Aeroporti Calabria: bando Co-Marketing, Alitalia presenta ricorso contro la Regione Calabria per la riammissione di Ryanair

Da quasi un anno il bando per il Co-Marketing da 9,8 milioni di Euro (da spendere in 3 anni) promosso dal Dipartimento del Turismo della Regione Calabria non riesce a concludersi. L’ultima novità è il ricorso presentato al TAR Calabria da parte di Alitalia contro la Regione Calabria per la riammissione di Ryanair che ha partecipato al bando attraverso la Società Airport Marketing Service Limited. Alitalia ha presentato ricorso anche nei confronti di Publifast S.r.l. e Dekmatis S.n.c..

Il TAR ha stabilito che la Regione Calabria deve provvedere ad una integrazione documentale entro 10 giorni, al fine di poter decidere.

Lo Staff di AeroportiCalabria.com


Condividi!

Voli
VoloteaBluExpressAirItalyEurowingsTransaviaLufthansa
Motori di Ricerca
SkyscannerMomondoTrivago
Hotel
Expedia
Autonoleggio
AvisBudgetEuropcarMaggioreSixtRentalcars
Bus
TerravisionFlixBus

29 commenti

  1. Ryanair la preferita, è tutto studiato così all’Aeroporto dello Stretto non potrà mai atterrare nessuno, ci sono le limitazioni!

  2. Vorrei conoscere le limitazioni. Dove posso leggere per bene quali sono? Qualcuno può dirmelo? Grazie.
    @ fr:

  3. Ottima notizia, si replica il caso di Trapani.
    Dovrebbero smettere di favorire Ryanair .

  4. @ fr:
    @ Genella:
    @ Vincebzo:

    L’importante è che siete consapevoli che così salta una stagione, da reggio, lamezia e crotone.
    quindi non vi lamentate se nessuno viene a reggio.

  5. @ Pilota75:
    Non salta proprio nulla da Reggio, perchè la Regione aveva riammesso Ryaniar per assegnargli i due lotti uno per il Nazionale di cui uno probabilmente l’ avrebbe preso Alitalia ed avrebbe incrementato i voli da Reggio invece qualcuno a pensato bene di trovare la soluzione per Crotone disattendendo il bando stesso riammettendo Ryaniar che al 99% avrebbe preso il lotto che andava ad Alitalia per mettere i voli da Crotone.
    È ora che la finiscono di fare i furbetti, quando i soldi li prende Ryanair non è aiuto di Stato quando li prende Alitalia si.

  6. @ Vincenzo:
    non è così. Le offerte non sono per aeroporti, ma per tratte.
    quindi fin quando non aggiudicano tutto non parte nulla.
    In ogni caso da reggio non avrebbero incrementato nulla.

  7. @ Pilota75:
    Perché avevi parlato tu con Alitalia e ti aveva detto che non avrebbe incrementato nulla?
    Ti sbagli Alitalia ha sempre chiesto un bando di Comarketing per rendere sostenibili le rotte da Reggio, comunicati ufficiali di Alitalia che trovi anche sul sito corporate.alitalia.com basta andare un pò indietro nei comunicati stampa.
    In un email pubblicata anche dal comitato proaeroporto dello stretto, Alitali afferma che per rendere da Reggio le rotte sostenibili ha modificato il suo statuto per partecipare al bando do Comarketing indetto dalla regione.
    Poi sei libero di non credere ai comunicati stampa di Alitalia.

  8. @ Vincenzo:
    tu invece ci hai parlato? secondo te a stagione iniziata cosa devono incrementare?

  9. @ Pilota75:
    Io non ci ho parlato ma ho letto ciò che Alitalia ha scritto nei comunicati stampa un anno fà relativamente allo scalo di Reggio.

  10. @ Vincenzo:
    un anno fa ryanair disse che è interessata a tutti gli aeroporti d’italia, quindi anche a reggio.
    Io ci credo poco, se alitalia avesse voluto non aveva bisogno dei 200 euro in meno a volo per aprire una rotta nuova.

