? E come mai la Regione si fa avanti con un finanziamento? Ma come, qualcuno in questo sito che stravede solo per Lameeziiia non sosteneva che erano vietati?

  5. @ fr:
    Ma lo hai capito che la gestione unica è una direttiva nazionale? In quasi tutte le regioni italiani ci sono società uniche, tranne poche eccezioni.
    I contributi non sono vietati, bisogna utilizzare i modi previsti dalla legge.
    Il compito delle società di gestione non è finanziare le compagnie, ma gestire l’aeroporto.
    Gli aeroporti sono aperti?
    SI
    La sacal sta assolvendo al suo compito.
    punto

  6. Ma quale direttiva europea ! E’ stato dato tutto a Sacal per rafforzare solamente Lamezia a scapito degli altri due ! RAYANAIR se non foraggiata dalla Regione col cappero che volava da Lamezia…..Meditate gente prima di dire eresie.

  7. @ Pepecosimo:
    Sono sulla tua stessa lunghezza d’onda, ma vedrai che quanto prima qualcuno si pungerà.

  8. @ Pepecosimo:
    Io sono in gardo di portare documenti che sostengono la mia tesi.
    tu?
    Prima di dire che sono eresie, ti sei documentato?

  9. @ Pilota75:
    questa è grossa…………………….

    tu affermi di avere e poter mostrare documenti alla mano i contratti tra ryanair/ sacal , quantomeno sei in possesso dei documenti delle relazioni di sacal con i vari enti .

    sacal è combinata veramente male , io chiedo a De Felice se è normale che tu sia in possesso di tali documenti , perchè va bene essere appassionato di aviazione , ma avere la documentazione di contratti sensibili e millantarti via internet è grave , se pio i tuoi documenti sono articoli del lametino va già meglio .

  10. @ aiofb:
    Tu sei proprio stupido.
    Ho detto che ci sono le leggi che prevedono le modalità di concessione contributi alle compagnie aeree.
    Mi è stato risposto che è una eresia.

  11. @ Pilota75:
    stupido sei tu .

    @ Pilota75:
    stupido sei tu .

  12. @ aiofb:
    Fino a prova contraria, chi non capisce ciò che si scrive sei tu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni commentatore si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.