Aeroporti Calabria: gli incentivi ci sono, ma se le compagnie aeree non vogliono venire?

Come sapete AeroportiCalabria.com è un Sito specializzato sul trasporto aereo ed in questo articolo vorremmo approfondire la tematica degli incentivi riconosciuti alle compagnie aeree per lo sviluppo del traffico.

Ad Ottobre 2019 abbiamo pubblicato questo articolo:

che merita una rilettura per capire quanto stiamo per scrivere.

Per farla semplice una Società di Gestione aeroportuale sottoscrive dei contratti con le compagnie aeree al fine di erogare degli incentivi, ovvero un importo in Euro per ogni passeggero in partenza. Tutto ciò non è fatto a caso, ma bisogna rispettare determinate linee guida che però non staremo qui ad approfondire data la complessità.

E’ bene tenere presente che gli incentivi sono talvolta erogati non solo in funzione del numero di passeggeri in partenza, ma anche di altri elementi, correlati ad esempio ad iniziative di marketing e promozione commerciale, che risultano scollegate dal traffico effettivo dell’Aeroporto. Su tale aspetto però non è possibile eseguire alcuna analisi.

In molti vi starete chiedendo di che cifre si sta parlando, visto che la tendenza è quella di non specificare pubblicamente gli importi. Ci viene in aiuto il programma di incentivazione dell’Aeroporto di Cagliari (SOGAER) che, anche se è del 2015, ci darà un orientamento circa gli importi corrisposti per ogni passeggero in partenza.

Nuova rotta Nazionale o Internazionale

Per le nuove rotte Nazionali, a seconda che siano estive od invernali, l’incentivo è 3 e 4 Euro. Per gli Internazionali si va da 4 a 7 Euro.

Rotta esistente Nazionale o Internazionale

Per il potenziamento di rotte esistenti Nazionali si va da 2 a 3 Euro, mentre per gli Internazionali da 3 a 5 Euro.

Charter

Dunque grosso modo le cifre sono queste e la SACAL nei colloqui con le compagnie aeree, ipotizzando circa 4/5 Euro a passeggero per nuove rotte Nazionali da Reggio Calabria e Crotone (ma vale anche per Lamezia Terme), come mai spesso non riesce a concludere un accordo? Principalmente per 2 motivi:

  1. Le compagnie aeree prima di aprire una rotta studiano il traffico potenziale. Se dalle loro proiezioni il coefficiente di riempimento medio annuale si trova al di sotto di una certa soglia, nonostante l’incentivo, si volerà in perdita. Non basta riempire i voli a Natale, Pasqua ed in occasione delle festività. Incentivare talmente tanto come se fosse un “vuoto per pieno” non è più possibile come in passato.
  2. Se da un lato vi è la SACAL ad erogare un incentivo per ogni passeggero in partenza, deve esserci dall’altra parte anche la Società di Gestione dell’Aeroporto collegato a garantire il proprio contributo. Basta infatti andare sui siti delle altre Società di Gestione per trovare le policy di sviluppo del traffico, riferite ovviamente ai loro passeggeri in partenza. Ad esempio l’Aeroporto di Torino (SAGAT) considera destinazioni “prioritarie” sia Reggio Calabria che Crotone. L’Aeroporto di Milano Bergamo (SACBO) considera destinazione “strategica” Reggio Calabria, l’Aeroporto di Trieste (AFVG) considera tratta “strategica” Lamezia Terme e così via.

Come potete capire sono le compagnie aeree a decidere da dove volare. Sono anni che scriviamo che lo sviluppo del traffico aereo di un Aeroporto dipende da diversi fattori e non dipende al 100% solo da una Società di Gestione.

Ulteriore complicazione nelle politiche di sussidio derivano dalla regolamentazione imposta alle Società di Gestione con partecipazione pubblica. L’importo del sussidio deve essere limitato a dei parametri imposti dagli orientamenti della Commissione UE sugli aiuti di Stato agli Aeroporti e alle compagnie aeree (Comunicazione UE 2014/C 99/03) che impongono la proporzionalità del sussidio per lo start-up di nuove rotte al 50% dei diritti aeroportuali per un periodo di massimo 3 anni (c.d. aiuto limitato al minimo, per esempio a Reggio Calabria l’importo delle tasse aeroportuali per un passeggero nazionale è intorno a 12 Euro, quindi l’importo del sussidio massimo erogabile dovrebbe aggirarsi intorno ai 6 Euro). Gli aiuti all’avviamento non possono cumularsi con altri tipi di aiuti di Stato concessi per l’esercizio di una rotta. Inoltre, l’incentivo deve superare il cosiddetto MEO test. Questo meccanismo, introdotto con le “Linee guida inerenti le incentivazioni per l’avviamento e sviluppo di rotte aeree” (D.L. n. 145/2013), verifica se il prezzo praticato per i servizi aeroportuali corrisponde al prezzo di mercato e serve a dimostrare se, attraverso un’analisi ex ante, il prezzo praticato per i servizi aeroportuali porti ad un utile ragionevole sul capitale investito per il gestore dell’Aeroporto.
Il sussidio non deve creare discriminazione tra gli utenti dell’Aeroporto e deve essere garantito a tutti eguale diritto ad accedere all’incentivo. Si impone ai gestori la pubblicazione di un programma complessivo di incentivazioni con dettagli riguardo la classificazione, durata, benefici attesi, requisiti, varie ed eventuali, sottoposte al controllo dell’Autorità Garante dei Trasporti (ART) e dell’ENAC.