  11. Bisogna secondo me studiare ed emanare i bandi che calzino perfettamente in base alle esigenze dei tre scali. Ad oggi mi sembra logico immaginare che le esigenze attuali di Reggio e Crotone non siano uguali a Lamezia, ed allora favorire su Lamezia i collegamenti esteri visto che ben si collega alle strutture turistiche del vibonese e cosentino, piuttosto che trovare soluzioni di continuità per tutto l’anno per Reggio e Crotone pare sia evidente. Oltre a questo, e parlo di Reggio, trovare il modo di poter erogare questo finanziamento sulle tratte principali di Milano e Roma in primis su fasce orarie consone alle necessità e quindi mi riferisco a voli di prima mattina e rientro tarda serata. Inoltre incentivare anche con due-tre frequenze settimanali, i collegamenti con altre realtà nazionali come Torino-Pisa-Venezia-Bologna. Non capisco perché ad esempio Volotea che viaggia su Lamezia il Mercoledi’ e Domenica, non potrebbe volare su Reggio il Lunedì ed il Sabato potendo con questo coprire per tre quarti di popolazione calabrese il collegamento con la Liguria per 4 giorni su 7.
    Secondo, aumentare i contributi economici Regionali, mettere sul piatto qualche milione di euro in più per rendere la vita dei cittadini più semplice dovrebbe essere una priorità.
    Tanto per cominciare ripristinare il volo Alitalia su Milano e Roma spostato a Lamezia che già su quell’area puo’ contare i voli di Ryanair e Easyjet pare quanto mai urgente, poi se Lamezia ha necessità di ulteriori collegamenti con la Lombardia può sempre aumentare le frequenze con le suddette compagnie senza danneggiare nessuno.

  12. @ Pilota75:
    Tu non credi ad Alitalia io non credo a Ryanair, e cmq Alitalia aveva partecipato al bando per il lotto 1 e per il lotto 3 che erano 3MLN di euro a Lotto.
    Totale 6Mln, non sono 200 euro.

  13. @ Cavaliere:
    scusa, ma lo hai letto il bando? Pensi che volotea abbia bisogno di te per spiegargli come e dove debba volare?

  14. @ Pilota75:
    Il bando l’ho letto, ed infatti quando dico che bisogna fare i bandi non rigidi ma in base alle esigenze di Reggio, Lamezia e Crotone intendo dire proprio questo. Parliamo in soldoni caro amico, oggi Reggio ha urgente necessità in primis dei collegamenti mattina\sera su Reggio e Milano (poi qualcuno mi spieghi perché dovrebbe guadagnarci Alitalia sull’attuale volo per Milano di metà mattinata piuttosto che spostarlo alle 07, mah!), anche se al riguardo è sorto il veto della Comunità europea sulle rotte già in itinere, non credo che studiare le norme da parte di gente competente sia così difficile per superare l’ostacolo. Fatto questo, quanto costa in un anno attivare le precedenti rotte? 2 milioni? 3 milioni?, bene, la Regione prende 2-3 milioni e li dedica solo a questo discorso. Stessa cosa su Crotone e su Lamezia dove credono abbiano maggiori esigenze di collegamenti. E’ difficile da comprendere?
    Domanda: per sostenere determinati costi, si può prevedere un parziale se non totale abbattimento del costo night\stop degli aerei che operano dalle ore 07 alle ore 08? Può la Camera di Commercio contribuire con i propri iscritti per sostenere la spesa delle compagnie per il soggiorno dell’equipaggio, magari tramite sponsorizzazioni?
    Poi vorrei sapere cosa abbia spinto Volotea qualche anno fa a Reggio visto che tutte le statiche di mercato ci danno per perdenti e visto che studiano i costi prima di attivare le tratte, perché non è andata all’epoca a Lamezia?
    Per ultimo, visto che si vola dove c’è convenienza, come mai ci si preoccupa dei contributi pubblici, se Easyjet o Raynair hanno profitto da Lamezia, come mai dovrebbero abbandonare lo scalo in caso di mancanza di contributi pubblici? Questo è un discorso in generale ovviamente e riguarda tutti, Trapani docet, fino a quando il salvadanaio era pieno, tutte le analisi economiche delle compagnie lo davano come scalo di riferimento, guarda caso finiti i soldi dei contribuenti, rischiano la chiusura.
    Sintesi, il prossimo bando invece di prevedere 9 milioni per tre scali, se ne mettono 15 e distribuiti in base alle necessità dei territori, poi ripeto, che a Lamezia si possano creare ulteriori condizioni di sviluppo sono il primo ad essere contento, anzi, visto tutta la nutrita comunità calabrese presente in America, spero da calabrese che al piu’ presto si possa volare direttamente verso il Canada, l’Argentina o gli Stati Uniti.

