Aeroporti Calabria: Occhiuto e Franchini illustrano CIS da 215 milioni

Riportiamo comunicato stampa della Regione Calabria:

Aeroporti: Occhiuto e Franchini illustrano Cis da 215 milioni per scali Calabria

Presidenza – Catanzaro, 04/10/2022

“Abbiamo sempre detto che gli aeroporti sono un asset strategico per lo sviluppo della Calabria e oggi dimostriamo il nostro impegno con la firma del Cis che investe 215 milioni per rifare l’intera rete aeroportuale, in una regione che si candida di essere meta del turismo del mezzogiorno. A queste risorse vanno aggiunti altri 40 milioni che utilizzeremo per rendere più attrattivo venire in Calabria, attraverso incentivi alle compagnie aeree. Sono poi in atto le gare per gli oneri di servizio di Reggio e Crotone, per altri 28 milioni già stanziati. Un grande investimento, dunque, per gli scali aeroportuali e per la Calabria”.

Lo ha detto il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, durante la presentazione nella Cittadella regionale dei progetti e le iniziative riguardanti il Contratto istituzionale di sviluppo sugli aeroporti calabresi, sottoscritto ieri a Roma con il ministro per il Sud e la Coesione territoriale, Mara Carfagna.

Un pacchetto da 215 milioni e 500 mila euro che permetterà nei prossimi anni di far crescere, proporzionalmente, tutti gli aeroporti della Calabria. Gli investimenti saranno così suddivisi: Lamezia Terme 119,5 mln; Reggio Calabria 60; Crotone 36.

“Questo Cis sottoscritto ieri a Roma – ha spiegato l’amministratore unico di Sacal, Marco Franchini – è destinato a portare valore diffuso in tutta la regione, in una logica di specializzazione dei singoli scali. Già dalla prossima estate spero che i nostri aeroporti si presentino in condizioni più decorose e con maggiori attività. Abbiamo immaginato investimenti che puntano a riqualificare non solo gli scali ma anche il territorio circostante. La parola chiave è innovazione, seguita da opportunità, perché sceglieremo materiali “a chilometro zero” valorizzando anche le università calabresi. Ho deciso con orgoglio di indossare la maglia della Calabria e di far parte di una squadra che ha un presidente autorevole e che si occupa dello sviluppo della Calabria a 360 gradi”.

Allegati: Aeroporti Calabria 2022

Fonte: https://www.regione.calabria.it/website/portaltemplates/view/view.cfm?30129


Condividi!

Voli
Eurowings
Prenota
Da Lamezia a
Colonia • Düsseldorf • Salisburgo • Stoccarda
Condor
Prenota
Da Lamezia a
Düsseldorf • Francoforte sul Meno • Monaco di Baviera
Lufthansa
Prenota
Da Lamezia a
Francoforte sul Meno • Monaco di Baviera
Swiss
Prenota
Da Lamezia a
Zurigo
Motori di ricerca
Skyscanner
Autonoleggio
EuropcarLocautoSixt
Bus
TerravisionFlixBusItabus
Treni
Italo Treno
Hotel
BookingExpediaHotelsHRS

17 commenti

  1. Commenta per: Lamezia, Reggio Calabria, Crotone

    Credo sia una notizia importante per tutti noi. Un unico appunto per Lamezia: se ho letto bene non vedo il collegamento ferroviario tra aeroporto e stazione FFSS

  2. Commenta per: Altro

    Sarà comunque tutto valutato da pilota75 e i lavori agli aeroporti di Reggio e di Crotone saranno cancellati.

  3. Commenta per: Reggio Calabria

    Un ottima notizia, il Presidente di Sacal Franchini è abbastanza conoscitore delle dinamiche aeroportuali simili a quelle Calabresi, è stato direttore di Aeroporti di Puglia dove ha fatto veramente la differenza, rinnovando l’aeroporto, sono stato una volta in aeroporto a Bari, è sono rimasto sorpreso per la luminosità della nuova aerostazione di Bari, fatto accordi con compagnie aeree e adeguato al pista per accogliere anche voli intercontinentali.
    Credo sia la persona giusta che può verificare le spese, se non ricordo male per una parte dell’aeroporto di Bari furono investiti 25 MLN e dopo se ne utilizzaroni 16MLN, ma il risultato è stato positivo. Non so se a Brindisi siano stati fatti interventi.