Da oltre 10 anni AeroportiCalabria.com si impegna ad informare ed a spiegare i meccanismi che stanno dietro ad un sistema complesso ed in continua evoluzione che è quello del trasporto aereo. Purtroppo, e ci dispiace dirlo, sui Social ormai si trova solo DISINFORMAZIONE, teorie completamente senza senso, per non parlare di pseudo complotti che non fanno altro che alimentare divisioni. Proprio per questi motivi come Staff abbiamo scelto da oltre un mese di non fornire più alcuna nostra risposta e/o supporto nelle discussioni sviluppate sui Social. Lo Staff risponderà esclusivamente sui Commenti presenti sul Sito a fine articoli. Dopo aver detto ciò siamo sicuri che sui Social scriveranno i soliti “distratti” di turno che ci etichetteranno come difensori di SACAL, senza minimamente capire nulla di ciò che abbiamo scritto ne tantomeno di trasporto aereo. Però pazienza… siamo altrettanto sicuri che esistono coloro che desiderano poter instaurare discussioni di alto livello e contribuire alla diffusione della cultura aeronautica e proprio per questo saranno i benvenuti nei Commenti.

L’occasione è gradita per augurare a tutti un buon 2020!

Lo Staff di AeroportiCalabria.com


Condividi!

Voli
VoloteaLufthansa
Motori di Ricerca
SkyscannerMomondo
Autonoleggio
AvisBudgetEuropcarGoldcarLocautoMaggioreSixt
Bus
TerravisionFlixBus

62 commenti

  1. Commenta per: Reggio Calabria, Crotone

    BRAVI!
    Finalmente avete reso noto a tutti come funziona; sono cose che scrivo da anni…
    Vediamo adesso le reazioni.

  2. Commenta per: Reggio Calabria

    È vero che le compagnie aeree studiano la convenienza della rotta prima di impegnarsi ad utilizzare la tratta ma è anche vero che considera le criticità che uno scalo ha in essere quindi non utilizzabile.
    Nel primo decennio dell’anno 2000 ho preso spesso voli su Reggio da Bergamo, Milano, Roma , Venezia … anche con compagnie low-cost e con riempimento totale ma probabilmente le criticità che avrebbero dovuto essere momentanee non sono mai state sanate quindi gli stessi voli non venivano più rinnovati.
    Non prendete in giro le persone ed attivatevi affinché il Tito Minniti possa definitivamente svilupparsi e crescere in favore della collettività che è sempre più isolata dal resto del paese. Grazie.

  3. Commenta per: Reggio Calabria

    Perfetto complimenti allo staff! Indirettamente,
    conferma anche quello che dico da tanto tempo!Territorio e Aeroporto vanno a braccetto, uno é la fortuna dell’altro!Non mi risulta che nessun Ente di potere,nel territorio reggino,incentivi gli investitori,da impulso ad un’economia fragile,stimola gli indecisi.Fin quando saremo il piu’ povero territorio europeo difficilmente,e mi riallaccio al topic,vedremo nuove compagnie e nuove tratte.

  4. Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com)

    Commenta per: Reggio Calabria

    @ Giuseppe:
    Sei tu che prendi in giro le persone riportando come si volava 20 anni fa. Oggi che importanza ha? Abbiamo scritto che il trasporto aereo si evolve repentinamente e quindi abbiamo fotografato quella che è la realtà oggi e ciò che potrà essere nei prossimi anni. Il passato è stato bello è stato brutto ma è passato e conta relativamente.
    PS: noi non gestiamo Aeroporti.

  5. Commenta per: Reggio Calabria

    Buon anno a tutti gli utenti ed ovviamente agli amministratori.
    L’utenza messinese non è per me considerabile, troppo scomodo e costoso utilizzare la nave per raggiungere un aeroporto pressoché deserto, lo ribadisco da anni che il ponte sullo stretto agevolerebbe anche questa situazione, treni metropolitani tra le due sponde senza interruzioni e pause di carico-scarico con enormi comodità per gli utenti che in 15 minuti si muoverebbero da Messina alla stazione FS aeroporto ( poi su questa ci sarebbe da scrivere altro)
    Quanto alle compagnie, ci vorrebbe una strategia commerciale e legalmente riconosciuta per abbattere i costi che sopportano. Per quanto vedo, se si lavorasse ad un progetto serio( compagnia aerea conosciuta, costi biglietti relativamente bassi tipo blupanorama, orari consoni all’utenza, utilizzo di aeromobili di piccole-medie dimensioni da 100 posti) almeno il Roma ed il Milano non dovrebbero essere così irraggiungibili come sostenibilità. Su questo punto forse la Confcommercio e tutte le sigle che rappresentano le aziende private potrebbero fare qualcosa.

  6. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Giuseppe:
    Non prendete chi?
    Ti sembra che economicamente oggi sia uguale al 2000? Sono passati 20 anni!

  7. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Cavaliere:
    Da favorevole al ponte ti dico che questo non avrebbe alcuna relazione con la mobilità dei reggini e messinesi.
    noi continueremmo ad usare le navi vista la grande distanza tra la rampa di accesso al ponte e la città.
    Per il resto, pmi chiedo in base a cosa puoi obbligare una compagnia a fare quello che dici tu; perchè dovrebbe fare tariffe basse? Per farti un favore?
    non so che lavoro fai, ma perchè uno dovrebbe dirti quanto devi guadagnare?
    Manco nella russia comunista!

  8. Alessandro Riolo

    Commenta per: Reggio Calabria, Crotone

    Le compagnie non vengono perché in Italia, sopratutto nelle zone economicamente depresse, guadagnano troppo poco (se guadagnano).
    In tempi di carenza di aerei, gli aerei si piazzano in quei paesi che garantiscono maggiori profitti (Spagna, Malta, Turchia, Grecia, ..).
    È la strategia nazionale del trasporto aereo ad essere completamente sbagliata, tarata per un paese che non esiste più, e forse non è mai esistito.