  15. @ Cavaliere:
    perchè la camera di commercio dovrebbe finanziare una società privata?
    Perchè alitalia dovrebbe sacrificare uno slot e guadagnare 10, quando con lo stesso slot potrebbe guadagnare 30?

  16. @ Pilota75:
    Perché la camera di commercio, più di tutti, avendo in se tutto il tessuto economico del territorio, ha interesse che lo stesso sia ben collegato con il resto del mondo. Inoltre essendo un ente privato, non avrebbe tutte le limitazioni della libera concorrenza.
    Per Alitalia il discorso non regge perché non è vero che a Reggio guadagnava 10 ed a Lamezia 30, i numeri sono sostanzialmente uguali se non maggiori a Reggio, secondo, visto che è in perdita, perché lascia (quello si in perdita) quell’inutile collegamento con Milano di metà mattinata? Perché non lo cancella? Non sarebbe più utile per Alitalia ritornarci i nostri voli mattutini su Milano e Roma e visto che ha a disposizione una rotazione giornaliera a metà giornata su Reggio, dedicarla ad altre tratte, tipo tre giorni Torino e due giorni il nord est (qualsiasi) e Bologna? Oppure pensi che l’attuale Milano sia molto più remunerativo delle ipotesi di tratte precedenti non giornaliere?

  17. Per la precisione, la camera di commercio ovviamente non è privata ma è all’interno del circuito economico privato, i contributi quindi con l’intermediazione della stessa, potrebbero essere erogati ad esempio dai soci della confcommercio o Assindustria sottoforma di sponsorizzazioni o affiliazioni…

  18. @ Cavaliere:
    i voli non sono tuoi ma della compagnia.
    secondo te, qual è il motivo che spingerebbe alitalia ad avere un mancato guadagno? ti rendi conto della follia del ragionamento? secondo te il pensiero primario di alitalia è fare il dispetto ai reggini?

  19. @ Cavaliere:
    Alitalia ha una struttura costi a Reggio Calabria che non riesce a mantenere senza contributi. Quindi il discorso è chiaro, se si vogliono i voli Mattino/Sera bisogna pagare, altrimenti il braccio di ferro continua. Lascia stare l’apertura di nuove rotte con Alitalia, è già stato dimostrato che il Bologna di qualche anno fa è stato un flop, ed anche il Pisa operato da AirOne è stato un flop. Venezia ha funzionato grazie alla Regione Veneto, infatti le offerte partivano da 39 Euro solo andata. Come hai potuto vedere Alitalia ha rinunciato ad oltre 100 mila passeggeri nel 2017 senza battere ciglio, anzi era pronta ad andare via da Reggio Calabria.

  20. @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com):
    appunto. Non credo lo faccia perchè reggio gli stia antipatica…

  21. Infatti, cosi come avviene dovunque, che si mettano i soldi necessari per poter volare ad orari giusti e che non mortificano la comunità. Sono tutte chiacchiere sterili, voglio vedere se domani mattina c’erano a disposizione 4 milioni di euro annui per il solo collegamento mattina/sera su Milano. Penso che Alitalia o Ryanair o Lufthansa o chiunque altro atterravano pure dal mare. Solo Reggio non può volare, mentre vedere i voli su internet Cuneo- Cagliari, quelli si che sono studiati a tavolino con ampi margini di profitto…. Certo la Sardegna ha la continuità territoriale ma sempre soldi pubblici sono quindi di cosa parliamo? Visto che il problema è questo che sbattano i pugni sul tavolo al Governo e che ci inseriscano tra i beneficiari di queste agevolazioni. Voglio essere a questo punto paragonato a Pantelleria!!!

  22. @ Cavaliere:
    lo vedi che parli senza sapere nulla?
    la cagliari-cuneo non rientra nella CT.
    Sai qual è il reddito procapite e il pil di cuneo?
    lo sai a quanto viene venduto un biglietto medio per la sardegna da cuneo in estate?

    Reggio è stata paragonata a Pamtelleria, solo che ha usato quei soldi per rotte stupide; forse l’unica azzeccata è stata il torino.

    Io mi chiedo come mai lo sport nazionale dopo il calcio, sia diventato parlare di aeroporti.
    se non siete del mestiere, cosa vi mettete a commentare o cercare soluzioni inutili?