  4. Commenta per: Lamezia, Reggio Calabria

    Assurdo che con 70 milioni non riescono a realizzare un terminal ex novo su due piani a Lamezia ma solo un nuovo corpo come area partenze e mantengono il vecchio come area arrivi. Però ben venga e speriamo che mettano al più presto al bando i lavori perchè l’attuale aerostazione è terribile.

    Per Reggio interessante l’aggiunta di due corpi all’aerostazione: un nuovo corpo a nord, simile ai lavori che avevano iniziato (e poi interrotto) dieci anni fa, con un due nuovi gates (così da riportarli a 4) e una nuova zona per i controlli di sicurezza; il secondo è per gli arrivi al posto delle due attuali rampe. I progetto si integra con il rifacimento dell’area arrivi (da due nastri a uno solo) già visto alla presentazione dei 25 milioni. Unica nota: erano previsti dei prefabbricati per estendere l’area imbarchi: quei soldi che fine faranno?

    Inoltre avevo letto che ieri dovevano annunciare i famosi nuovi bandi di continuità territoriale o oneri di servizio pubblico per le solite Venezia, Bologna e Torino da Reggio ma non trovo alcuna notizia nelle principali testate. Ci sono novità?

  5. Commenta per: Reggio Calabria

    sempre gli stessi progetti da 15 anni a questa parte.
    vogliono realizzarli in due anni….solo per l’aggiudicazione ce ne vorranno almeno 6…..ci rivediamo alle prossime regionali, come per i 25 mln di cannizzaro, sono passati 4 anni e non abbiamo visto nulla.

    sui vari commenti precedenti non mi esprimo, ora è merito di franchini la ristrutturazione di bari…mah

  6. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Amedeo:
    si si certo, 13 milioni 3 rotte….forse per 6 mesi.
    andranno deserti anche questi bandi

  7. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Pilota75:
    Insomma, non son mica pochi 13 milioni. Leggevo in rete (ma son tutti dati da prendere con le pinze) che Trapani pagava dai 3 ai 6 milioni l’anno a Ryanair. Con 13 milioni, pur pagando 5€ a pax (numero prelevato da un’inchiesta del Corriere del 2020), son 2 milioni e mezzo di posti che si potrebbero benissimo spalmare in cinque anni per avere dei risultati dignitosi.

    Il problema è che questi milioni non sono contributi di co-marketing e quasi sicuramente il bando andrà deserto come tutti i bandi di oneri pubblici per Reggio andati deserti negli ultimi 15 anni.

  8. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Flyreg:
    Sugli oneri il concetto è diverso dal comarketing in cui la compagnia si impegna a generare x passeggeri e quindi è obbligata a vendere a tariffe speciali per arrivare all’obiettivo. Normalmente il prezzo che si corrisponde alla compagnia è su base ow di non meno 20 €/sedile.

    Dubito parteciperà qualcuno.

    Peppe Imbalzano saprà spiegare meglio di me.

  9. Giuseppe Imbalzano (Co-Fondatore di AeroportiCalabria.com)

    @ Pilota75
    @ Flyreg:
    Come diceva Pilota, gli oneri (come dice la parola stessa) sono un imposizione da parte dello Stato di servizi riguardanti due scali che devono essere svolti secondo la qualità e quantità previsti da un capitolato (derivanti da un decreto di imposizione).

    Il tema che si pone è come sarà strutturato questo decreto di imposizione. Se cominciano a imporre macchine improbabili, frequenze e orari assurdi (mettendo quindi paletti ad muzzum), se sovrastimano i pax e soprattutto se si sottostimano i costi dei voli, il bando potrà avere un solo destino: andare deserto e le rotte restituite al libero mercato.

    Mi auguro che i tecnici abbiano saputo ben consigliare i ns politici e che i ns politici siano stati attenti ai loro suggerimenti, senza lanciarsi in ipotesi che non stanno né in cielo né in terra come avvenuto qualche anno fa.