  9. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Pilota75:
    Il mio ragionamento non era certo obbligare, stavo solo cercando di capire il meccanismo. Se noi partiamo dal presupposto che nonostante tutto ancora riusciamo ad avere 300 mila passeggeri qualcosa vorrà può dire?
    Ora ritorniamo al punto, e sviluppiamolo come conversazione da bar: premesso che pongo Lamezia come riferimento positivo e non il contrario, prendiamo ad esempio ( con le limitazioni sullo scalo ovviamente portate a risoluzione) Easyjet e mettiamolo su Reggio con partenza su Malpensa alle 07.30 e rientro alle 21.00 (orari di pura fantasia), ora, siamo sicuri che questo volo a Reggio non faccia 80% di LF, perché Alitalia lo fa con prezzi da intercontinentale ed Easyjet non potrebbe? Perché allora a Lamezia o Catania si è qua no?
    Secondo, quando prima parlavo di Confcommercio, dico una bestemmia ad esempio di “sponsorizzare” lei, tramite gli associati il pernottamento al personale di volo per un nightstop? Dico un’eresia proporre con 100 euro al mese o 50… agli associati delle categorie commerciali la sponsorizzazione sugli aeromobili, con poggiatesta, salviette o altro per alleggerire i costi? Faccio sempre discorsi da bar…

  10. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Cavaliere:
    vorrà dire che 300.000 pax usano reggio, non cpaisco che altro tipo di elucubrazioni ti vengono in mente.
    Premesso che non capisco perchè prendi lamezia e non roma..cmq.
    a me delle chiacchiere da bar non interessa nulla.
    Non puoi prendere easyjet, società inglese e metterla su reggio, è questo che non vuoi capire.
    U2 ha gente pagata per decidere dove mettere un aereo.
    l?effetto immediato sarebbe che alitalia abbassa la tariffa, il problema sarebbe poi che poichè a reggio non ci sono soldi si riempirebbero 2 aerei a metà perchè appena l’utente vede il prezzo elevato non acquista.
    Quindi una delle due (easyjet probabilmente) molla e piazza l’aereo dove lo vende tutto.

    Vuoi anche la risposta perchè a lamezia e catania si e qui no?
    Ma seriamente?
    tu davvero vuoi paragonare reggio a catania e a qquello che ci sta a nord di reggio?
    Mah

  11. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Pilota75:
    Sono d’accordo a metà, ho detto Easyjet giusto per esempio ma potrebbe essere Airitaly o chiunque altro. La concorrenza di Alitalia potrebbe avvenire se gli orari fossero simili ma sappiamo che l’utenza di Reggio e provincia, lo zoccolo duro dei 300 mila, viaggia in larga parte per obbligo e non per turismo. Con questo intendo dire che se metti ad esempio il volo mattina sera in giornata su Milano, Alitalia può anche farti viaggiare a 30 euro ma, ti assicuro, che in questo caso l’altra compagnia avrà comunque i numeri sufficienti. Non è il sito giusto per dilungarsi ma ti do la certezza che decine e decine di persone malate viaggiano su Milano e non guardano certo il risparmio delle 50 euro. Prenotano per le visite in giornata per poi rientrare la sera, così come esami universitari, concorsi e altre necessità sul nord Italia.
    Su Roma ancora meglio perché Lamezia, il più vicino, non ha concorrenza (c’è solo Alitalia) quindi anche i cittadini di Vibo potrebbero servirsi di Reggio.
    Si tratta comunque ( e di questo ti do ragione) di palliativi per non morire, è la città che deve svegliarsi, lo Stato garantire sicurezza agli imprenditori che vogliono investire e realizzare le infrastrutture per muoversi più velocemente possibile nel territorio.
    Purtroppo quando si parla di porti turistici, villaggi Turistici da 1500 posti, accordi con compagnie di Crociera per essere porto di partenza, depurazione delle acque e rete promozionale tra le varie località della provincia sembra che li prendi a male parole!

  12. Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com)

    Commenta per: Reggio Calabria

    @ Cavaliere:
    Sul Reggio Calabria – Milano Linate ci sono i passeggeri lasciati da Blu Express, dunque i margini ci sarebbero. Per questioni di slot a Linate bisogna considerare Malpensa e comunque non esagerare con la capienza degli aeromobili (massimo 150 posti).

  13. Commenta per: Reggio Calabria

    Tutto giusto …ma nessuno ha detto cosa effettivamente deve cambiare…..deve cambiare la mentalità….bisogna voler cambiare le cose….se tutti parliamo e poi le istituzioni se ne fregano meglio stare zitti…

  14. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com):
    Infatti è quello che cercavo argomentare aggiungendo che la poca e misera imprenditoria Reggina potrebbe sostenere con sponsorizzazioni pubblicitarie le eventuali nuove rotte.
    Se si riuscisse a chiudere un accordo ( con incentivi pubblici dei bandi, sponsorizzazioni privati, ed anche il coinvolgimento delle agenzie turistiche per i charter) con una compagnia che facesse base a Reggio con un solo aereo da 100-120 posti, con destinazioni “sicure” tipo Milano, Roma, Torino ed il nord est, io dico che sarebbe sostenibile e darebbe la possibilità ai Reggini di uscire un tantino dall’isolamento.

  15. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Scontento:
    la mentalità di chi?
    @ Cavaliere:
    scusa ma stai dicendo un controsenso.
    i contributi di comarketing alle compagnie si danno per incentivare l’incoming, quindi ad un albergatore cosa può interessare che i reggini escano dall’isolamento?
    le agenzie organizzano i charter se riescono a proporre un pacchetto, come dovrebbero pubblicizzare reggio? non ci sta acqua nelle case, non ci sta un tubo da vedere (tranne il museo che te lo fai in 3 ore), non ci sono collegamenti interni…
    a reggio non ci sta una ricettività tale da assorbire il traffico generato da una compagnia di base qui.