  23. @ Pilota75:
    Guarda che nessuno vuole sminuire la tua profonda cultura in trasporto aereo e in strategie commerciali delle varie compagnie, a noi ” comuni mortali” interessa poter viaggiare nel modo più comodo ed intelligente possibile verso le quattro-cinque destinazioni che più si avvicinano alle esigenze di questo territorio. Noi non capiamo niente a differenza tua, ma abbiamo capito una cosa, che senza l ‘intervento pubblico probabilmente esisterebbero ben pochi aeroporti e pochissime compagnie aeree, capito ciò, vorremmo che qualcuno intervenisse per mettere i soldi e le competenze utili al fine di ottenere il risultato sperato. Torno a ripetere che se Lamezia per avere Ryanair spende ipotesi 5 milioni l’anno ed a Reggio per far volare ipotesi Alitalia ne servono 8, allora che se ne mettano 8. Poi che Lamezia faccia 4 milioni di passeggeri questo mi rende felice ma se devo partire per Milano o per Roma per un giorno permetti di avere la possibilità di farlo senza farmi 120 km di macchina alle 5 di mattina o alle 23 con rischio nebbia, incidenti e spese exstra? Ed allora cambiamo tutti i ragionamenti, da domani mattina il motto è mettere sul piatto solo per Reggio 10 milioni l’anno, tutto il resto è aria fritta. In alternativa, studiati bene quanto costa alla Regione mettere un Lamezia exspress ferroviario per 20 ore al giorno, partenza Reggio centrale ed arrivo all’interno dell’aeropoeto di Lamezia, con cadenza di 30 minuti e che sia ovviamente diretto, senza fermate. Ci mettiamo pure il costo del biglietto? Facciamo 8 euro… Fatti questi calcoli e vediamo se non superiamo i contributi di co-marketing che la Regione ci elemosina

  24. @ Cavaliere:
    ma tu dove hai mai letto che qualcuno paga rayanair 5 milioni o anche 1 milione, a lamezia? Hai le prove di ciò che dici?
    Il volo non è un diritto costituzionalmente garantito. Dare 8 milioni o anche 2 è una cretinata. Fanno prima a darti 30 euro di benzina per andare a lamezia. lo capisci questo?
    i contributi di co-marketing non li da all’aeroporto, lo vuoi capire? Li danno alle compagnie; resta il fatto che nonostante i soldi messi, nessuno vuole volare da reggio.
    Dovresti porti qualche domanda.

  25. scusate ma avete visto i prezzi che pratica Alitalia per venire in Calabria ad agosto ? minimo 350 euro per passeggero; BASTA !BASTA ! BASTA ! (come urla Oscar Giannino)

  26. @ benferra:
    e quindi? vuol dire che ci sta domanda? non sei contento?

  27. @ benferra:
    Sei in alta stagione normale che i prezzi lievitano,come per alberghi case vacanze e tutto…..è il mercato…..

  28. @ Pilota75:
    Ryanair certamente non viene pagata direttamente ma preleva dai vari bandi di co-marketing quindi indirettamente, seppur legittimamente, mette in cassa soldi pubblici.
    Nessuno ha mai detto che gli aeroporti pagano, ho solo detto che la Regione nei bandi dovrebbe mettere più soldi.
    La Costituzione non prevede certamente il diritto di spostarsi in aereo, prevede però in un certo senso il diritto alla mobilità, prova del fatto che i trasporti su rotaia, nave e gomma per il trasporto pubblico sono in regime di convenzione. Stesso discorso giustamente vale per la mobilita da e verso le isole per evitare l’isolamento.
    Se nessuno partecipa al bando, hai ragione, non siamo in grado di effettuare certi numeri.
    Ora, preso atto di questo discorso, e verificato che nel medio periodo sempre questi sono i numeri, o si lavora per garantire i pochi ed essenziali voli per le poche destinazioni utili con orari consoni, oppure qui si fanno solo chiacchiere. Poi mi spieghi cosa c’è di cosi scandaloso chiedere il ripristino dei voli su Roma e Milano anche utilizzando aeromobili più piccoli da 100 posti , cioè se nemmeno cosi riusciamo a stare sul mercato che teniamo a fare aperto?

  29. @ Cavaliere:
    non mi risulta ci siano bandi di comarketing attivi in calabria.
    non sono in convenzione ma in concessione ed è diverso.
    Tu puoi chiedere quello che vuoi. L’importante è che tu sia consapevole che resta una richiesta e non una pretesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni commentatore si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.