    Chi vuoi che accetti degli oneri con 1.500 euro di sovvenzione per BH per fare un Reggio-Bologna con A319? Solo un pazzo. Eppure in passato è stato fatto…

  10. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Giuseppe Imbalzano (Co-Fondatore di AeroportiCalabria.com):
    il punto è, caro giuseppe, che i “tecnici” che dovrebbero consigliare Regione e Sacal non sono tali.
    Purtroppo vanno a sentimento o per vox populi, senza alcuna analisi seria.
    infatti ENAC (prima vola che accade in tutte le conferenze dei servizi delle quali ho contezza) ha rinviato la decisione chiedendo di riaggiornare i dati,

    dopo aver assistito negli anni (dal 2004) a calcoli errati, mete inesistenti, aerei non in flotta in europa, adesso abbiamo anche il rinvio per verificare se è meglio venezia o verona, della serie: ryanair tu partecipi al bando? no grazie, ops…..volotea mi fai anche qui la CT come in sardegna dove hai rischiato di fallire se metto verona come rotta? una W dai, ti prego….vabbè dai…facciamo due calcoli e ne parliamo……come si chiama questo reato? turbativa d’asta?

  11. @ Pilota75:
    Mi chiedo perche’ a Reggio, anziche’ gli oneri che evidentemente pongono condizioni “pesanti” alle compagnie, non si possa seguire l’esempio di altri posti dove questi contributi di “co-marketing” vengono comunque elargiti (vedasi Foggia, Trapani ad esempio ) che non mi sembra abbiano un bacino di passeggeri significativo
    Perche’ a Foggia si ed a Reggio no ?
    Lo chiedo senza polemica, ma solo per capire. Grazie

  12. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Francesco:
    dire che trapani non ha un bacino significativo significa non avere idea di quello che si dice.
    senza polemica, per i contributi di comarketing ci vuole un soggetto che metta questi soldi.
    a quanto pare non esiste nessuno disposto a farlo a reggio calabria.
    a trapani, ad esempio hanno costituito un consorzio a guida camera di commercio e i vari comuni che ne beneficiano dal punto di vista turistico.

    qui da noi intendiamo l’aereo come mezzo per andare a fare la visita medica o per tornare nelle vacanze.
    così non si troverà mai una compagnia aerea disposta ad operare.

  13. Commenta per: Altro

    @ Pilota75:
    Se Trapani avesse un bacino significativo in grado di reggere un traffico aeroportuale autosufficiente non credo ci sarebbe bisogno di sovvenzionare Ryanair… È storia che senza quei contributi dati alle compagnie Trapani “chiuderebbe” visto che a 100 km c’è Punta Raisi

  14. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Francesco:
    infatti sono stati 2 anni senza sovvenzionare ryanair che ha tolto la base e con i solo voli che la compagnia faceva perchè riteneva ci fosse un bacino minimo.
    non hanno fatto 2 mln di pax ma numeri sufficienti a stare in vita.

    Ripeto, se non conosci i fatti lascia perdere.
    qui si parla di reggio calabria che, come si vedrà a breve, nonostante 13 mln nessuno vorrà volarci.

  15. Commenta per: Altro

    @ Pilota75:
    Sia 2018 che nel 2019 Trapani ha fatto circa 430.000 passeggeri…due terzi in meno del 1.200.000 registrati gli anni precedenti quando i voli sovvenzionati
    Non mi sembra che abbia tutta questa utenza a meno di pompare soldi alle compagnie
    Non sei tu quello che ha sempre detto che un aeroporto deve fare almeno un milione per essere autosufficiente ? Trapani è autosufficiente senza sovvenzioni?

  16. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Francesco:
    non lo dico ma lo dice il PNA
    non capisco perchè stiamo parlando di trapani.
    hai chiesto il motivo per il quale non si usa il comarketing a reggio e ti ho risposto.
    Trapani ha la CT verso pantelleria ed è militare, il tuo discorso non regge, non ha i costi di un normale aeroporto.

    ora, possiamo parlare di reggio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni commentatore si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.