  16. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Pilota75:
    Gli albergatori hanno interesse perché comunque si crea la possibilità di movimento tra Reggio ed altre città collegate.
    Se anche la stessa Alitalia praticasse tariffe più umane con orari consoni alla realtà cittadina avrebbe i voli strapieni e quando intendo tariffe più umane non mi riferisco a 19 euro ma almeno 50/60 euro a tratta.
    Vorrei capire con numeri alla mano se lo storico volo Alitalia Reggio-Milano in giornata che è stato sempre di base a Reggio rende più a Lamezia che è servita da altre 3 compagnie sulla stessa tratta.
    La verità è che molti discorsi è inutile farli perché non abbiamo mai avuto a Reggio una vera lowcost per misurarsi con le potenzialità del bacino d’utenza e della clientela, ci sono molte persone che non viaggiano per i costi proibitivi sarebbe quindi interessante giudicare i numeri del dopo e non del prima.
    Se abbiamo raggiunto i 600 mila passeggeri significa che qualcosa su cui lavorare c’è, diamo la possibilità di avere un’alternativa e poi si giudica.
    Tutti bravi con le low-cost come Trapani Birgi, quadra caso quando è finita la mucca da mungere di rayanair il traffico è passato da oltre un milione e mezzo di passeggeri a meno di Reggio. Eppure a 100 km c’è Palermo, eppure quando viaggiava Rayanair a Trapani il traffico su Palermo non è diminuito, come mai? Significa che prima, con la possibilità di farlo, la gente si muoveva, adesso lo fa solo se è necessario.
    Secondo te, se per tutti una serie di motivi per un anno ci fosse a Reggio Rayanair con prezzi di 9,90 o 19,90 euro per 3/4 destinazioni, li faremmo 1 milione di passeggeri? Secondo me si.
    Non sono riusciti nemmeno ad organizzare un pullman dedicato che avesse l’imbarco prioritario sulle Caronti per far arrivare un minimo di passeggeri dalla Sicilia, figurati immaginare altro.
    Così com’è è inutile tenere aperta una struttura con le gambe di argilla, per la gioia di tanti chiudiamo baracca e buona fortuna a percorrere la A2 in macchina alle 5 del mattino per raggiungere Lamezia.

  17. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Cavaliere:
    veramente la tariffa base alitalia è 45 euro.
    i 600.000 ci stavano 10 anni fa, giravano i soldi.
    e dopo che hai fatto 1mln di passeggeri e dato 3/4 milioni a ryanair cosa hai risolto? ti danno una targa?
    Il comune non ha i soldi (perchè i cittadini non pagano) per l’acqua potabile e la spazzatura e dovrebbe dare i soldi per poter volare a 9 euro?
    Ma ti rendi conto di come sei messo?

  18. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Cavaliere:
    mi spieghi cosa interessa ad un albergatore di un volo in giornata? tu vai in albergo a milano se hai il volo la sera?
    ma lo vedi che dite cavolate a raffica pur di giustificare l’impossibile?
    gli incentivi nascono per fare arrivare turisti sul territorio, stop!
    per quello si fanno i voli 2-3 volte la settimana.
    se vuoi andare a milano in giornata paghi, altriemnti ti prendi il treno.

  19. Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com)

    Commenta per: Reggio Calabria

    @ Cavaliere:
    Lascia stare il discorso sponsorizzazioni, l’imprenditoria reggina economicamente non riesce a sostenere tali costi. Dimentica anche il discorso aeromobile basato (Blu Express lo scorso inverno preferiva non farlo volare e tenerlo fermo nel piazzale per non perderci).
    Posso farti una domanda? Per caso vivi e lavori a Milano o comunque fuori Reggio Calabria?

  20. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Pilota75:
    Vabbè dai non riesco io a farmi capire, avrei voluto dire che sarebbe necessario avere le stesse opportunità tra persone appartenenti a territori diversi e peraltro limitrofi, avrei voluto dire che se è così necessario raggiungere determinati numeri, il solo spostamento di orario con la stessa compagnia e la stessa tratta potrebbe sensibilmente contribuire alla causa, avrei voluto dire che i numeri reali non sono quelli che leggiamo dalle statistiche ma vanno considerati anche quelli nascosti come se ad esempio considerassimo il partito del “non voto”, potenziali elettori che se avessero fiducia nei rappresentati andrebbero a votare altrimenti nulla ( se ho l’occasione di poter volare a prezzi umani lo faccio altrimenti nulla), avrei voluto dire che non è solo il mero calcolo privatistico che decide la vita o la morte di uno scalo ma anche la politica( notizia di stasera 25 milioni agli scali di Palermo e Catania per calmierare i prezzi dei biglietti), e se domani mattina venissero erogati 10 milioni di euro solo per Reggio, ci sarebbe qualcuno interessato? Si o no?
    Avrei voluto dire tante altre cose ma evidentemente non riesco.
    Domani mattina allora per andare a lavoro non userò la macchina perché lo Stato ha deciso che a Reggio il gasolio costa 50 euro al litro, ed io allora mi chiedo come fare, per fortuna arriva la risposta lapidaria dello Stato che mi ricorda che potrei anche partire 2 ore prima da casa ed andare a piedi altrimenti se voglio usare l’auto sono cavoli miei!! In alternativa mi offre la possibilità di trasferirmi a 100 km dove per vari motivi, ancora, usare l’auto è del tutto normale! Chapeau!!

  21. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com):
    Sono di Reggio, lavoro a a Reggio.
    Sai, conosco ed anche bene numerose persone che viaggiano per il centro tumori di Milano, magari sono immune depressi, magari non hanno nemmeno la forza di camminare.
    Conosco tanti ragazzi, compagni di scuola ed università che sono di base al nord Italia, viaggiano per stage, colloqui ed anche fortunatamente per rientrare a casa. Conosco parenti ed amici, ma anche tanti curiosi calabresi che vorrebbero spostarsi più agevolmente da e verso Reggio. So per certo che avremmo tante soddisfazioni a livello sportivo e sarebbe un delitto non fregiarsi dello scalo cittadino… tutto qui.

  22. Commenta per: Reggio Calabria

    Comunque ragazzi le problematiche e le variabili sono talmente tante e così complesse che davvero, non credo si possano mai risolvere. Qui mancano proprio le basi, e concentrarsi sullo scalo che è quasi in cima alla piramide mi sembra una perdita di tempo. Tutti, anche per sfogare la frustrazione possono dire quello che vogliono, me compreso ovviamente ma così come anche Pilota75 ha detto tempo fa, forse con grande rammarico bisognerebbe salvare il salvabile, aprire un collegamento veloce Ferroviario per l’aerostazione di Lamezia ed almeno in 45 minuti scarsi potremmo avere un servizio in linea con l’anno del Signore 2020. Amen

  23. Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com)

    Commenta per: Reggio Calabria

    @ Cavaliere:
    Ok grazie. Guarda il problema che mi pongo io è quello di come fare a riempire gli aerei. Io vedo che chi vive e lavora fuori Reggio Calabria scende 3 volte l’anno (Natale, Pasqua, Ferragosto). Io mi concentrerei su altri tipi di flussi di passeggeri che dovrebbero riempire gli aerei nei restanti periodi ed onestamente per una provincia (per non dire solo la città) come Reggio Calabria faccio fatica ad immaginare voli strapieni per qualsiasi destinazione. Alla fine se anche Blue Air ha deciso di ridurre Torino passando da 5 a 3 mesi e mezzo di operatività un motivo ci sarà.

  24. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Cavaliere:
    rispondo solo ai 10 milioni per reggio, il resto sono discorsi inutili.
    se lo facessero per reggio non viaggerebe lo stesso nessuno.
    abbiamo avuto la CT, abbiamo avuto compagnie pagate, abbiamo bandi andati deserti.
    Reggio non è una destinazione appetibile.

  25. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com):
    esatto, il traffico di reggio è titpico di uno scalo regionale.
    fate dei charter per le feste e avete risolto il problema prezzi.

  26. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com):
    Mi permetto di dissentire con questa visione “festiva” del traffico passeggeri da Reggio. A mio avviso esiste una fetta consistente di lavoratori fuori sede che a prezzi umani potrebbero per lo meno alimentare un consistente numero di movimenti tra il venerdì ed il lunedì completamente ignorati dalle compagnie. Concordo che non esiste una promozione di uno scalo aereo senza un progetto di sistema sul territorio. Resto del parere che esistono grandi potenzialità per lo sviluppo di attività turistiche, congressuali e culturali per 365 giorni all’anno su un territorio vastissimo che va da Milazzo (eolie comprese) a Locri naturalmente vocato all’utilizzo del nostro aeroporto. Il mercato si crea ma non è compito vostro naturalmente questo tipo di valutazione.

  27. Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com)

    Commenta per: Reggio Calabria

    @ Gio:
    Quanto sarebbe questo “prezzo umano”? Se per “prezzo umano” si intende volare a 10 Euro, beh questo non è possibile. Le compagnie aeree per non andare in perdita dovrebbero vendere tutti i posti ad un prezzo medio che supera le 100 Euro (solo andata).

  28. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Gio:
    anche tu continui a mischiare patate con fagioli.
    Gli incentivi vengono dati per attirare turisti, del lavoratore fuori sede non interessa a nessuno, non sono previsti prezzi umani (come li chiami tu).
    Queste grandi potenzialità da cosa le evinci?
    Dalla rete di servizi al turista? (quali?)
    Dalle strutture ricettive? (conosci la capacità di posti letto nella zona da te individuata come bacino di utenza?)
    io non so voi, ma io prima di decidere dove fare un viaggio vado su google e cerco di acapire alcune cose.
    scrivi Locri e vedi cosa esce fuori, secondo me neanche pagate vengono le persone.
    non è colpa del politico o dei catanzaresi, ma dei locresi stessi.
    Lo stesso vale per reggio e altre città.

  29. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com):
    non lo capiscono, non sanno quali sono i costi; inutile spiegare.

  30. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com):
    Da una mia personale valutazione che comprende una comparazione di eventuali costi aggiuntivi per gli spostamenti su Lamezia e dei costi del treno .. il costo di un volo A/R per qualsiasi destinazione in Italia da Reggio dovrebbe essere compresa tra 85 e 95 euro (ripeto A/R). In modo rozzo se si considera che ad oggi le migliori tariffe (su Milano ad esempio) sono all’incirca di 125 euro servirebbe un incentivo da 30 euro passeggero per 33.000 pax/mese (max 75 posti a tariffa agevolata su 14 voli giorno) cioè 1 milione mese per 5 anni .. 60 milioni … ti sembrano uno sproposito per un ente di promozione turistico di una città metropolitana?

  31. Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com)

    Commenta per: Reggio Calabria

    @ Gio:
    1 milione al mese? Ok, bisogna trovare uno che si prenda questa responsabilità poiché finirebbe in galera come minimo.

  32. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Gio:
    1 mln al mese non le prende neanche ryanair negli aeroporti pugliesi.
    tu vorresti pagare un volo reggio-milano 40 euro…e che effetti avrebbe sul turismo?
    il concetto è che se spendo 1 mln al mese ne dovrebbero rientrare 3-4 volte tanto.
    tu pensi che si potrebbe fare?
    Perchè poi fai il paragone con lamezia e nn con catania o palermo?
    ma lo vedi che il vero problema è che vi rode che lamezia ha i voli e reggio no?
    del turismo, della crescita, non ve ne frega nulla, il punto è sempre e solo quello: a lamezia si, a reggio no!

  33. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com):
    come vedi, questi non hanno idea di nulla, non conoscono gli orientamenti europei, il MEO test (anche se lo hai spiegato9, nulla, sono accecati dall’invidia.
    tempo perso.

  34. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Pilota75:
    Guarda che sei tu che non vuoi comprendere, io personalmente auguro a Lamezia di raggiungere 5 milioni di passeggeri ma non capisco il perché non ci si possa augurare di poter viaggiare nonna 19 euro ma almeno a 50. Tu fai discorsi numerici senza capire che a volte lo Stato deve prendersi cura di quei territori che per morfologia, economia, mancanza di infrastrutture o evidenti svantaggi di posizionamento sulla carta geografica hanno bisogno di sovvenzioni più rispetto ad altri. Questo è quello che succede sui trasporti aerei da e per le isole, succede per i trasporti su gomma in zone di montagna, succede sulla linea ferrata in luoghi isolati e finanche i servizi postali nei paesini sperduti.
    Quindi, posso immaginare che Reggio per la posizione che occupa possa essere trattata come Lampedusa? Si. Che Lamezia poi abbia 10 milioni di passeggeri e decine di tratte internazionali lo spero perché ne usufruisco anche io. Tanto dovevo!

  35. Commenta per: Reggio Calabria

    Ieri sono stati dati 25 milioni di euro per gli scali di Palermo e Catania in modo da abbassare le tariffe. Bene, io dico che sono strafelice, perché Reggio mai? I 25 milioni sono pagati anche dalle mie tasse e francamente tutte queste seghe mentali dei visto e dei ricavi solo su Reggio si fanno.
    Siamo una città del sud? Siamo svantaggiati per miliardi di motivi? Allora voglio che ci trattino come avvenuto ieri per Catania e Palermo.
    Vorrei vedere se dessero la metà di quei soldi per i soli collegamenti necessari come Roma-Milano ed il nord est se Messina compagnia non passerebbe all’incasso.
    Poi noi dobbiamo sottostare a tutte le manfrine del libero mercato.
    Allora se il ragionamento è giusto perché i Catanesi per andare a Roma non utilizzano il treno o il pullman? Mica è obbligo prendere l’aereo…
    Vedete qualcuno che abbia preso oggi posizione su questa orribile disparità? Nessuno

  36. Commenta per: Reggio Calabria

    L’Opinione della Sicilia
    Alitalia
    CARO VOLI IN SICILIA, 25 MILIONI PER CATANIA E PALERMO. SCHIFANI E TERRANA: “TROPPO POCO”
    11 Dicembre 2019 di Redazione
    Nella Manovra del Governo nazionale è stato inserito un emendamento che stanzia 25 milioni di euro l’anno per favorire la continuità territoriale in Sicilia e far scendere i prezzi dei biglietti aerei degli scali di Catania e Palermo, ma anche un tetto massimo di 20 mila euro lordi annui di reddito. Un risultato che viene accolto con moderata soddisfazione. Un primo passo, anche se si poteva fare di più.

    Il senatore di Forza Italia Renato Schifani, che aveva proposto un emendamento da 100 milioni, dice che “preso atto dell’indisponibilità di governo e maggioranza a votare la nostra proposta, abbiamo scelto di agire, con il senso di responsabilità che ci contraddistingue, nell’interesse dei cittadini”. Ma insiste che va fatto di più e rilancia. “Non rinunciamo alla nostra battaglia che riproporremo alla Camera, nella consapevolezza che oggi l’unica risposta concreta ai siciliani è arrivata solo grazie al responsabile intervento del Governatore Musumeci che ha messo a disposizione, al prezzo simbolico di 20 euro, dei pullman che, partendo da Milano, consentiranno ai nostri giovani di raggiungere le famiglie per feste di Natale”.

    Posizione analoga quella di Decio Terrana, coordinatore siciliano dell’Udc. “Un primo obiettivo è stato raggiunto – commenta – è ancora troppo poco rispetto agli obiettivi che ci siamo prefissi, tariffe fisse di 50 euro per tutti i Siciliani sulle tratte principali, ma è pur sempre qualcosa anche se siamo fortemente perplessi sul tetto massimo che è stato inserito, 20 mila euro di reddito imponibile. Vuol dire che tutti i siciliani che superano questo reddito non potranno usufruire dell’agevolazione. Non ci sta bene, la continuità territoriale è fondamentale per la crescita del nostro territorio, e non ci fermeremo finchè gli obiettivi non saranno raggiunti”.

    Ora che qualcuno mi spieghi come funziona, e non mi dite che quella è un’isola perché per i motivi che ho detto prima, con un poco di impegno politico potremmo benissimo non essere considerati da meno.

  37. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Cavaliere:
    si viaggia già a 50, sono i prezzi normali. se poi tu cerchi il milano reggio il 22 dicembre è normale che lo trovi a 200 euro!
    ma anche le vongole o l’uva li trovi più cari che una settimana prima!
    Lo stato deve stare fuori da queste cose.
    Non siamo in un paese comunista!
    non mi risulta che a trento (prima città d’italia per qualità della vita) ci siano i soldi per andare gratis con l’autobus o il grana costa meno perchè ci sono facilitazioni per il trasporto in montagna.

    Reggio è già trattata come Lampedusa, ma non vuoi capirlo o fai finta di non capirlo.

    mi puoi rispondere, visto che è la seconda volta che lo scrivo, sul perchè nonostante i soldi messi sul piatto le compagnie non vengono a Reggio?

  38. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Cavaliere:
    ieri non hanno dato un centesimo a catania e palermo.
    E’ una misura farlocca, la potranno usare 1 persona su 5.
    non porta soldi e non aumenta nulla.
    io mi auguro di non poter usufruire di quelle facilitazioni (che cmq già ci stavano) perchè significa che sono indigente.

  39. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Cavaliere:
    chiedi che qualcuno ti spieghi come funziona la politica?
    uno che sta all’opposizione non ha nulla da perdere, quindi può benissimo dire che lui avrebbe voluto 1 miliardo di euro per fare volare gratis i siciliani ma quei cattivoni della maggiornaza hanno detto di no…
    Ecco come funziona.

    piuttosto gli chiederei cosa ha fatto lui quando era presidente del senato per fare viaggiare con lo sconto i siciliani….

  40. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Pilota75:
    Le compagnie non vengono perché evidentemente gli incentivi non sono sufficienti visto l’attuale situazione.
    Per la Sicilia, il fatto che ne usufruiscano poche persone non cambia nulla, intanto i soldi ci sono senza nessuna pretesa di un ritorno economico. Si tratta di 25 milioni l’anno non 3 milioni per tre anni come il bando per noi, hai capito?
    Allora mettiamola così, domani mattina che mettano per Reggio non 12,5 milioni come Catania ma 5 Milioni l’anno senza limitazioni di reddito per Milano, Roma e Torino e poi vediamo se il bando va deserto o meno.

  41. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Cavaliere:
    le compagnie non vengono perchè gli aerei viaggiano vuoti, lo riesci a capire?
    ma se già un aereo al giorno per milano non si riempie…cosa vuoi mettere?

    I 5 mln l’anno ci stavano, non sono riusciti a spenderli, ma tu non vuoi capirlo…fai finta di non capire.
    Io chiudo qui con te, è inutile stare a spiegare a chi non intende; sopra ti hanno spiegato come funzionano gli incentivi, non sei tu che decidi se si danno 5-10-2 mln.
    Fattene una ragione.

  42. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Pilota75:
    Ok mi hai convinto, gli aerei sono vuoti, i 300 mila passeggeri sono degli eroi, gli altri ricevono incentivi una tantum perché sono più belli e noi speriamo un giorno di veder chiusi gli aeroporti di Reggio e Crotone per farti godere dei 5 milioni di passeggeri su Lamezia.
    Per favore se puoi almeno un treno diretto per Lamezia è’ possibile? Senza incentivi della Regione sul trasporto perché non si può, che i biglietti siano prezzati in base al libero mercato. Grazie

  43. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Cavaliere:
    mi fai un esempio di incentivi una tantum degli altri aeroporti?
    mai sentita questa
    forse non lo sai ma l’italia non è una repubblica democratica comunista; esiste il libero mercato.
    non è un diritto costituzionale viaggiare in aereo.

  44. Persona a caso

    Commenta per: Reggio Calabria

    Tralasciando tutto questo,spero solo che un giorno ci possa essere una presa di posizione da parte di tutti quanti,cittadini e stato per porre fine a questo grande divario che sta colpendo in particolare Reggio Calabria,non per me figuratevi,tra un paio di anni vivrò completamente a Bergamo,però ecco per le generazione future che ci saranno,che saranno desolate a loro stesse in un territorio che non ha niente da offrire.
    Buona Giornata

  45. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Persona a caso:
    il divario di reggio dipende dai reggini non certo dall’esterno.
    se rubiamo la stella di natale che mette il comune o la staccionata, dove vuoi andare?

  46. Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com)

    Commenta per: Reggio Calabria

    @ Cavaliere:
    Questo discorso delle tariffe sociali lo vedo un po come il reddito di cittadinanza. Alla fine tra paletti e contropaletti stai limitando lo sconto ad una minima fetta di persone, o meglio categorie più deboli che tendenzialmente non usano il trasporto aereo ed in ogni caso un 30% di sconto su un ipotetico biglietto dal costo di 250 Euro poco cambia per la loro capacità di spesa. Comunque non stai incrementando la capacità di posti delle rotte, ne le destinazioni raggiungibili.

    Per quanto riguarda la continuità territoriale io non sono molto favorevole, poiché finiti i soldi finiscono anche i voli. Ad esempio il Reggio Calabria – Torino, finita la continuità ha operato a singhiozzo. O la garantisci per tutti gli anni o ha poco senso per soli 2 anni. Preferisco che gli Aeroporti si possano sostenere da soli, evitando la dipendenza da altri fattori.

  47. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com):
    Perché non diciamo anche delle compagnie che hanno fatto scappare da Reggio tipo volotea.È facile dire ora non vuole venire nessuno..

  48. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Pilota75:
    Sei sempre fuori tema .. ho parlato di Lamezia in relazione ai costi aggiuntivi che comporta lo spostamento per accedere ai low cost dall’aeroporto di Lamezia di un utente reggino (tra i 24 ed i 40 euro in termini monetari – bus o macchina che sia – e tanto di più in termini di tempo). Un volo A/R da Lamezia da 38 euro si traduce per un reggino in non meno di 80 euro …
    Dato che fai lo psicologo da supermercato attribuendomi un sentimento “l’invidia” (come se ci fosse qualcosa da invidiare) ti dico che le tue affermazioni sono davvero fuori luogo ho sempre creduto in una possibile dualità senza sovrapposizioni.

    Credo che in questi ultimi anni comunque ci sia stata una volontà specifica e pianificata (in questo quadro svolgi il tuo compito con attenzione certosina) non tanto volta a valorizzare la centralità fisica della infrastruttura Lametina facendola crescere rafforzando l’offerta del territorio (a causa di gruppi dirigenti di scarso profilo per lo più delinquenti al servizio della più becera politica) ma piuttosto volta ad attingere banalmente al bacino dell’utenza reggina penalizzandone lo scalo … in una visione a mio parere miope e che non tiene conto della storia e del valore del nostro territorio .. vedremo come andrà a finire … finchè c’è vita …

  49. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Pilota75:
    “@ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com):
    come vedi, questi non hanno idea di nulla, non conoscono gli orientamenti europei, il MEO test (anche se lo hai spiegato9, nulla, sono accecati dall’invidia.
    tempo perso”

    Tu pensi che non sia possibile dimostrare che ogni passeggero in più trasportato a Reggio sia in grado di produrre ricadute economiche di gran lunga maggiori delle risorse spese dall’istituzione pubblica in un territorio come il nostro?

    Delle due l’una … o sei ingenuo o ignorante!!

    @ Pilota75:
    “il divario di reggio dipende dai reggini non certo dall’esterno.
    se rubiamo la stella di natale che mette il comune o la staccionata, dove vuoi andare?”

    Sei sempre volutamente denigratorio … non sono questi gli atti che rappresentano un’intera comunità … e ricordati sempre che quando i miei nonni volavano in aereo da Reggio dalle tue parti andavano ancora a dorso di mulo!!

  50. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Frangy:
    quindi volotea, una delle compagnia con maggior tasso di crescita in europa, ha elaborato un complotto per far chiudere reggio?
    ma ci credete davvero?

    @ Gio:
    ancora con sta favoletta che lamezia attinge al bacino di utenza reggino…se così fosse, perchè reggio fa -30 e lamezia non fa +20?

  51. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Gio:
    “Tu pensi che non sia possibile dimostrare che ogni passeggero in più trasportato a Reggio sia in grado di produrre ricadute economiche di gran lunga maggiori delle risorse spese dall’istituzione pubblica in un territorio come il nostro?
    Delle due l’una … o sei ingenuo o ignorante!!”

    Probabilmente sono ignorante, quando avrei scritto quello che mi chiedi sopra?
    Quando a Reggio veniva usata la CT ti risulta che la città avesse grandi ricadute economiche? puoi dimostrarlo?

    “Sei sempre volutamente denigratorio … non sono questi gli atti che rappresentano un’intera comunità … e ricordati sempre che quando i miei nonni volavano in aereo da Reggio dalle tue parti andavano ancora a dorso di mulo!!”
    non ho mai conosciuto i miei nonni essendo morti prima della mia nascita, ma dubito che volassero in quanto l’aeroporto di Reggio fino agli anni 50 era militare…non so i tuoi nonni come facessero a volare da reggio…

  52. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Pilota75:
    Leggendo Wikipedia i voli civili a Reggio ci sono dal 1947….. E già che ci siamo ultimamente hai scritto che Trenitalia è la proprietaria di Alitalia. …… A quanto pare ad altri chiedi di dimostrare con documenti ciò che scrivono tu scrivi cose. E teorie supportate dalla tua fantasia.

  53. Commenta per: Reggio Calabria

    @ A:
    scusami se ho sbagliato di 3 anni…

  54. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Pilota75:
    Quale complotto?
    Se non conosci il motivo per cui volotea è andata via taci.

  55. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Frangy:
    se volotea va via perchè non viene pagata, cosa c’entra con il fatto che non vola nessuno da reggio? (intendo pax)

  56. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Pilota75:
    Ma infatti me lo chiedo pure io cosa centra il fatto (che secondo te) non vola nessuno da Reggio? È un argomento a piacere il tuo, a quanto pare sempre lo stesso guardando i tuoi commenti dei post precedenti. Io ho commentato un post dove si parla di compagnie aeree e ho chiesto lumi su un argomento inerente al post taggando un membro dello staff e te ne vieni tu insinuando complotti e che non vola nessuno da Reggio.. Ma che vuoi? Passia….

  57. Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com)

    Commenta per: Reggio Calabria

    @ Frangy:
    Si è vero, Volotea è rimasta “scottata” per i soldi promessi da SOGAS e Provincia e non presi.

  58. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com):
    ancora non si è capito cosa vorrebbero le persone.
    prima si lamentano che i soldi vanno a lamezia, quando gli dimostri che i soldi ci sono anche per reggio dicono che sono pochi; il reggino per quello non farà mai nulla, sa solo parlare.

  59. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Pilota75:

    “ancora con sta favoletta che lamezia attinge al bacino di utenza reggino…se così fosse, perchè reggio fa -30 e lamezia non fa +20?”

    Perché il 30% di 27.000 ed il 4% di 180 000 sono praticamente la stessa cifra … 8000 utenti che hanno dovuto spostarsi su Lamezia per volare .. è matematica!!

  60. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Pilota75:
    “Probabilmente sono ignorante, quando avrei scritto quello che mi chiedi sopra?”

    Non hai parlato tu di MEO Test? Non è questo comunque il luogo per fare sfoggio di sapienza .. trattando gli altri come poveri ignorantelli invidiosi!!

    “non ho mai conosciuto i miei nonni essendo morti prima della mia nascita, ma dubito che volassero in quanto l’aeroporto di Reggio fino agli anni 50 era militare…non so i tuoi nonni come facessero a volare da reggio”…

    Mio nonno, coltivatore diretto moderno ed istruito, nei primi anni 70 ha volato alcune volte per recarsi negli Stati Uniti (via Roma) a trovare i suoi parenti ed alcune volte i nostri parenti statunitensi sono venuti a trovarci atterrando a Reggio Calabria sino ai primi anni 90′ … mi spiace che tu non abbia conosciuto i tuoi nonni ma non c’è bisogno di andare troppo indietro con il tempo ed i ricordi!!

  61. Commenta per: Reggio Calabria

    @ Gio:
    veramente del meo test ne parla l’articolo su cui stai commentando.
    sei tu che hai nominato i nonni.
    I miei nel 1970 avrebbero avuto quasi 100 anni, forse sei ragazzino.
    Resta il fatto che non capisco cosa c’entri con tutto questo.

    Il 4% di 180.000? da dove esce fuori questo numero?
    Ma davvero non sai più cosa inventarti pur di dare la colpa ad altri del mancato sviluppo economico di reggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni commentatore si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.